Un Fuorisalone del cibo: una settimana per riscoprire i valori della tavola

28 aprile 2017


Un Fuorisalone del cibo: una settimana per riscoprire i valori della tavola

In corrispondenza di Tuttofood nasce Milano Food City. Eventi, mostre, assaggi e laboratori aiutano a valorizzare il piacere del buon cibo e l’impatto economico di un settore come quello agroalimentare.

È l’eredità dell’Esposizione universale di Milano. Un dna che la città ormai ha espresso e che vuole sviluppare all’ennesima potenza. Milano capitale del cibo, Milano meta di riferimento per l’industria agroalimentare. La capitale economica dell’Italia ha trovato nella tavola una formula per sostenere la crescita di nuove imprese e stimolare la creazione di startup innovative. E ora si dota di quello che può suonare come un festival del cibo. Una Food week, una settimana di eventi, locali aperti, assaggi, cultura del cibo, incontri con chef, networking tra imprenditori. A tutti gli effetti, un Fuorisalone della gastronomia in corrispondenza di Tuttofood, il salone del cibo ospitato alla Fiera di Milano.

Dal 4 all’11 maggio Milano Food City promette di fare della città una grande tavola collettiva. L’antipasto viene servito mercoledì 3 maggio. Il Comune di Milano ha deciso di prendere parte alla manifestazione organizzando una serata gratuita, all’insegna della convivialità con performance musicali e artistiche, video-installazioni di arte e reading, che descriveranno le buone pratiche dell’alimentazione, la cultura del cibo e i temi espressi dalla Carta di Milano. Ossia l’eredità immateriale di Expo, un documento che immagina come far sì che ci sia equa distribuzione degli alimenti tra tutti i popoli della terra.

Dal 4 inizia la festa. All’Arco della Pace i caselli daziari saranno trasformati in info-point per eventi. Saranno proposte sessioni “live” in cui 12 chef da 12 Paesi reinterpreteranno dal vivo i grandi classici e, in 7 prestigiosi hotel 5 stelle, l’aperitivo milanese. Ci sarà anche un’Area Gourmet all’interno della manifestazione. L’enogastronomia del Bel Paese è il cuore di Italian Gourmet, al Superstudio Più dall’8 al 10 maggio. La tre giorni non-stop di cultura e cibo si articolerà in 4 aree tematiche tra show-cooking, degustazioni e talk-show.

Sabato 6 e domenica 7 maggio vanno in scena i Bio Days, che si occuperanno di sostenibilità, valori nutrizionali, motivazione al consumo con degustazioni, dibattiti, ma anche sconti in ristoranti e negozi bio. Sarà presentata inoltre “Le virtù dell’Ospitalita”: una carta etica con cui i ristoranti aderenti diventano tappe di un percorso virtuoso all’insegna della sostenibilità.

E sarà festa anche per i bambini dai 3 ai 12 anni: laboratori, educazione alimentare, come una fattoria simulata, un orto a misura di bimbo e attività di cucina per “piccoli chef”.

Il 6 maggio, invece, sarà la volta dei portoni. Una sorta di flash mob diffuso in tutta la città. I milanesi sono chiamati ad aprire i portoni dei palazzi per organizzare una cena condivisa nel cortile di casa con vicini di pianerottolo, di stabile, di via o di quartiere. L’immagine sarà quella di un’infinita tavola imbandita per i rioni della città. A cui aggiungere le iniziative delle altre province lombarde, che saranno ospitate da Regione Lombardia a Milano nel programma di eventi “Sapore in Lombardia”, per far conoscere le altre eccellenze gastronomiche locali.

Il palinsesto contempla anche il progetto Food Friends, che ha “l’obiettivo di unire il territorio attraverso il denominatore comune dell’alimentazione, diventando laboratorio di sperimentazione e di tendenze di nuovi saperi del gusto e di innovazione tecnologica con show cooking e approfondimenti a Palazzo Bovara, ai caselli di Porta Venezia e al Capac, il Politecnico del Commercio”, spiegano gli organizzatori. Durante i Food Friends Day, bar e ristoranti offriranno menù degustazioni con prodotti di Milano. Di sera si passa alle Food Friends Night, serate di feste nelle principali vie della città, che durante il fine settimana diventeranno Food Friends Weekend. Spazio anche alla beneficenza e alla lotta allo spreco alimentare.

Anche Tuttofood parteciperà alle attività fuori dalla fiera. “Con il progetto Week&Food porterà per la prima volta i professionisti fuori dai cancelli del quartiere fieristico e organizzerà eventi in città allargati ad un pubblico di appassionati gourmand, cittadini e turisti – spiegano gli organizzatori della fiera -. Tra i numerosi eventi spiccano Taste of Milano e Italian Gourmet dove, rispettivamente al The Mall di Porta Nuova e al Superstudio Più, chef, maestri pasticceri, gelatieri e panettieri daranno vita a masterclass e show-cooking, degustazioni e talk-show”.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
L'associazione
Dai ristoranti stellati del Perù alla birra del Vietnam: quattro mete gastronomiche a sorpresa

28 aprile 2017

Cuba, Perù, Vietnam e Madeira sono quattro località che offrono curiose esperienze a tavola per …
Le imprese
A casa o in ufficio, i tuoi piatti più amati… in un salto

26 settembre 2016

Selezione attenta dei ristoranti, alta qualità dei piatti, grande cura nella consegna e nel rapporto …
Le persone
I consigli di benessere dello chef-scienziato

21 settembre 2016

Il benessere passa anche dalla tavola. Non è un luogo comune: il nostro dna dialoga …