Le imprese
innovazione

Loro ce l’hanno fatta… e tu?

8 settembre 2015


Loro ce l’hanno fatta… e tu?

Sei ancora in tempo per presentare la richiesta per finanziare la tua attività di ricerca e innovazione al tasso fisso dello 0,5%. 24 imprese l’hanno già fatto con successo.


Frim Fesr. E no, non è un dialetto

Sono ventiquattro pmi, di cui cinque associate ad Assolombarda, le imprese finanziate dal fondo di rotazione di Regione Lombardia – nome in codice Frim Fesr 2020 – per agevolare l’attività di ricerca e innovazione, tramite un prestito al tasso fisso dello 0,5%. Il via era stato dato il 28 gennaio ma sei ancora in tempo.

Identikit di un incentivo

I vantaggi che il fondo di rotazione regionale offre alle aziende che ne faranno richiesta sono diversi, tracciamone un “identikit”: un tasso fisso dello 0,5% per tutta la durata del finanziamento rimborsabile da tre a sette anni, l’assenza di garanzie per aziende con buona solidità economico/patrimoniale stimabile a priori e soprattutto l’avere in anticipo la liquidità che serve per realizzare il proprio progetto di ricerca e innovazione fino a un massimo ottenibile di 1 milione di euro.

In nome dell’innovazione

I fondi assegnati al momento sono oltre 8 milioni di euro da un plafond di 30 milioni di euro, per progetti dal taglio medio di 350.000 euro. A misura di pmi quindi!

I progetti si sono concentrati per lo più nelle aree di specializzazione “manifatturiero avanzato” e “industrie creative e culturali”, due ambiti molto diffusi in Regione Lombardia e tra le imprese di Assolombarda. Ma sono numerosi gli altri ambiti per cui è possibile richiedere il finanziamento: aerospazio, agroalimentare, eco-industria, industria della salute e mobilità sostenibile. Unico trait d’union: essere progetti di innovazione.

Il Codice che premia chi paga responsabile

I vantaggi non sono finiti: se l’impresa è iscritta al Codice Italiano Pagamenti Responsabili, il modello creato da Assolombarda tramite il quale le aziende aderenti si impegnano a rispettare i tempi e le modalità di pagamento pattuiti con i fornitori e a pagare in modo veloce e puntuale, l’anticipo può essere pari al 60% delle spese ammissibili.

Condividere le finalità “dell’Io pago responsabile” e creare un loop virtuoso conviene alle imprese, alla società e al Paese intero, insomma.

Come sempre, non sei solo

Le imprese associate ad Assolombarda possono contare su un servizio “chiavi in mano” per accedere al fondo: dalla verifica di fattibilità alla presentazione della domanda e rendicontazione.

Ed essendo un incentivo che funziona e con ottimi dati di successo, il consiglio è di affrettarsi e contattare il Desk incentivi di Assolombarda (Silvia Mangiameli, tel. 0258370.660, e-mail silvia.magiameli@assolombarda.it – Pierluigi Bertolini, tel. 0258370.703, e-mail pierluigi.bertolini@assolombarda.it) e cogliere questa opportunità.

Hai perso l’incontro di presentazione che si è tenuto a febbraio “I nuovi incentivi regionali per l’innovazione: fondo di rotazione e open innovation” ma vuoi farti un’idea più precisa sul fondo? Puoi riguardarlo videoregistrato.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Due giorni aperti a tutti alla scoperta di scienza e ricerca

27 settembre 2017

Al via MeetMeTonight, il 29 e 30 settembre ai Giardini Indro Montanelli e al Museo della …
Le imprese
Ottenere di più con meno: la ricetta dell’innovazione frugale

19 gennaio 2017

L'economista Jaideep Prabhu ha studiato modelli di business che puntano a risparmiare risorse ma ottengono …
L'associazione
MeetmeTonight, la notte della scienza

29 settembre 2016

Venerdì 30 settembre e sabato 1 ottobre ai Giardini Indro Montanelli e al Museo di …