L'associazione
cultura

Una galleria d’arte nella Borsa di Milano: apre Big

12 gennaio 2017


Una galleria d’arte nella Borsa di Milano: apre Big

L’inaugurazione fa parte di un piano di Piazza Affari a sostegno del patrimonio artistico nazionale, che stimola le aziende quotate e non a fare da mecenati beneficiando dell’Art bonus. 

Un Picasso esposto per il taglio del nastro.

Una galleria d’arte dove meno te lo aspetti: nella pancia di quello che è il simbolo della Milano che fa finanza, che gestisce soldi, che muove l’industria del paese. Una galleria d’arte dentro la Borsa. A Palazzo Mezzanotte ha aperto un piccolo spazio espositivo. Pochi metri quadrati che contrastano con il nome con cui è stato ribattezzato, Big. Un acronimo per Borsa Italiana Gallery. Per qualche giorno ancora si possono vedere esposti un Picasso, “La Loge le Balcon”, e un “Davide con la testa di Golia”, di Carlo Dolci. Due opere nel portafoglio della Pinacoteca di Brera, il cui restauro è stato completato grazie al contributo di aziende, che hanno beneficiato dell’Art bonus.

Questa prima mostra è però solo l’uscita numero uno di una serie di eventi che Borsa Italiana conta di organizzare all’interno della sua piccola galleria d’arte. Big nasce come casa per le opere restaurate nell’ambito del programma “Rivelazioni” della Borsa, che punta a coinvolgere quotate e non nel recupero di pezzi d’arte, beneficiando dei vantaggi fiscali dell’Art bonus, ma anche per altre iniziative culturali. Al momento i vertici di Piazza Affari hanno siglato un accordo con la Pinacoteca di Brera per avviare le prime collaborazioni del suo “Rivelazioni”, ma sono aperti canali di dialogo con le Gallerie dell’Accademia di Venezia, che hanno opere in cerca di mecenate, il Maxxi di Roma e gli Uffizi di Firenze.

Tuttavia l’amministratore delegato di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi, punta anche ad aprire le porte di Big a gallerie d’arte e musei di Milano o della Lombardia per mostre o manifestazioni speciali. A tutti gli effetti, quello nato sotto la sala delle contrattazioni di Palazzo Mezzanotte è un museo vero e proprio, sebbene di una stanza sola, che potrà essere visitato su richiesta o durante le iniziative culturali a porte aperte.

Piazza Affari muove i primi passi come promotore artistico nel 2014, quando decide di avviare Finance for Fine Arts. L’obiettivo è gettare un ponte tra i privati e le istituzioni per valorizzare il patrimonio artistico italiano. La Fondazione del London Stock Exchange Group, a cui fa capo anche la Borsa di Milano, ha perciò finanziato il restauro e la digitalizzazione di un dipinto di Tiziano, il “Cont Antonio di Porcìa e Brugnera”, a cui è seguita l’archiviazione in pixel di altre cento opere di Brera. È poi arrivato il capitolo “Rivelazioni”, che ha già permesso il recupero di sette dipinti. Oltre al Picasso e al Dolci esposti a Palazzo Mezzanotte, si contano “La Maddalena” del Giampietrino, la “Deposizione con San Michele” di Simone Barabino, un “San Giorgio e San Giovanni Battista” di Dosso Dossi, l’”Elevazione della Maddalena” di Marco D’Oggiono e una “Madonna dell’umiltà”, attribuita al Maestro della Pala Sforzesca.

La Borsa di Milano, esempio di architettura italiana degli anni Trenta, può già fare vanto di una serie di pezzi d’arte al suo interno, come il velario in vetro con le costellazioni che sormonta la sala della grida, disegnato da Gio Ponti. E davanti a Palazzo Mezzanotte Maurizio Cattelan ha voluto installare la sua ciclopica scultura L.O.V.E., che ormai è diventato parte integrante della piazza.

Il Comune di Milano, nel frattempo, ha già lanciato una proposta alla neonata galleria d’arte: partecipare a marzo alla prima edizione di Museocity, un weekend dedicato alla scoperta dei musei e delle collezioni storiche e artistiche della città.

 

lascia un commento

One thought on “Una galleria d’arte nella Borsa di Milano: apre Big”

  1. Carla Scaini scrive:

    Dialogo tra Arte e Finanza:giusto contemperamento di interessi per un obiettivo comune, valorizzare cultura e patrimonio di Tutti!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
La Triennale di Milano presenta la stagione 2017/2018

7 settembre 2017

Otto mostre in arrivo a partire da “There is the Planet”, monografica sull’architetto, designer e …
Le persone
“Manet e la Parigi moderna” in mostra a Palazzo Reale

20 aprile 2017

Fino al 2 luglio Milano ospita le opere del grande maestro che ha aperto ad …
Le persone
Keith Haring. About Art: un viaggio attraverso la storia dell’arte

21 marzo 2017

Milano celebra il genio di Keith Haring con una mostra visitabile fino al 18 giugno …