L'associazione
cyber security

Sicurezza informatica, Assolombarda si allea con la Polizia Postale

28 febbraio 2017


Sicurezza informatica, Assolombarda si allea con la Polizia Postale

Siglato un protocollo per aumentare la consapevolezza dei rischi, promuovere attività di prevenzione, gestire gli attacchi e fare formazione. 

Nel 2016 gli assalti via phishing sono aumentati del 1.166%, ma non tutte le aziende sono consapevoli dei rischi.

La sicurezza informatica è un tema sempre più strategico per le aziende. Nel 2016 nel mondo gli attacchi cyber hanno raggiunto picchi mai toccati prima. La sanità ha assistito ad un aumento del 102% degli assalti informatici rispetto al 2015, la grande distribuzione ha subito il 70% di attacchi in più, banche e istituzioni finanziarie il 64%. L’ultimo rapporto Clusit sulla sicurezza informatica segnala che in dodici mesi, tra il 2015 e il 2016, gli attacchi di phishing sono cresciuti del 1.166%.

L’assedio è sotto gli occhi di tutti, tuttavia due terzi degli attacchi non sono nemmeno rilevati. Assintel Confcommercio calcola che nel 2016 le aziende italiane abbiano speso il 6,1% in più del 2015 in cyber security, per un totale di 1,2 miliardi di euro. Però, a sostenere queste spese sono le imprese medio-grandi, le piccole società non hanno ancora compreso appieno l’impennata del cybercrime.

Come Assolombarda abbiamo deciso di dare un contributo anche in questo settore. Riteniamo che sia fondamentale l’alleanza tra il pubblico e il privato, al fine di aumentare la consapevolezza dei rischi da parte degli imprenditori e dei cittadini, di promuovere attività di prevenzione e gestire eventuali attacchi. È da queste premesse che nasce un’alleanza con la Polizia di Stato.

Il 27 febbraio Assolombarda ha siglato un’intesa con il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni della Lombardia. Il protocollo di collaborazione riguarda gli attacchi informatici e le frodi nel settore dell’e-commerce. L’obiettivo è evitare che chi concluda acquisti sui siti di aziende associate ad Assolombarda possa cadere vittima dei raggiri o dei crimini dei pirati informatici. Assolombarda e la Polizia Postale si impegnano a diffondere la cultura della sicurezza informatica, elaborare standard per rafforzare le infrastrutture informatiche, identificare i fattori di rischio e, di conseguenza, elaborare strategie per evitare o prevenire le frodi in rete, formare il personale dell’Associazione, anche come supporto agli associati, e avviare momenti di confronto sui temi di questa intesa.

Il protocollo è il primo passo di una roadmap che impegnerà per tutto il 2017 l’Associazione sul fronte della sicurezza sul web. Assolombarda attiverà un help desk per la cyber security, a cui gli associati potranno rivolgersi per avere supporto sulle problematiche aziendali. Inoltre, sarà diffuso un vademecum per spiegare come si può fare denuncia alle autorità in caso di attacco cyber e sarà sviluppato un template per gestire gli assalti dei pirati del web. Infine, Assolombarda programmerà eventi formativi per gestire la web reputation e i danni di immagini causati da attività criminali online. Ai momenti formativi potranno partecipare anche esperti del Compartimento di Polizia Postale per fornire la loro expertise tecnica sull’argomento.

Il protocollo con la Polizia Postale non è la prima iniziativa messa in campo dall’Associazione per fare cultura e prevenzione in materia di cyber security. Infatti, l’anno scorso, nell’ambito dei servizi ai nostri associati, abbiamo costituto un advisory board sulla cyber security, con circa 20 aziende partecipanti. L’obiettivo è sensibilizzare le piccole e medie imprese e supportare il top management delle più grandi nella gestione dei profili di rischio legati alla sicurezza informatica. In questa operazione, Assolombarda ha trovato una spalla nel Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica (Cini), composto dai massimi esperti in Italia del settore, per trovare soluzioni adeguate ed efficaci. Per questo, abbiamo avviato una serie di indagini e focus group per definire l’offerta di servizi e stiamo lavorando alla realizzazione di guide per le imprese e percorsi di autovalutazione per aiutare le aziende a monitorare il loro grado di rischio.

Michele Angelo Verna
Direttore Generale Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza

 

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Sicurezza informatica, le aziende sono pronte: per i giovani un’opportunità di lavoro

19 gennaio 2017

Il 45% delle società del Belpaese ha osservato un calo delle violazioni dei dati, una …
Le persone
Imprese e vincoli amministrativi: analisi e possibili soluzioni

24 febbraio 2016

Michele Verna, Direttore Generale di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, propone una panoramica sui …