Le imprese

La sicurezza? FACILE, chiedete a SAET Milano

9 giugno 2016


La sicurezza? FACILE, chiedete a SAET Milano

Innovazione, personalizzazione e semplicità di utilizzo: sono queste le caratteristiche dei sistemi di sicurezza e controllo di SAET Milano.

William Ezio Ferrari, Amministratore Delegato, ci racconta l’azienda “dell’omino blu” che ha fatto della sicurezza anche un fatto culturale.

Vi occupate di sistemi di sicurezza e controllo.
Ci racconta l’azienda e la vostra esperienza?

Ezio-William-FerrariLa nostra azienda è parte del Gruppo Saet che nei primi anni ’70 è stato tra i precursori della produzione e della commercializzazione dei sistemi di sicurezza in Italia.

Siamo partiti, infatti, oltre quarant’anni fa dall’antifurto a “suono di sirena” e siamo arrivati alla gestione integrata del sistema BMS (Building Management System). Realizziamo, infatti, sistemi che permettono di monitorare i parametri della sicurezza e del controllo di un intero edificio. E non ci fermiamo qui, puntiamo al continuo sviluppo: uno dei prossimi obiettivi è completare la nostra proposta che è rivolta in particolare all’efficientamento energetico, tema che rispecchia la nostra attenzione verso la tutela dell’ambiente.

Il nostro approccio è rivolto all’ascolto delle necessità dei clienti e alla personalizzazione del prodotto.

Logo_Saet_200-200La nostra attività tiene conto sia della sicurezza degli edifici sia della sicurezza delle persone. Progettiamo e realizziamo soluzioni “su misura” tenendo presenti non solo le ultime tecnologie ma anche l’efficientamento energetico. Facciamo ogni giorno impianti diversi e anche questo è un nostro valore aggiunto.

Parlate di “cultura della sicurezza”: perché è importante e come la diffondete?

La sicurezza è un bisogno innato e fondamentale ma, purtroppo, viene spesso vissuta solo come un costo e non come un investimento.
Ma non solo. La sicurezza è fatta di soluzioni altamente tecnologiche ed efficienti ma è necessario che il cliente venga formato sulle procedure per utilizzare al meglio i nostri prodotti.

Un consumatore informato e soddisfatto è uno dei nostri obiettivi: anche questo è “cultura della sicurezza”.

Innovazione e sicurezza sono un binomio.
Quali sono gli obiettivi futuri in questo senso?

La parola d’ordine è: “HiCloud”.
Abbiamo un gruppo di lavoro dedicato alla progettazione su cloud, che costituirà già a partire del prossimo anno il futuro del “core” dell’offerta tecnologica di SAET Milano.

Senza dimenticare la rivoluzione dell’’Internet delle cose”…

In questo ambito siamo partiti molto prima di altri.
Già nel 1999 avevamo iniziato il percorso grazie alla rete Ethernet, che permetteva di mettere in comunicazione tra loro gli oggetti. L’avvento di Internet, la diffusione della banda larga e, quindi, la possibilità di accedervi a basso costo permettono attualmente di allargare e diffondere sempre di più l’interazione fra i sistemi.

Oggi tutta la nostra offerta è fortemente orientata verso questo tipo di soluzioni “a rete”, tutto in nome della semplicità d’uso per l’utente.

Insieme a una startup legata all’università di Salerno abbiamo sviluppato applicazioni che svolgono un’analisi dei video ripresi dalle telecamere per rilevare situazioni comportamentali irregolari: le immagini che il sistema di supervisione individua come anomale diventano segnali d’allarme.

SAET è sicuramente molto diffusa nel territorio.
Che legame avete e quanto è importante coltivare questa relazione?

La sede di SAET Milano è a Sesto San Giovanni, ma, essendo parte di un gruppo e avendo una rete di società concessionarie sparse su tutto il territorio nazionale, operiamo in tutto il Paese.

Siamo un’azienda storica sul territorio e abbiamo pensato di dare ancora più valore a questo legame impegnandoci a divulgare la cultura della sicurezza, anche attraverso la collaborazione con le istituzioni locali.

Proprio l’8 giugno abbiamo organizzato un convegno durante il quale abbiamo affrontato il concetto di sicurezza come tema condiviso dalla collettività, da chi ha una responsabilità nei confronti dei cittadini (la Pubblica Amministrazione) e da chi ha una responsabilità operativa (le Forze dell’Ordine).

In particolare, si sono confrontati l’Amministrazione Comunale di Sesto San Giovanni, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e noi come impresa del settore sicurezza.

Siete molto attenti ai percorsi di certificazione e alla formazione: sono tra i valori dell’azienda?

La formazione è necessaria.
Gli operatori che lavorano all’interno di SAET Milano, come in tutte le aziende del gruppo, sono costantemente aggiornati e formati.

Per quanto riguarda la qualità, fin dall’inizio SAET Milano si è impegnata per ottenere le certificazioni fondamentali per il nostro campo d’azione.

La prima di queste l’abbiamo ottenuta nel 1995, le ultime, ISO14000 e ISO18000, in ambito ambiente e sicurezza, nel 2015.
Oltre alle certificazioni necessarie per il nostro settore, abbiamo una serie di attestazioni che derivano dal riconoscimento del lavoro svolto anche in ambiti più allargati, tra cui gli attestati SOA, che si riconoscono per appalti di opere e lavori pubblici.

“FACILE” è l’ultimo prodotto che avete lanciato.
Immaginiamo il motivo della scelta del nome…

FACILE è un sistema che soddisfa i bisogni fondamentali di sicurezza quindi antintrusione e antifurto, oltre al controllo dei parametri quali temperatura, allagamenti, perdite di gas. Ma, come si comprende dal nome è facile da installare, da spiegare, da far funzionare.

È una domotica incentrata su ciò che effettivamente serve alle persone.

FACILE è stata la nostra prima esperienza verso il Cloud: il cliente può interagire con la casa, l’azienda o il capannone da remoto con il telefonino, scaricando l’app gratuita.

FACILE è, in realtà, un sistema molto complesso, ma che viene percepito semplice dall’utilizzatore: era il nostro obiettivo quando abbiamo pensato e realizzato questo sistema. La sicurezza in tutte le sue declinazioni è in evoluzione continua: il nostro impegno quotidiano è renderla fruibile in modo “facile”.

 

lascia un commento
Articoli correlati
Le imprese
QVC Italia lancia il progetto QVC Next

9 giugno 2016

La piattaforma multimediale di shopping, lancia il progetto QVC Next, un programma a sostegno dell’imprenditoria …
Le imprese
Adecco nel mondo del lavoro che cambia

19 maggio 2016

La multinazionale svizzera, grazie alla visione di lungo periodo e alla capacità di interpretare i …
Le imprese
Holonix, quando i dati raccontano una storia

19 aprile 2016

Nata come spin-off del Politecnico, Holonix fa dell’efficientamento dei processi la sua forza. Analizzare le …