L'associazione
Expo 2015

Malpensa: il restyling per Expo è completo

21 aprile 2015


Malpensa: il restyling per Expo è completo

Ci siamo. I giorni che mancano all’inizio di Expo si possono contare su due mani. Per l’occasione Malpensa, la “porta di ingresso” della manifestazione, si è rifatta il look.

Maggio 2015? Milano… Malpensa… Expo

Qual è la meta più ambita da raggiungere a partire da maggio? La nostra città.

Dei 20 milioni di visitatori previsti in arrivo, circa il 9% utilizzerà l’aereo. Cosa significa? Che una volta prenotato il biglietto di andata per Milano, la maggior parte di essi transiteranno per l’aeroporto di Malpensa.

In un percorso a tappe si potrebbe immaginare l’aeroporto come la “porta d’ingresso principale” di Expo, un luogo di benvenuto dal quale i visitatori si faranno una prima idea della città.

Chi bella vuole apparire

Malpensa non si è fatta trovare impreparata ed è pronta per Expo.

Il restyling, iniziato nel novembre del 2013, ha coinvolto un’area di 18.000 mq del Terminal 1, dal salone degli arrivi al piano check-in all’atrio di accesso all’aeroporto dalla stazione ferroviaria.

Il progetto architettonico, che ha richiesto un investimento di 30 milioni di euro, ha trasformato l’aeroporto in una struttura all’avanguardia, realizzata in acciaio e vetro, con pavimenti in marmo e rivestimenti esterni in zinco-titanio. Elegante, in perfetto stile italiano.

Ma guardiamo dall’interno i cambiamenti: il Terminal 1 ha oggi una superficie totale di 350.000 mq, 90 gates di casino imbarco, 270 banchi check-in, 41 pontili mobili e, novità assoluta per gli aeroporti italiani, può accogliere contemporaneamente 2 Airbus A380.

Un po’ di shopping non guasta mai

Il restyling ha puntato fortemente sullo sviluppo dell’offerta retail. Traduzione: è stata rinnovata la galleria commerciale, per un totale di 13.000 mq accessibili a tutti i passeggeri Schengen e non-Schengen.

Hanno preso vita 46 nuovi spazi commerciali, tra cui un duty free di circa 2.500 mq, tra i più grandi d’Europa, arrivando a 23.000 mq con circa 100 esercizi tra ristoranti, bar e negozi.

Ci si vede in piazza

Siamo la patria del buon cibo e la città della moda, non potevamo certo dimenticarci di creare spazi dedicati a due delle cose che ci riescono meglio: così sono nate le ‘piazze’ dedicate.

La Piazza del Lusso, che ha uno spazio di 8.000 mq, è ispirata alla Galleria Vittorio Emanuele e ospita i maggiori brand del lusso mondiale. I negozi di Bulgari, Armani (prima apertura in un aeroporto europeo), Ermenegildo Zegna, Etro e Gucci; Hermes, Montblanc, Salvatore Ferragamo, Tod’s e Moncler; Damiani e Hugo Boss, oltre al Davide Oldani Cafè. Il tutto illuminato dalla lighting designer Cinzia Ferrara.

La Piazza del Gusto, 2.200 mq nella zona imbarchi del Terminal 1, nasce per esaltare la qualità e le eccellenze italiane: al centro della piazza risalta il punto ristoro “Ferrari spazio bollicine”, e poi il Caffè Milano, dove è il Brand Milano, con la sua livrea bianca e rossa, a caratterizzare lo spazio, e il negozio di Venchi, storico produttore torinese di cioccolato.

Bella, “buona” ma soprattutto sicura

Il rinnovo non ha riguardato solo aspetti estetici ma anche e soprattutto funzionali, non dimenticando quello che è fondamentale per ogni aeroporto: la sicurezza.

L’8 aprile sono infatti entrati in funzione i nuovi controlli di sicurezza, con 21 postazioni operative.

I passeggeri, sia quelli per i voli Schengen sia quelli per i non-Schengen, dopo avere svolto le normali operazioni di controllo, accedono ora all’area imbarchi attraverso una scala di vetro che li conduce nel nuovo duty free per proseguire verso i loro gate di imbarco.

Malpensa è pronta. Milano è pronta. Buon Expo!

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
L'associazione
Giovani e spettatori stranieri: ecco come è cambiato il pubblico della Scala

11 gennaio 2017

Il Piermarini ha commissionato una ricerca per scoprire chi frequenta il tempio della lirica in …
L'associazione
Milano, il decennio della ripresa

10 gennaio 2017

Si chiama “Milano, storia di una rinascita. 1943–1953 dai bombardamenti alla ricostruzione” la mostra ospitata …
Le imprese
Un ponte digitale sull’oceano: Milano e New York si scambiano modelli di innovazione

16 dicembre 2016

Accordo tra Palazzo Marino e la Grande Mela per rendere più efficienti i servizi pubblici …