Le imprese
sicurezza

Perché è sempre meglio prevenire che curare

26 novembre 2015


Perché è sempre meglio prevenire che curare

L’associazione promuove due iniziative di Confindustria e del Comune di Milano per portare ancora una volta al centro dell’attenzione la cultura della sicurezza sul lavoro.

Un valore inestimabile

La sicurezza deve venire prima di tutto sul luogo di lavoro: da un lato permette alle imprese di gestire al meglio l’attività, dall’altro aiuta i lavoratori a concentrarsi su quello che devono fare senza altre preoccupazioni. Sapere di lavorare in sicurezza contribuisce a una maggiore competitività aziendale e migliora le relazioni all’interno dell’impresa. È un valore inestimabile che l’associazione supporta e promuove con continuità.

È importante per le aziende lombarde riuscire a continuare sulla buona strada intrapresa già da qualche anno: gli indici infortunistici sono stati in calo costante negli ultimi cinque anni (29,0% dal 2010) e questo trend si è visto anche nei primi nove mesi del 2015, con un altro calo del 5,0%. Sapere come muoversi in questo senso e conoscere bene la situazione attuale in ogni azienda permette inoltre di comunicare dati esatti ai media, che a loro volta possono informare meglio i loro lettori.

Due progetti (più uno) per continuare a migliorare

Oltre al progetto “Sicurezza al centro”, avviato nel 2014 dalla nostra associazione per affiancare le aziende e aiutarle a comprendere i dati infortunistici con chiarezza, Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza continua la sua attività di diffusione della cultura della sicurezza e segnala due progetti che si muovono in questa direzione.

Premio Imprese per la sicurezza 2015

Il primo progetto è il Premio Imprese per la sicurezza 2015, un concorso organizzato ormai da quattro anni da Confindustria e INAIL, con la collaborazione tecnica di APQI (Associazione Premio Qualità Italia) ed Accredia (Ente Italiano di Accreditamento). Le imprese interessate possono iscriversi entro il 14 gennaio 2016.

Partecipare non è importante soltanto per la possibilità di vincere il premio simbolico ma soprattutto perché ogni azienda riceverà un report completo sulla propria situazione aziendale: cosa funziona e cosa si può migliorare per rendere sempre più sicuro l’ambiente lavorativo. Inoltre, le imprese finaliste potranno richiedere una riduzione del tasso di premio INAIL compilando il modulo OT24 in sede di autoliquidazione. Ci saranno, inoltre, menzioni speciali per le aziende che sviluppano progetti specifici al loro interno, che aiutano i lavoratori nella formazione e informazione sui rischi/pericoli e che sviluppano progetti innovativi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Campagna “Adotta una tuta. Adotta la sicurezza”

Il secondo progetto è invece un’opportunità che il Comune di Milano dà alle aziende milanesi per condividere progetti sulle buone pratiche in tema salute e sicurezza sul lavoro. La campagna “Adotta una tuta. Adotta la sicurezza prevede tre tipologie di attività tra cui scegliere: migliorare il clima aziendale e ridurre il rischio di stress; sviluppo della cultura della prevenzione; introduzione di modifiche superiori agli standard di legge. Le imprese che hanno avviato al proprio interno attività in questi ambiti da almeno due anni, possono candidarsi entro il 28 febbraio 2016 e dare visibilità alle loro attività.

Quelle che saranno giudicate le esperienze più significative e efficaci saranno presentate il 28 aprile 2016 in occasione del Workers’ memorial day e verranno pubblicate sul sito del Centro per la cultura della prevenzione nei luoghi di lavoro e di vita. Per chi non può partecipare quest’anno la campagna “Adotta una tuta. Adotta la sicurezza” può essere uno stimolo per pensare e attuare progetti da presentare nelle prossime edizioni. Perché la salute e la sicurezza sono un percorso continuo.

Vuoi approfondire? Contatta Andrea Burlini, tel. 0258370573, e-mail: andrea.burlini@assolombarda.it

Per restare costantemente aggiornato, visita la sezione Salute e Sicurezza sul lavoro del sito www.assolombarda.it e iscriviti alla Newsletter.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
L'associazione
Nella città dove tutti vanno di corsa arriva il primo walking day

21 ottobre 2016

Camminare è l’attività sportiva più semplice e che, allo stesso tempo, dà grandi benefici al …
Le imprese
Lavorare meglio? Sì, dopo le dieci!

1 luglio 2016

Spostare la sveglia fa bene alla salute e al lavoro: lo dice il dr. Kelley, …
Le imprese
Storie di ordinaria burocrazia 6: il girone della salute e sicurezza

21 gennaio 2016

Segui le avventure a fumetti dell'intraprendente aspirante imprenditore Dante tra i burodiavoli del buroinferno della …