Le persone

Leopoldo Pirelli, il buon imprenditore dalla forte cultura civile

8 marzo 2017


Leopoldo Pirelli, il buon imprenditore dalla forte cultura civile

Uomo dal profondo senso del dovere, dotato di grande intelligenza e amante del mare. “Aveva la capacità di intuire prima dì altri in quale direzione soffiava il vento del mercato e del progresso”. Marco Tronchetti Provera racconta Leopoldo Pirelli.

Marco-Tronchetti-ProveraLeopoldo Pirelli ha segnato positivamente il corso della storia economica italiana della seconda metà del Novecento. Qual era la sua idea di impresa e di progresso?

Leopoldo Pirelli era un uomo con un profondo senso del dovere che per quasi 40 anni ha condotto Pirelli facendola crescere in mari agitati, talvolta burrascosi. Aveva la capacità di intuire prima di altri in quale direzione soffiava il vento del mercato e soprattutto quello del progresso, parola chiave nella sua vita imprenditoriale.

Leopoldo credeva nella libera impresa privata come mezzo insostituibile per il progresso sociale e, in anticipo sui tempi, aveva individuato nella tecnologia e nell’internazionalizzazione i pilastri per la crescita dell’azienda. Era un uomo che ricercava sempre l’innovazione, intesa non solo come utilizzo di nuove tecnologie ma anche nuovo modo di intendere le relazioni, i linguaggi e la cultura.

Un uomo capace di “rivoluzioni gentili”. Le “Dieci regole del buon imprenditore” possono dirsi la sintesi del suo pensiero industriale e culturale? E qual è oggi la loro attualità?

Oggi come allora le “Dieci regole” di Leopoldo rappresentano i valori che un buon capitano d’industria deve possedere per guidare la propria impresa. Coltivava i giovani talenti, credeva che solo con il contributo degli uomini e delle donne della Pirelli, grazie alle loro competenze, fosse possibile far progredire un’azienda. Grazie a questa sua profonda convinzione ha saputo far crescere Pirelli nel segno della democrazia e del progresso civile. Ogni buon imprenditore dovrebbe rifarsi a questi valori, perché si può progredire solo dando centralità alle persone, valorizzando al massimo la loro professionalità, creando così una squadra affiatata.

È stato uno dei primi a intuire la necessità di guardare a partner esteri. Un sostenitore dell’internazionalizzazione, nel solco della storia stessa della Pirelli, fin dalla sua nascita. Oggi, in tempi di controversa globalizzazione e riemergere di nazionalismi e protezionismi, cosa insegna l’esperienza di Leopoldo Pirelli?

Leopoldo è sempre stato un uomo dotato di grande intelligenza e intuito imprenditoriale. Aveva da subito capito che l’unica strada per crescere era quella di allargare i propri confini producendo pneumatici in tutto il mondo. Sviluppare stabilimenti e reti commerciali nei mercati di riferimento era, ed è ancora, un elemento imprescindibile per cogliere le diverse esigenze dei clienti a livello locale e i trend della domanda, creando in tal modo maggiore valore per l’azienda. La sua esperienza ci ha insegnato a credere nel libero mercato, nella collaborazione e nella reciprocità commerciale tra Paesi di tutto il mondo.

Leopoldo-Pirelli---ConfrontoLa Pirelli ha sempre dedicato grande attenzione alle relazioni industriali, al dialogo con il sindacato. Una cultura d’impresa ancora viva. Come?

Leopoldo ha sempre coltivato un corretto rapporto tra impresa e lavoratori. Ha sempre tenuto una relazione molto diretta con i dipendenti, nella consapevolezza che i suoi meriti non fossero mai individuali ma collettivi. Grazie alla sua profonda etica e al rispetto che ha sempre nutrito verso tutte le parti sociali, anche in momenti storico-politici complessi, è nata quella cultura d’impresa che ancora oggi è uno degli elementi distintivi di Pirelli.

 

lascia un commento

One thought on “Leopoldo Pirelli, il buon imprenditore dalla forte cultura civile”

  1. illuminante, a tratti commuovente. Mi sorge spontaneo affiancare il nome di Leopoldo Pirelli a quello di Adriano Olivetti. Li saluto virtualmente ringraziandoli per aver lasciato una traccia indelebile dello spirito che dovrebbe animare qualsiasi imprenditore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati