Ville aperte in Brianza, il turismo oltre le grandi città

17 settembre 2018


Ville aperte in Brianza, il turismo oltre le grandi città

L’iniziativa punta a valorizzare il patrimonio della Brianza attraverso la scoperta dei suoi tesori artistici. Fino a fine mese saranno infatti visitabili ville ed edifici più o meno conosciuti, tutti di grande valore storico-culturale.


‘Ville aperte in Brianza’ è iniziato lo scorso weekend per terminare a fine mese e solo l’opening ha registrato un aumento del 6% rispetto alla precedente in termini di partecipazione. XVI edizione e ben 3500 prenotazioni solo per il primo weekend di apertura di 150 siti pubblici e privati, tra ville, palazzi, parchi e giardini, chiese e musei sparsi tra Monza e Brianza, Como, Lecco, Milano e Varese, straordinariamente accessibili grazie al contributo di Fondazione Cariplo e Regione Lombardia.

Numerose le new entry, tra l’altro già molte già ‘prese d’assalto’ lo scorso fine settimana come Villa Brambilla a Castellanza, che segna anche l’ingresso della provincia di Varese all’evento. Non solo Brianza infatti: il crescente interesse del pubblico ma anche di nuovi partner che decidono di lasciarsi coinvolgere dalla manifestazione, ha portato l’iniziativa a espandersi. Nuovi tesori quindi, in un viaggio che interessa 70 Comuni, di cui 33 di Monza e Brianza, 7 comuni di Como, 24 di Lecco, 5 della Città Metropolitana di Milano e per la prima volta appunto Castellanza in provincia di Varese.

Alle singole visite guidate nelle ville – alcune visitabili previa prenotazione altre ad accesso libero – si alternano percorsi alla scoperta dei territori per indirizzare cittadini e visitatori verso un turismo che si estende oltre i confini delle grandi città, alla scoperta della bellezza racchiusa nei borghi e nei comuni ancora poco inseriti nei circuiti turistici.

Ed è solo l’inizio se si pensa che da quest’anno ‘Ville aperte in Brianza’ ha ricevuto il patrocinio istituzionale dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ed è stata inserita nel calendario di eventi relativi all’Anno Europeo del Patrimonio Culturale con iniziative volte a incoraggiare la condivisione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell’Europa, che appunto non si ferma alle sole città ma vuole andare in direzione di quei luoghi ancora poco noti ma che rappresentano un patrimonio di valore per tutto il territorio e il Paese.

Per saperne di più: http://www.villeaperte.info/

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
La strada verso la World Routes

26 luglio 2018

L'appuntamento più importante per il mondo dell'aeronautica si terrà a Milano a settembre 2020 e …
Le imprese
Gli under 35 sono sempre più interessati al business del turismo

26 luglio 2018

A Milano una impresa su sette del settore è in mano ai giovani, pronti a …
Le imprese
Alla scoperta della dimore storiche brianzole

11 settembre 2017

Al via “Ville aperte in Brianza”: a partire dal 16 settembre, 136 siti aprono le …