MITO SettembreMusica, tutto quello che c’è da sapere

26 luglio 2017


MITO SettembreMusica, tutto quello che c’è da sapere

Torna dal 3 al 21 settembre una nuova edizione del festival musicale che si tiene contemporaneamente a Milano e Torino. In calendario 140 concerti, la metà gratuiti. 

In calendario ci sono 140 concerti – di cui 69 gratuiti – ispirati alla Natura. Tutti hanno programmi ideati e proposti ad hoc da alcuni dei maggiori interpreti musicali della scena internazionale. MITO SettembreMusica torna quest’anno nelle città di Milano e di Torino dal 3 al 21 settembre prossimo. A guidarlo per la seconda volta di fila c’è la presidente Anna Gastel, mentre Nicola Campogrande è direttore artistico. Tanti come sempre gli appuntamenti imperdibili, tra cui la serata d’apertura, il 3 settembre al Teatro alla Scala di Milano e il 4 al Teatro Regio di Torino, che è affidata alla Gustav Mahler Jugendorchester diretta da Ingo Metzmacher con la partecipazione del pianista Jean-Yves Thibaudet. Il concerto, intitolato Quattro paesaggi, introduce al tema del festival proponendo quattro differenti modalità musicali di relazionarsi alla Natura.

Nei fine settimana si concentra la programmazione per i bambini (dai due anni): in tabellone tra le altre cose ci sono l’olandese Cellostorm, dove si narrano le avventure di un piccione solitario in cerca di amici (9 e 10 settembre) e Play il 16 e 17 settembre.
Sono confermate le introduzioni all’ascolto – affidate a Gaia Varon e Mattia Palma, a Milano e a Stefano Catucci e Carlo Pavese, a Torino, che hanno riscontrato successo lo scorso anno.

Il 9 settembre a Torino e il 10 a Milano tutti sono cantanti con il MITO Open Singing: un evento in occasione del quale chiunque può cantare unendosi al coro-guida (il Coro Giovanile Italiano), e a mille coristi radunatisi in piazza, per intonare i brani in programma, sotto la guida del direttore specializzato nella pratica dell’open singing, Michael Gohl. In programma poi la Nona di Beethoven eseguita dall’Orchestra Giovanile Italiana, il Coro Maghini e i solisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino diretti da Daniele Rustioni.

Questi momenti collettivi arriveranno al termine dei due “Giorni dei Cori” in cui oltre trenta cori, provenienti da tutta Italia e dall’estero, si esibiranno in diverse zone delle città.
MITO si chiuderà a Milano il 20 e a Torino il 21 settembre con il concerto Luci, di cui sarà protagonista la Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly, solista Julian Rachlin alla viola.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
L'associazione
Tutto quello che non devi perderti a settembre

7 settembre 2016

Per godersi le ultime sere d'estate, Milano offre un ricco programma tra musica e film. …