L'associazione
Assemblea 2017

Quattro innovazioni per rilanciare il Paese – di Oscar Giannino

21 giugno 2017


Quattro innovazioni per rilanciare il Paese – di Oscar Giannino

di Oscar Giannino, editorialista, Il Messaggero.

Un esordio molto interessante, quello alla Scala del neopresidente di Assolombarda, Carlo Bonomi, che nel suo discorso inaugurale ha dato spazio a quattro innovazioni di un certo peso.

La prima è sul metodo che Assolombarda si propone di seguire. Bonomi ha rilanciato la questione settentrionale, ma con una diversità di fondo: nessuna indifferenza al ruolo solidale di traino nazionale che il Nord deve esercitare. Al contrario, il Nord deve elaborare proposte specifiche incardinate sulle proprie necessità, così come deve prepararle il Sud. Infatti, i gap nella crisi sono cresciuti ed è inutile negare che solo sciogliendo i troppi vincoli fiscali e amministrativi che gravano sulla locomotiva del Paese, essa potrà esercitare meglio la sua funzione solidale. “Il Nord non è Roma, come Roma non è il Sud”, ha detto Bonomi. Che per questo proporrà a tutte le grandi territoriali settentrionali di Confindustria cantieri comuni sulle politiche fiscali, sulle politiche attive del lavoro, e sulle partnership d’impresa.

La seconda è sui giovani. “Industria 4.0 non è solo questione di investimenti e tecnologia, dobbiamo presentarla ai giovani come una rivoluzione culturale”. Con l’accenno alla Buona Scuola, che ha portato alla messa in ruolo di circa 140mila insegnanti senza però cambiare l’offerta formativa, necessaria per adeguarsi alle sfide del mondo produttivo sempre più veloce, Bonomi ha voluto spostare l’attenzione del dibattito pubblico su chi frequenta la scuola, non solo su chi ci lavora.

La terza è sul fisco. Bonomi ha rilanciato la riforma dell’IRPEF. Senza una convergenza verso la neutralità delle aliquote gravanti su tutti i redditi, da lavoro, capitali e produzione, non si restituisce al fisco la sua funzione di leva per la crescita. Ha, inoltre, parlato di imposta negativa per chi ha meno, e di contestuale riduzione del perimetro della Pubblica Amministrazione e della spesa pubblica.

Infine, una presa di posizione nettissima a favore dell’Europa e dell’euro, contro ogni tentazione protezionista, autarchica e populista. Bonomi ha esplicitato la sua posizione riguardo alle elezioni anticipate, inutili se ignorano le ragioni dell’economia, e al proporzionale, che impedisce agli elettori di pronunciarsi su coalizioni e programmi di governo.

Le quattro innovazioni proposte da Bonomi dimostrano come Assolombarda non si voglia disimpegnare dalla grande responsabilità civile per gli interessi dell’Italia. Fermamente convinta della necessità di estendere in tutto il Paese quella grande alleanza pubblico-privato che è la forza di Milano e della Lombardia, per proiettarsi come Italia sempre meglio nel mondo.

 

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le persone
#MilanoilFuturo – ‘Un tweet da Oscar’

13 aprile 2017

Per far volare Milano non servono solo motori di crescita e carburante finanziario. Serve la …
L'associazione
Una visione al centro – di Oscar Giannino

13 ottobre 2016

Da 20 anni – a tanto data l’andamento piatto della produttività italiana, e il fenomeno …