L'associazione
Assemblea 2014

Visiò 2020: imparare dai migliori

9 giugno 2014


Visiò 2020: imparare dai migliori

All’assemblea di Assolombarda Joan Trullén i Thomàs, vicepresidente esecutivo del Piano Strategico Metropolitano di Barcellona.

La ‘lezione’ della Catalogna: pianificazione strategica e ruolo delle imprese.

Competitività territoriale e benchmark internazionali

Prendere spunto dalle best practice: una consuetudine consolidata, da parte di Assolombarda. Un invito rivolto costantemente anche alle imprese. E, da quando a dicembre l’associazione ha lanciato il suo Piano Strategico per “Far volare Milano”, decisamente un leitmotiv.

Non c’è occasione, infatti, in cui l’associazione manchi di confrontare la città e la Lombardia con le aree più avanzate, per cogliere il meglio da chi ha già raggiunto un traguardo o, comunque, ha già fatto più strada di noi. E uno dei 50 progetti del Piano prevede la costituzione – già avviata – di un Osservatorio sulla Competitività Territoriale dove i benchmark internazionali sono aree regionali europee economicamente rilevanti e morfologicamente simili alla Lombardia: Baviera e Baden Wuttemberg in Germania, Rhône-Alpes in Francia e Catalogna in Spagna.

Ma una cosa è il confronto a distanza, studiato e analizzato su dati e indicatori, e un conto è l’opportunità di dialogare dal vivo con i protagonisti che stanno gestendo il cambiamento di queste realtà. Per questo il presidente Gianfelice Rocca ha tenuto a invitare all’assemblea di Assolombarda Joan Trullén i Thomàs, vicepresidente esecutivo del Piano Strategico Metropolitano di Barcellona Visió 2020.

Barcellona: il lungo percorso verso l’area metropolitana

Pianificazione strategica e impulso imprenditoriale. Sta in questi due fattori – che campeggiano nel titolo scelto da Trullén i Thomàs per il suo intervento dedicato alla costruzione strategica dell’Area Metropolitana di Barcellona – la chiave di volta del percorso della città catalana. Un percorso partito da lontano, quando (è il 1973) inizia il processo che arriverà a definire la ‘metropolitanizzazione’ di Barcellona e a far notare ai decisori, con un contributo sostanziale degli imprenditori più avanzati del territorio, la necessità di istituzionalizzare l’area metropolitana e di creare un governo per gestirla.

Ma questo è ‘passato remoto’. La metamorfosi passa per tre macro tappe: la trasformazione pre e post olimpica della città, il ‘salto metropolitano’ (che va dal primo piano strategico metropolitano del 2004 alla Visiò 2020 del 2010, al governo metropolitano vero e proprio, che deve fare i conti con nuovi attori, con la crisi economica e con i traguardi della strategia della Commissione Ue Europa 2020.

È in quest’ultima stagione che il ruolo del piano strategico affronta un cambiamento sostanziale: da ‘sostituto’ del governo metropolitano diventa uno strumento per la costruzione del consenso e si dà tre obiettivi: superare la crisi economica, perseguire la cooperazione pubblico-privato e creare il consenso sulla nuova strategia.

Il ‘messaggio’ di Barcellona

Sono davvero tante le lezioni che si possono trarre dal racconto di Joan Trullén i Thomàs. Ma i punti che ha richiamato nelle sue conclusioni, in particolare, non possono non essere un riferimento per Milano:

– le metropoli vanno governate;
– nel ‘modello Barcellona’ il consenso è una precondizione;
– la cooperazione tra regione e area metropolitana è imprescindibile;
– le imprese svolgono un ruolo centrale nella dinamica metropolitana.

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
La nuova geografia di Assolombarda

9 marzo 2016

Procede la Riforma dell’Organizzazione Zonale di Assolombarda: definita una nuova geografia per presidiare al meglio …
Le persone
Milano metropoli possibile

16 febbraio 2016

A un anno dalla costituzione della Città Metropolitana, il libro “Milano Metropoli possibile” riflette sul …
L'associazione
Città metropolitana: cambia il territorio, cambia l’associazione

23 ottobre 2015

Il Consiglio metropolitano prevede la suddivisione del territorio in sette Zone Omogenee. L’associazione coglie l’occasione …