Le imprese

Milano richiama gli imprenditori, uno su due arriva da fuori Lombardia

18 settembre 2018


Milano richiama gli imprenditori, uno su due arriva da fuori Lombardia

Il capoluogo è la città più attrattiva d’Italia per chi decide di iniziare un’attività imprenditoriale: è scelta soprattutto da pugliesi, siciliani, campani e piemontesi.

Milano richiama imprenditori da fuori regione. È infatti la prima città in Italia per attrattività imprenditoriale extra regionale. Il 46% di chi fa impresa, considerando tutte le cariche, arriva da fuori Lombardia (250 mila su 546 mila) contro una media regionale del 32,1% (436 mila su 1,4 milioni) e italiana del 24,5%, ovvero oltre 1,8 milioni gli imprenditori che lavorano fuori dalla regione o Stato di origine. Sono i numeri diffusi da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati del registro delle imprese al primo trimestre 2018, basati sulla raccolta di informazioni su persone che hanno cariche nelle imprese, dai titolari, ai soci e amministratori (considerando le sole persone attive).

Milano svetta, ma il secondo posto è fuori dalla Lombardia: a livello nazionale con circa il 40% si piazza Aosta (7 mila cariche su 18 mila), seguita da Imperia (12 mila su 30 mila). Sesta è Roma dove il 38% degli imprenditori viene da fuori Lazio.

Spostandoci sulla geografia di Milano, scopriamo che solo circa la metà degli imprenditori viene dalla Lombardia. Per la precisione il 54,3%, ovvero 297 mila imprenditori su 546 mila. Le restanti cariche sono occupate prevalentemente da pugliesi (oltre 20 mila), siciliani, campani e piemontesi (circa 18 mila per ciascuna regione di nascita).

A Monza Brianza la percentuale sale: è lombardo il 72,4% di chi detiene cariche d’impresa. A Lodi addirittura il 73,9%. Dopo la Lombardia, sono Sicilia e Calabria le regioni da cui provengono più imprenditori in Brianza, mentre è l’Emilia Romagna la seconda regione di provenienza per il territorio del lodigiano.

Spostandoci sul dato regionale, su quasi 1,4 milioni di persone che ricoprono cariche di impresa in regione nel 2018, sono lombardi 924 mila, mentre oltre 436 mila, pari al 32,1%, sono nati fuori regione o all’estero. Tra questi ci sono 33 mila siciliani, oltre 30 mila campani e pugliesi, 27 mila piemontesi e circa 25 mila veneti e calabresi.

Tra i territori, dopo Milano, che è prima con 250 mila imprenditori nati fuori regione, vengono Brescia con quasi 32 mila, Varese e Monza Brianza con circa 28 mila. Per peso degli imprenditori nati fuori regione, dopo Milano che è prima, vengono Pavia (con un peso del 30,4%), Varese (29%) e Monza Brianza (27,6%).

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati