Le imprese

La strada verso la World Routes

26 luglio 2018


La strada verso la World Routes

L’appuntamento più importante per il mondo dell’aeronautica si terrà a Milano a settembre 2020 e gli attori in gioco si stanno preparando ad arrivare pronti all’evento, capace di portare un indotto economico importante a Milano e in Lombardia.

Milano destinazione del futuro? I dati sul turismo diffusi dal comune parlano chiaro: +7,3% di turisti in città nei primi sei mesi del 2018 rispetto allo scorso anno, per un totale di 5 milioni di persone. Il driver di tutto è stato Expo, nel 2015, e da allora i traffici sono sempre cresciuti. E c’è ancora un potenziale molto grande. Come i turisti stranieri ma anche italiani che si fermano in città per business e devono essere stimolati a tornare per leisure. Ma per pianificare il futuro serve anche una strategia consolidata.

È in questa direzione che va l’accordo siglato nella sede di Assolombarda tra Sea, Sacbo, Comune di Milano e Regione Lombardia. I quattro attori si impegnano a promuovere attraverso i propri canali il World Routes, una delle maggiori fiere mondiali dedicate all’aeronautica, che riunisce compagnie aeree, aeroporti, aviation stakeholder, industria del turismo e tourism bureau di tutto il mondo. Sono attesi 4mila delegati tra cui presidenti, ceo e direttori generali delle compagnie aeree e degli aeroporti di tutto il mondo.

World Routes dà loro la possibilità di incontrarsi per intercettare opportunità di business, negoziare e costruire relazioni. Si terrà al centro congressi Mico dal 5 all’8 settembre del 2020. C’è quindi tempo due anni per pianificare una strategia. Perché? Perché le ricadute sul territorio possono essere davvero importanti. Il World routes è in grado di consolidare la crescita degli aeroporti della Lombardia e aprire nuove rotte per connettere Milano con il mondo, specialmente con l’Asia e le Americhe. Può rafforzare la brand awareness delle destinazioni Milano e Lombardia e mostrare a delegati di alto profilo e alle più importanti organizzazioni dell’industria dell’aviazione globale che cosa possono offrire. E può rafforzare la percezione dell’aeroporto e della destinazione tra i decision-makers dello sviluppo del network. La posta in gioco è quindi alta e c’è bisogno di uno sforzo congiunto per arrivare preparati all’appuntamento.

Alcuni studi hanno rilevato che le città ospitanti l’evento hanno registrato in media un aumento del network aereo di circa il +9% nei successivi 3 anni, rispetto ai loro competitors. Secondo gli studi di Ubm su città che hanno ospitato edizioni precedenti, l’impatto totale dell’evento sul territorio è stato valutato in circa 187,4 milioni di euro e 2.010 posti di lavoro a tempo pieno. Una stima che considera l’impatto totale economico del primo anno e i benefici a lungo termine dell’evento sul territorio.

Sono già stati calendarizzati dei momenti di network in vista del settembre 2020. Sea, Comune e Regione parteciperanno infatti al World Routes 2018 a Guangzhou con uno stand e all’edizione 2019 ad Adelaide, dove si terrà la cerimonia ufficiale del passaggio del testimone da Adelaide a Milano per l’edizione 2020.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Ville aperte in Brianza, il turismo oltre le grandi città

17 settembre 2018

L’iniziativa punta a valorizzare il patrimonio della Brianza attraverso la scoperta dei suoi tesori artistici. …
Le imprese
Gli under 35 sono sempre più interessati al business del turismo

26 luglio 2018

A Milano una impresa su sette del settore è in mano ai giovani, pronti a …
Le imprese
Parchi naturali, le cartoline più suggestive d’Europa

3 agosto 2017

Viaggio in alcune delle riserve nazionali più caratteristiche del vecchio continente, dal Durmitor in Montenegro …