L'associazione
Milano

Riapre la piscina-gioiello Caimi… e diventa spettacolo

23 giugno 2016


Riapre la piscina-gioiello Caimi… e diventa spettacolo

Il Centro Balneare, costruito negli anni 30 e chiuso da dieci anni, riapre tra pochi giorni. Uno spazio magnifico in pieno centro che ritorna ai cittadini come luogo di relax di giorno e che la sera si trasforma in teatro.

Come un’oasi, con piante, giardini, statue, e al centro lei, la storica vasca lunga 50 metri e larga 25. Riapre a Milano l’ex Centro Balneare Caimi, rimasto chiuso per quasi dieci anni davanti al Teatro Parenti, in via Carlo Botta.

Una piscina che diventa palcoscenico teatrale, pronta a ospitare spettacoli estivi. Una pedana galleggiante al centro che ricrea il proscenio e spazi reinventati per accogliere gli spettatori a sfioro dell’acqua.

L’inaugurazione è stata mercoledì 22 giugno, ma per la riapertura al pubblico bisogna aspettare fine mese. Di giorno accoglierà chi cerca un po’ di ristoro dal caldo, la sera gli spogliatoi diventano camerini che ospitano attori, musicisti, figuranti, ballerini.

Gli spazi della piscina Caimi sono originari degli anni Trenta, quando costituivano un unico complesso con la sede del Teatro Franco Parenti, ma nel 2007 sono stati chiusi per mancanza di risorse. Poi la visionaria regista Andrée Ruth Shammah ha preso in mano la situazione, dando vita alla Fondazione Pier Lombardo, che unisce il Comune di Milano con altre istituzioni pubbliche, aziende e privati, che hanno contribuito a far rinascere questa gemma nel cuore della città, 14mila metri quadri tutelati dalle Belle Arti, un vero gioiello.

Alla Pier Lombardo è stata affidata la ristrutturazione, il mantenimento e la gestione della piscina. I lavori sono partiti a ottobre del 2014 grazie a soldi raccolti tra fondi statali, sponsor di privati e alla generosità di tanti cittadini e con la collaborazione del Fai.

Un primo assaggio di quello che sarà, lo hanno potuto avere gli ospiti della sfilata della moda uomo che si è tenuta nei giorni scorsi, organizzata con i giocatori di pallanuoto della canottieri Milano in allenamento.

L’evento di inaugurazione che si è tenuto nella serata del 22 giugno ha visto invece 40 elementi dall’Orchestra Milano Classica diretta da Michele Fedrigotti, suonare sul palco galleggiante centrale reinterpretando le musiche di Lorenzo Senni, artista di spicco della nostra avanguardia elettronica, arrangiate da Francesco Fantini.

Suoni elettronici che diventano liquidi, riadattati per ipnotizzare il pubblico che prende posto sulle gradinate intorno alla vasca. E che anticipano quello che sarà il sogno di una notte di tutta estate: tra luci, fiori, musica, terrazze, il teatro si prende la scena prima del calare del sole, con aperitivi a bordo piscina, poi la serata prosegue in musica e con tanti altri progetti che la visionaria Shammah ha tutta l’intenzione di voler concretizzare a breve.

Milano ha ritrovato la sua piscina-gioiello, ora l’estate può cominciare.

lascia un commento

One thought on “Riapre la piscina-gioiello Caimi… e diventa spettacolo”

  1. Splendido! queste iniziative ci fanno sperare in un futuro migliore, complimenti a tutti coloro che vi hanno creduto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
L'associazione
Giovani e spettatori stranieri: ecco come è cambiato il pubblico della Scala

11 gennaio 2017

Il Piermarini ha commissionato una ricerca per scoprire chi frequenta il tempio della lirica in …
L'associazione
Milano, il decennio della ripresa

10 gennaio 2017

Si chiama “Milano, storia di una rinascita. 1943–1953 dai bombardamenti alla ricostruzione” la mostra ospitata …
Le imprese
Un ponte digitale sull’oceano: Milano e New York si scambiano modelli di innovazione

16 dicembre 2016

Accordo tra Palazzo Marino e la Grande Mela per rendere più efficienti i servizi pubblici …