Le imprese
economia

L’economia lombarda riparte ma non decolla

8 ottobre 2015


L’economia lombarda riparte ma non decolla

Una panoramica sull’economia della Lombardia e un confronto con la realtà italiana, con gli altri motori d’Europa e le regioni del Nord Italia che insieme alla Lombardia creano quasi la metà del PIL.

Manca la spinta propulsiva

In Lombardia, come in Italia, la ripresa dell’attività produttiva stenta a sollevarsi e la performance della nostra regione risulta ancora meno brillante rispetto a quella delle regioni benchmark nazionali (Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna) ed europee (Baden-Württemberg, Bayern, Cataluña, Rhône-Alpes).

Sono comunque positive le stime sul PIL italiano che, secondo il Centro Studi Confindustria, crescerà del 1,0% nel 2015 ( 0,8% la previsione formulata lo scorso giugno) e del 1,6% nel 2016 ( 1,4% a giugno), grazie agli andamenti favorevoli di petrolio, tassi di interesse, cambio dollaro/euro, turismo, Expo.

La produzione manifatturiera accelera in Lombardia e in Piemonte, si consolida in Veneto, migliora in Italia ma rimane su minimi storici

In Lombardia la ripresa della produzione manifatturiera accelera nel 2° trimestre 2015 segnando un 0,7% rispetto al 1° trimestre 2015.

La visione per dimensione d’impresa mostra dati positivi per tutte le classi: più intensa sopra i 200 addetti (l’unica dimensione che ha già riguadagnato i livelli pre-crisi), più contenuta per le imprese di minori dimensioni.

Anche in Piemonte la ripresa della produzione accelera ( 1,2%), ancor di più in Veneto dove si consolida ( 1,5%).

In Italia, pur migliorando ( 0,7% nel 2° trimestre 2015), la produzione resta sui minimi di metà 2009.

Attenzione però ai livelli della produzione: in Lombardia la distanza dal picco pre-crisi è del -9,4%, la metà rispetto alla media italiana.

Grafico 1 - manifatturieroIl clima di fiducia del manifatturiero risale nell’area milanese e rimane positivo, mentre scende in Italia ed è ancora negativo…

Nell’area milanese la fiducia del manifatturiero cala in modo deciso a luglio per poi recuperare ad agosto e riportarsi sui livelli di giugno. Il profilo complessivo della fiducia nel periodo estivo appare sostanzialmente piatto.

In Italia la fiducia scende ad agosto 2015 dopo cinque mesi di stabilità e resta negativo.

… nel confronto europeo spicca la Spagna sui livelli pre-crisi

Il clima di fiducia del manifatturiero cala in Germania ad agosto, migliora lievemente in Francia, si conferma sopra lo zero in Spagna sui massimi dal pre-crisi.

Grafico 2 - Clima fiducia manifatturieroClima di fiducia dei consumatori su livelli molto elevati

Guardando alle famiglie, il clima di fiducia dei consumatori è in salita sia nel Nord-Ovest sia in Italia ad agosto ed best online casino è su livelli molto elevati.

I consumi delle famiglie italiane sono in crescita del 0,4% nel 2° trimestre 2015.

Export in accelerazione ovunque

Nel 2° trimestre 2015 export in decisa accelerazione ovunque, ma il trend in Lombardia ( 4,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) rimane più debole rispetto alle regioni benchmark: meglio di tutti fanno Piemonte ( 13,7%) e Baden-Württemberg ( 12,3%).

 Grafico 4 - Export Lombardia

 

 Grafico 5 - Export Piemonte

 

 Grafico 6 - Export Baden

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Segnali positivi dal mercato del lavoro lombardo: la disoccupazione scende e l’occupazione sale

In Lombardia il tasso di disoccupazione scende dal 7,9% nel 2° trimestre 2014 al 7,7% nel 2° trimestre 2015, mentre l’occupazione sale lievemente dal 65,0% al 65,1%. L”andamento opposto dei due indicatori indica una ricomposizione interna delle forze di lavoro, con una transizione dalla componente disoccupata verso quella occupata.

Grafico 7 - Tasso di disoccupazione

 

Grafico 8 - Tasso di occupazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cassa Integrazione Guadagni in riassorbimento

Continua ad agosto il progressivo riassorbimento della CIG: nei primi 8 mesi in Lombardia il calo ha raggiunto il -36% -36,4% in Lombardia, -32,6% in Veneto, -29,2% in Piemonte e -24,5% in Emilia-Romagna.

Per saperne di più contatta Stefania Saini del Centro Studi di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, tel. 0258370700, e-mail stud@assolombarda.it.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Giugno 2017

21 giugno 2017

Fiducia del manifatturiero elevata, fallimenti in calo, ma prestiti alle imprese ancora in diminuzione. Secondo le …
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Marzo 2017

10 marzo 2017

La produzione manifatturiera lombarda segna un +1,3% nel 2016, con performance omogenee per classi dimensionali …
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Gennaio 2017

14 febbraio 2017

A Milano la fiducia del manifatturiero e del terziario innovativo è su livelli elevati. A dicembre …