L'associazione

Piccoli inventori meccatronici di tutta Italia per “Eureka! Funziona!”

29 maggio 2017


Piccoli inventori meccatronici di tutta Italia per “Eureka! Funziona!”

Bambini delle scuole elementari alle prese con la meccatronica. A Milano è andato in scena l’evento finale di “Eureka! Funziona!”, progetto realizzato da Federmeccanica in collaborazione con Assolombarda e le associazioni territoriali di Confindustria, con il patrocinio del MIUR. 

Oltre 500 alunni delle classi quinte elementari sono arrivati a Milano da tutta Italia per l’evento finale del progetto Eureka! Funziona!, gara di costruzioni meccatroniche per giovani inventori che ha coinvolto, quest’anno, 41 città italiane. L’Auditorium dell’Università IULM è diventato il teatro di giochi, intrattenimenti, interviste ai piccoli protagonisti e spazio espositivo per le loro invenzioni. Le classi che hanno partecipato all’evento finale avevano vinto le varie edizioni territoriali organizzate in tutta Italia. Oltre ai form-attori del Teatro Educativo, che hanno intrattenuto il giovane pubblico per tutta la mattinata, l’ospite d’onore è stato Carlos Mastalli, che lavora al progetto del robot quadrupede idraulico HyQ insieme al team di ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).

Da questa edizione, infatti, Federmeccanica ha avviato una collaborazione con l’IIT, i cui programmi di ricerca si sviluppano imitando i processi biochimici, biomeccanici e biologici per migliorare le tecnologie a disposizione dell’uomo.

Anche Laura Rocchitelli, Consigliere del Gruppo Meccatronici di Assolombarda, ha partecipato all’evento adottando due delle invenzioni presentate dai giovani inventori e spiegando loro l’importanza dell’orientamento agli studi tecnico-scientifici, per tutti e a tutte le età.

Progettare e costruire un giocattolo che si muove a partire da un kit di materiali per avvicinarsi al mondo della meccatronica, nella quale convergono meccanica, elettronica e informatica. Sono questi gli obiettivi dei bambini che imparano giocando grazie alla realizzazione della loro invenzione da sottoporre a una giuria.

La meccatronica apre ai giovani nuove opportunità per accrescere le loro competenze e intraprendere percorsi di lavoro, fino a ieri inimmaginabili. Già oggi la meccatronica riveste un ruolo strategico per la crescita del Paese e la competitività delle imprese – spiega Diego Andreis, Presidente del Gruppo Meccatronici di Assolombarda, Vicepresidente Federmeccanica e Presidente CEEMET –. In questa direzione il progetto ‘Eureka! Funziona!’ rappresenta una valida occasione per far conoscere ai bambini, in modo divertente e creativo, il mondo della meccatronica. Infatti attraverso questa gara di costruzioni tecnologiche i piccoli inventori hanno avuto la possibilità di realizzare un vero e proprio giocattolo lavorando in team e sviluppando le proprie capacità”.

“Eureka! Funziona! – aggiunge il Presidente di Federmeccanica Fabio Storchi – ha dato modo a noi adulti di vedere quanto i bambini siano capaci, “giocando”, di apprendere e utilizzare anche le più complesse tecnologie, applicandole a creazioni molto originali. Il futuro è nelle loro mani e potranno essere protagonisti in quella Fabbrica Intelligente che nascerà dalla quarta rivoluzione industriale. Sono convinto che i bambini sapranno stupirci nella misura in cui noi sapremo trasferire loro, fin da piccoli, le chiavi dell’innovazione e della conoscenza, con responsabilità e la giusta dose di curiosità”.

Quest’anno il progetto ha coinvolto oltre 14.000 bambini delle scuole primarie. Federmeccanica e le associazioni territoriali coinvolte hanno provveduto alla distribuzione di 2.800 kit, confezionati dall’Associazione Realmonte impiegando rifugiati politici. A supporto dell’insegnamento dei principi della meccatronica sono state fornite agli insegnanti anche delle schede informative elaborate dall'”Associazione per l’Insegnamento della Fisica” e dall’Istituto Italiano di Tecnologia.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati