L'associazione

Social2Business, idee d’impresa che prendono il volo

21 ottobre 2014


Cronaca semiseria di un evento che sfida la scaramanzia, fa crescere le idee e premia quelle che hanno gambe per camminare. Pardon, ali per volare.

Doppio schiaffo alla scaramanzia

C’è chi non transige sul fatto che “di venere e di marte non si sposa e non si parte” e chi, se il 17 del mese cade di venerdì, preferisce chiudersi in casa e aspettare che passi la mezzanotte. I Giovani Imprenditori non ci credono, mentre sono fermamente convinti che un’idea nata in un garage (i precedenti illustri non mancano) possa decollare fino a diventare un progetto internazionale. Gente strana, questi ‘ragazzi’.

E così, scelgono venerdì 17 (ottobre) per aprire i lavori del Social2Business 2014, coinvolgendo aziende, imprenditori e aspiranti tali, startupper, finanziatori, ricercatori, professionisti e istituzioni interessati a sviluppare collaborazioni e partnership, senza troppe formalità ma con la determinazione di chi fa sul serio.

Il “Direttivo dei Direttivi”

La prima tappa è a Palazzo Lombardia: lì si incontrano tutti insieme, la mattina, i Consigli Direttivi dei Gruppi Giovani delle associazioni territoriali che hanno contribuito a dar vita all’iniziativa. È l’occasione per conoscersi dal vivo, per darsi volti e voci, per sentirsi parte di un gruppo che crede nell’imprenditorialità e trova il coraggio di rischiare (ma con la testa) in una fase così difficile per chi ha voglia di camminare con le sue gambe. È anche il primo spazio, ancora ristretto, di business matching.

Hola, ¿qué tal?

Sono spagnoli ma la loro puntualità è svizzera: sono gli imprenditori in arrivo da Barcellona che, con il supporto di Vueling, atterrano in Piazza Città di Lombardia giusto in tempo per un momento di networking mordi (il pranzo) e fuggi (anzi, meglio di no).

Anche perché a questo punto tocca alle istituzioni: i saluti ufficiali, dopo l’apertura di Emiliano Novelli, presidente dei Giovani Imprenditori di Assolombarda, sono quelli di Mario Melazzini, assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione della Regione Lombardia, che ospita l’evento, e di Cristina Tajani, assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca del Comune di Milano, altro partner storico di moltissime iniziative targate Giovani Imprenditori. Per chi non l’avesse capito, le partnership tra istituzioni del territorio e iniziative giovanili funzionano.

Chi ha paura delle expopportunity?

A questo punto partono i project desk, incontri focalizzati su altrettante aree tematiche: la stampa 3D, la reti d’impresa, le expopportunity, la social & digital communication, le energie rinnovabili… In tutto, 14 ambiti in cui c’è spazio per fare matching tra professionisti che hanno qualcosa da mettere in comune e tutta l’intenzione di farlo.

Tra giri di tavoli, sali scendi da un piano all’altro dei 50 di Palazzo Lombardia, scambi di idee e di ipotesi di business, anche il pomeriggio vola. Un aperitivo veloce, lo scambio degli ultimi biglietti da visita e delle prime impressioni sul networking e poi via, alla volta di Malpensa.

Let’s try, let’s fly

Sul transfer per l’aeroporto il livello dei decibel è da gita scolastica, ma arriva subito la nuova missione, in busta chiusa come nei migliori telequiz anni ‘70: i componenti dei team (un numero a caso: 17) saliti a bordo devono presentarsi agli altri membri del proprio gruppo raccontando le proprie esperienze e skill imprenditoriali. Dove sta la sfida? Hanno due minuti ciascuno.

Cinture allacciate, decollo e i team di giovani imprenditori sono di nuovo al lavoro. Nell’aria, il profumo di startup e di innovazione è così intenso che si può quasi toccare. Ed è talmente forte la voglia di sviluppare idee – e, naturalmente, di vincere il contest organizzato da Vueling per il sabato a Barcellona – che i giovani imprenditori riescono ad abbattere, metaforicamente, le barriere dei sedili dell’aereo, creando circoli dove mettere alla prova le loro capacità imprenditoriali.

Quando il gioco si fa duro, gli imprenditori cominciano a giocare

Quando si atterra a El Prat è già notte. Poche ore di sonno e giusto il tempo di buttar giù un caffè e riorganizzare le idee: li aspetta già il Mobile World Center, con i loghi di Far Volare Milano e Social2Business che campeggiano in Plaça de Catalunya.

