Le imprese
La manifattura che cresce

Strategie vincenti in azienda, gli esempi da imitare

14 settembre 2015


Strategie vincenti in azienda, gli esempi ...

Migliorare la strategia, aumentare le vendite, portare innovazione in azienda: per avere successo, leggi le storie di chi ce l’ha fatta.

Un paese di CT

In Italia siamo sempre tutti bravi a dare consigli: “perchè non fai così, ma no dovresti fare cosà, hai sbagliato tutto, ti dico io come fare”.

L’esempio più classico e lampante è lo sport nazionale: il calcio. Quando gioca l’Italia, ma anche la squadra del cuore, sembra che in panchina al posto del mister ci sia ognuno di noi. Perché noi sì che avremmo saputo come battere l’avversario, noi sì che il ‘3-4-3′ è un modulo che non avremmo mai schierato.

Ma quando poi si passa alla pratica, la musica cambia.

A ognuno la sua strada

È facile fare proclami e dire: investo in tecnologia, aumento la pubblicità, punto sulla formazione del personale o inizio a vendere all’estero. Il risultato a cui ogni impresa aspira è il successo e arrivare alla fine dell’anno coi conti positivi e una solida posizione sul mercato.

Ma non è detto che la strada sia la stessa per tutti: in Italia ci sono molte imprese di successo e analizzare il loro percorso di crescita può essere uno stimolo molto utile per riflettere sulla propria di impresa. E magari, perché no, prendere esempio.

Quelli che… amplio il business e creo nuovi prodotti

Una delle strategie di successo più seguite dalle aziende consiste nell’ampliare il proprio core business, sviluppando nuovi prodotti oppure aprendo a nuovi mercati, arrivando nel corso degli anni a modificare la propria offerta anche in modo importante. La parola d’ordine, insomma, è diversificare.

E’ il caso della Cedaspe Spa, che ha puntato sulla varietà di prodotti in catalogo per crescere, esattamente come ha fatto Sices 1958 Spa: “Uno dei fattori del nostro successo – spiega l’a.d. Alberto Ribolla – è la diversificazione: abbiamo iniziato l’attività con la produzione di valvole per Oil & Gas per poi espanderci nella produzione di caldaie chiavi in mano fino ad arrivare alla produzione di componenti per il comparto aerospaziale”.

Stessa strategia per la Gibertini Elettronica Srl: “Papà, il fondatore, era un chimico – racconta l’a.d., Benvenuto Gibertini -. Quando siamo entrati, i miei fratelli e io, l’azienda produceva bilance per laboratori chimici, poi ci siamo espansi producendo bilance per altri ambiti, tra cui l’enologia. Oggi abbiamo ampliato ulteriormente con le bilance industriali e produciamo anche conta pezzi con tolleranza zero, tanto che nel mondo automobilistico siamo omologati quali fornitori per i produttori di componenti per importanti gruppi automobilistici mondiali”.

Quelli che… punto tutto sull’internazionalizzazione

Una delle chiavi di successo per la crescita e lo sviluppo delle imprese è senza dubbio l’espansione sui mercati internazionali. Sono ormai poche le aziende che si rivolgono esclusivamente a un pubblico nazionale, perché la globalizzazione ha reso più facile negli anni andare alla conquista di nuovi mercati, spesso extra-europei. “Ormai per noi le vendite in Europa non sono più considerate export”, sintetizza Giulio Properzi, presidente di Continuus-Properzi Spa. Anche perché, aggiunge Ricardo Rink, a.d. di Ritrama Spa, “il nostro gruppo ha sede in Italia ma le opportunità di crescita sono fuori”.

La recente crisi economica per alcuni è stata l’occasione di accelerare questa fase di internazionalizzazione, alla ricerca di bacini d’utenza meno toccati dalle difficoltà dell’economia. Perché l’importante è saper cogliere il momento giusto: “Se acquisto adesso un nuovo stabilimento a Jakarta – sottolinea Amedeo Spinelli, presidente di L’Isolante K-Flex Srlmi costa un milione, se invece pospongo la decisione tra cinque anni, l’investimento richiesto salirà a 30 milioni”.

Capita a volte, è il caso della Ponzini Spa, che siano i clienti stessi a trainare il processo di internazionalizzazione: la prima filiale aziendale, infatti, è stata aperta in Cina su richiesta di uno dei principali fornitori per supportare il mercato locale. In questi casi, “ci vuole sempre molta cautela nel gestire le differenze culturali”, commenta Fabrizio Castoldi, presidente di BCS Spa. Fondamentale, poi, è capire se coinvolgere nelle filiali manager locali o pensare a un trasferimento, anche temporaneo, del management italiano.

Quelli che… preferisco lo sviluppo interno

Puntare sulla crescita organica per molte aziende è una scelta naturale, soprattutto all’inizio di un percorso di sviluppo. Lo conferma Alessandro Spada, ceo di VRV Spa:All’inizio siamo cresciuti internamente, anche attraverso il sostegno dato allo sviluppo dai fornitori fidelizzati. Poi siamo passati alla ricerca di tecnologia e di espansione geografica attraverso le acquisizioni”. Per partecipare alle gare internazionali, prosegue il manager, “stringiamo alleanze con altre aziende partecipanti”.

Leggi anche:

– Il comunicato stampa “Innovazione, internazionalizzazione e capitale umano: driver di crescita delle imprese M3

Manifatturiero: 50 strategie per le PMI. Da copiare senza farsi scrupoli

La manifattura che cresce: percorso online di sviluppo per medie imprese

La manifattura che cresce: gli ostacoli alla crescita delle imprese

– La manifattura che cresce: 5 aspetti da tenere d’occhio per essere più competitivi

I fattori su cui puntare per far crescere la tua impresa

 

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
In equilibrio tra tradizione e innovazione. La storia della Botta Packaging

19 gennaio 2017

Da tre generazioni produce imballaggi in cartone ondulato ed oggi ha a disposizione 10 linee …
Le imprese
Tre sfide del futuro che aspettano la tua azienda

1 dicembre 2015

Continuare ad avere successo nei prossimi anni, crescere e ampliare il proprio appeal sul mercato: …
Le imprese
La manifattura che cresce: i punti deboli da migliorare

9 novembre 2015

Tutti gli aspetti da tener d'occhio per non prestare il fianco alla crisi e continuare …