Le imprese

Operazioni con l’estero: come fare scelte gestionali corrette?

31 marzo 2017


Operazioni con l’estero: come fare scelte gestionali corrette?

Carlo Bonomi, Vice Presidente Assolombarda con delega a Credito e Finanza, Fisco, Organizzazione e Sviluppo, condivide i principali aspetti in ambito IVA per le operazioni triangolari comunitarie ed extracomunitarie. Un tool e una dispensa studiati dall’Associazione aiutano le imprese nella gestione delle operazioni.

Sempre più spesso le imprese lavorano con operatori economici stabiliti all’estero, in un mercato globale fatto di regole, anche fiscali, molto complesse e diversificate. Oltre ad essere tra i fattori più importanti nella competizione tra gli Stati, quanto incide la variabile fiscale per la scelta di un partner commerciale?

Carlo-BonomiUn’impresa che opera in mercati internazionali non può trascurare i possibili impatti fiscali nella scelta di un partner commerciale. Questo è valido, soprattutto, nell’attuale fase economica in cui le aziende tendono a concentrare le risorse nello sviluppo del proprio business sui mercati esteri.

Qualunque strategia di internazionalizzazione, quindi, non può prescindere da un’analisi sull’incidenza del carico impositivo fiscale e daziario, sull’affidabilità e la certezza delle regole tributarie e sull’efficienza delle procedure amministrative. Questi elementi, infatti, incidono in maniera determinante sulle scelte aziendali e, se opportunamente valutati, rappresentano un importante fattore di competitività. Per questo è essenziale identificare, nella scelta di un partner commerciale, i diversi driver che permettono di ottimizzare il carico fiscale e di gestire consapevolmente le criticità legate all’imposizione, diretta e indiretta, relativa agli scambi internazionali.

Una delle principali difficoltà per le imprese è stare al passo con la normativa e disporre delle indicazioni necessarie per il rispetto degli adempimenti fiscali. Quale contributo e supporto offre l’Associazione?

Il nostro ordinamento tributario è caratterizzato da un’intricata giungla di regole e adempimenti che oltre a ridurre l’attrattività degli investitori esteri finisce per appesantire la già complessa gestione amministrativa delle nostre imprese. Basti pensare che mediamente le imprese italiane impiegano 240 ore l’anno per gli adempimenti fiscali, il doppio rispetto alle imprese britanniche (110) o svedesi (122) e significativamente di più rispetto a quelle francesi (139), spagnole (152) e tedesche (218) *.

C’è, quindi, l’urgente bisogno di una semplificazione che permetta alle imprese di operare in un contesto economico che garantisca regole facili, coerenti e durature nel tempo. Per le multinazionali o le aziende che operano con l’estero c’è poi la difficoltà di confrontarsi anche con le tematiche internazionali riguardanti, ad esempio, l’IVA, il transfer pricing, le misure fiscali antielusive o connesse alla cooperazione tra gli Stati e in ambito OCSE.

In questo contesto, assistiamo le imprese attraverso “entry strategy” nei mercati esteri, valutiamo tutti i possibili impatti sul business della normativa nazionale ed internazionale, e le accompagniamo fino al compimento degli adempimenti tributari.

Il nuovo applicativo sulle operazioni triangolari IVA semplifica la vita alle imprese e permette loro scelte gestionali corrette. Come funziona?

L’applicativo “triangolari IVA” consente di rispondere agli adempimenti fiscali nel massimo rispetto della normativa. In particolare, il tool si rivolge alle imprese che effettuano operazioni di compravendita all’estero che coinvolgono più operatori economici, sia comunitari sia extracomunitari, stabiliti in almeno due Paesi diversi. Questo schema negoziale, infatti, può generare un numero molto ampio di operazioni, a cui corrisponde una complessa normativa IVA che varia in base alla nazionalità dei soggetti coinvolti, alla natura dell’operazione e alla movimentazione delle merci.

Con pochi passaggi è possibile ricostruire l’operazione commerciale e ottenere la soluzione ad oltre 40 operazioni, con il dettaglio degli adempimenti fiscali di fatturazione, registrazione e di natura dichiarativa. L’obiettivo è offrire un primo strumento di orientamento nelle transazioni commerciali con l’estero. In aggiunta, per un’analisi approfondita di tutte le operazioni IVA, si può consultare la guida pubblicata sul sito di Assolombarda.

* Fonte: Banca Mondiale – Doing Business 2017

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Il triangolo? Niente di più semplice

20 febbraio 2015

Le imprese associate che effettuano operazioni commerciali di natura triangolare possono contare su una guida …