Le imprese
Digital Transformation

Quando l’intuito non basta. Competenze per la digital transformation

27 gennaio 2017


Quando l’intuito non basta. Competenze per la digital transformation

La digital transformation è una rivoluzione che sta portando grandi cambiamenti all’interno delle aziende e dei processi organizzativi in tutti i settori. Per affrontarla al meglio sono necessarie competenze strategiche che possano predisporre manager e collaboratori a un cambiamento anche culturale.

George, di ritorno da una passeggiata nel bosco con il suo cane, notò alcune palline rimaste attaccate alla sua giacca, le osservò al microscopio e vide piccolissimi uncini elastici. È così che è nato il velcro, un materiale innovativo e dai mille utilizzi. Qualche anno dopo, nel 1990, Joy stava lavando i pavimenti di casa ma si stancò di mettere le mani nell’acqua sporca per strizzare lo straccio. È così che è nato il mocio, uno strumento che ha rivoluzionato il modo di lavare.

Sono tante le aziende che hanno avuto successo grazie all’eccezionale intuito di un imprenditore che ha saputo muovere i giusti passi, offrendo un prodotto o servizio in grado di anticipare le esigenze dei clienti.

Ma in un’epoca come questa, dove bisogna muoversi su terreni inesplorati, facendo i conti con alcuni fenomeni che stanno stravolgendo il modo di fare impresa e di vivere il quotidiano, basta davvero affidarsi solo all’intuito?

Oggi gli imprenditori si trovano davanti ai social media, che da strumenti di interazione e condivisione sono diventati il mezzo principe per costruire il customer journey; ai big data che trasformano ogni persona e ogni oggetto in un centro propulsore di informazioni e connessioni; all’Internet of Things che collega tutto alla rete e rende internet così capillare nell’esperienza quotidiana da risultare scontato; all’intelligenza artificiale, che aggiunge alle macchine capacità cognitive per svolgere attività di basso profilo, lasciando all’uomo le mansioni di più alto livello.

Come affrontare questo scenario dirompente? Sperando in un’illuminazione?

La digital transformation è una rivoluzione che sta portando grandi cambiamenti all’interno delle aziende e dei processi organizzativi in tutti i settori, ma non si tratta solo di ammodernare l’azienda con macchinari tecnologici e innovativi. Manager e imprenditori devono fare un grosso cambiamento, anche culturale. È questa la sfida più grande che le aziende si trovano ad affrontare.

Con la trasformazione digitale le aziende hanno a disposizione un’enorme quantità di dati che rappresentano un asset di grande valore. Machine Learning, Internet of Things, cloud e mercati globali spingono sempre più il dato al centro dell’attenzione quale opportunità e chiave strategica per essere competitivi. I dati permettono all’azienda di capire dove sta andando il mercato, cosa vogliono i clienti e favorire in questo modo l’innovazione e la creazione di nuovi prodotti e servizi da offrire.

Fiuto e intuito non bastano più

I dati sono il cuore pulsante di un’organizzazione, informazioni necessarie per prendere le decisioni migliori per il business. Ma per trarre il massimo valore dai dati è necessario saperli gestire e sfruttare. Questa importante capacità non può essere delegata solo ai professionisti dell’IT, deve essere un patrimonio condiviso di tutta l’azienda e dei diversi reparti.  Ecco allora che manager e imprenditori devono basare le proprie scelte su dati certi per muovere le proprie azioni verso la giusta direzione: devono essere in grado di scovare nella massa di dati che hanno a loro disposizione le informazioni utili e di valore per il business.

Con il supporto di tecnologie di analisi è possibile diventare protagonisti del processo di innovazione nel proprio ambito di competenza e contribuire così al successo dell’azienda.

La raccolta dei dati e la loro analisi sono necessari per seguire le campagne marketing passo dopo passo e per capire quali attività stanno funzionando e cosa invece è migliorabile. Per esempio un’azienda può capire immediatamente come reagisce un cliente dopo aver usufruito di un contenuto o un servizio all’interno della propria app e così disegnare nuove esperienze e migliorare quelle esistenti, magari direttamente sul punto vendita.

In campo manifatturiero ad esempio, la sensoristica già disponibile nelle macchine per la produzione, se connessa in modo intelligente al ciclo produttivo, può portare a significativa riduzione dei costi e ottimizzazione dei processi. L’intelligenza artificiale, che aggiunge alle macchine capacità cognitive per svolgere attività di basso profilo, permette all’uomo di dedicarsi a funzioni di più alto livello.

Big data e analytics, al centro del piano Industria 4.0, diventano quindi il motore del cambiamento e sapere reagire velocemente ai cambiamenti sarà fondamentale per rimanere competitivi. L’analisi dei dati rappresenta un’importante chiave di lettura della realtà e del mercato di oggi e di domani: grazie agli advanced analytics è possibile tenere in ordine le informazioni disponibili, trovare relazioni inaspettate tra i dati e prevedere scenari di business futuri.

Scoprire il mondo dei dati

Per creare una cultura del dato e avvicinare anche chi non ha competenze tecniche, si può utilizzare anche il Digital Learning grazie a percorsi formativi dedicati a imprenditori, manager e a tutti coloro che desiderano scoprire l’affascinante mondo dei dati. Digital Learning semplifica concetti complessi e li rende fruibili anche ai non esperti. Non servono infatti conoscenze tecniche pregresse, gli utenti vengono infatti accompagnati passo dopo passo in un percorso che li porta ad acquisire le nozioni fondamentali per l’analisi dei dati per imparare ad estrarre informazioni di valore dai dati e poter prendere decisioni di business sulla base di informazioni certe.

Tre i percorsi formativi, che seguono i macro trend a grande impatto sul business: Data Management, Data Visualization e Advanced Analytics.

Data Visualization

Per esplorare e analizzare i dati in maniera visuale e avere così una vista completa sul business. Attraverso immagini esplicative, come grafici lineari, a torta o a bolle, manager e imprenditori possono ottenere un valore immediato dai dati e indentificare facilmente fenomeni e trend.

Data Management

Per garantire che i dati a disposizione delle aziende siano sempre efficaci e funzionali al raggiungimento degli obiettivi.

Advanced Analytics

Per scoprire insight, prevedere eventi futuri e prendere così le migliori decisioni di business per l’azienda grazie ad algoritmi innovativi.

Leggi anche:
Tanti dati a disposizione: ma come posso sfruttarli nella mia azienda?
Digital Transformation: non si può più stare a guardare
– Una customer experience su misura per sorprendere i clienti
Il potere delle immagini: a colpo d’occhio tutto il valore dei dati


SAS
è leader negli analytics. Attraverso analytics innovativi, software e servizi di business intelligence e data management, SAS, con oltre 80.000 installazioni in tutto il mondo, aiuta le aziende a prendere decisioni migliori in tempi brevi. Dal 1976 SAS fornisce ai clienti di tutto il mondo THE POWER TO KNOW®. In Italia dal 1987, ha oggi una struttura di oltre 330 persone operative nelle sedi di Milano, Roma, Venezia Mestre, Torino e Firenze.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Gli analytics incontrano l’Internet of Things

28 febbraio 2017

L’Internet of Things porta con sé nuove sfide: elaborare grandi quantità di dati non solo …
Le imprese
Il navigatore per la digital transformation

17 febbraio 2017

Gli analytics sono come il navigatore per un viaggiatore: aiutano a orientarsi e a trovare …
Le imprese
Il potere delle immagini: a colpo d’occhio tutto il valore dei dati

21 dicembre 2016

Con la trasformazione digitale le aziende hanno a disposizione un’enorme quantità di dati che rappresentano …