In un’atmosfera distesa e carica di energia positiva, ma con la tensione e la voglia di vincere che diventano sempre più palpabili, i team hanno due ore di tempo per mettere a punto i progetti e sviluppare le presentazioni. Special mention: i membri della crew Count Miles si svegliano all’alba (o forse non vanno nemmeno a dormire, ma questa è un’altra storia) per stampare adesivi e t-shirt con il logo della loro startup. Per non essere da meno, ma non proprio di prima mattina, altri team si lanciano sulla comunicazione social creando profili Twitter e pagine Facebook per far volare le loro idee anche sul web.

Quattro premi… più uno

Big ben dice stop e incomincia la passerella. Il format è quello dei pitch a cui sono abituate le startup, presentazioni veloci dei concept e dei modelli di business. Sul palco, sketch teatrali, video musicali e video emozionali, oltre alla caduta rovinosa di uno speaker che si riprende con impeccabile nonchalance. In platea il clima è da stadio con le squadre sullo 0 a 0 all’85° della finale di Champions. La giuria – Assolombarda, l’agenzia per la competitività d’impresa del Governo della Catalogna ACCIÓ, la rivista spagnola Emprendedores e Vueling – si ritira per deliberare.

Quattro le categorie da valutare: “Best Startup Project”, “Best 2.0 Travel Biz”, “Best Tourism” e “Best Technology” (sponsorizzato da Sony), da premiare con 30 voli Milano-Barcellona offerti da Vueling per continuare faccia a faccia lo sviluppo delle idee migliori. Più il “Premio della stampa”, che si aggiunge al momento grazie alla collaborazione tra i giornalisti italiani e spagnoli che hanno accompagnato tutto il percorso del Social2Buisiness.

Di venere e di marte…

Premiazione, applausi, standing ovation per i vincitori. Il Social2Business si conclude, ma non finisce. Resta l’onda lunga dell’energia e dell’entusiasmo, restano le nuove maglie della rete delle conoscenze che ognuno ha stretto a terra e in volo, restano le idee e i progetti germogliati in due giornate serratissime e resta l’amicizia tra chi ha lavorato duro perché tutto riuscisse al meglio. Anche chi non ha vinto non torna a mani vuote.

Chi ha partecipato alle edizioni precedenti parla di amori nati durante il Social2Business. E sembra che qualcuno sia perfino (con)volato a nozze. Anche questi sono progetti con le ali. Alla faccia di chi è convinto che “di venere e di marte…”

And the winners are…


Best Startup Project e premio della stampa
Il progetto: MOAC – Massive on air courses
Il team: Elena Covini, Lilia Aquilino, Antonio Garcia Serrano, Viola Verga, Nicolás Alcalá, Jose Romero
L’idea: e-learning on board sulle tematiche più disparate
In pratica: in aereo si sceglie una tematica e la si approfondisce per rendere il viaggio produttivo.


Best 2.0 Travel Biz Project
Il progetto: The Aviators
Il team: Matteo Piccini, Marco Salvadeo, Eduard Garcia, Sandra Huerto, Luca Donelli, Cosma Musacchio
L’idea: il tempo vola, usalo per far crescere la tua impresa
In pratica: un modo innovativo di organizzare e vivere i viaggi di lavoro. Grazie ad un’app è possibile ottenere informazioni su altri viaggiatori per creare opportunità di business matching in aereo, ai terminal, in albergo ecc.


Best Tourism Project
Il progetto: Carswapp
Il team: Debora Garetto, Eva Soldino, Susanna Previtali, Paco Tormo, Àlex Rodríguez, Gabriele Lipolis
L’idea: Car sharing
In pratica: la possibilità di scambiare l’automobile tra persone che partono e persone che arrivano in aeroporto.


Best Technology Project
Il progetto: You my legs
Il team: Alberto Barberis, Francesc Balagué, Dani Roig, Giordano Riello, Matteo Masserdotti, Jordi Silvente
L’idea: You my legs
In pratica: un social network per la condivisione di esperienze di viaggio, con streaming a 360°, per le persone impossibilitate a viaggiare a causa di impedimenti motori.

Social2Business – Vai alla gallery fotografica

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
L'associazione
#DaNoiRiparteItalia – L’Assemblea raccontata dai social network

13 ottobre 2016

[View the story "L'Italia riparte da noi - Assemblea Generale 2016" on Storify]
L'associazione
Social2Business, networking ad alta quota

14 ottobre 2014

L’edizione 2014 di Social2Business parte dalle IDEE: Innovation, Dedication, Envisioning, Engagement. Questi i concetti chiave dell’evento …