Le imprese

La sfida dell’e-commerce

9 novembre 2016


La sfida dell’e-commerce

È uno dei fenomeni economici globali più rilevanti dell’ultimo decennio e sempre più aziende lo utilizzano per farsi conoscere. Prende il via in quest’ottica la “notte dell’e-commerce”: l’11 e 12 novembre centinaia di prodotti scontati sul sito CrazyWebShopping.it.

L’e-commerce si è definitivamente affermato come strumento di fondamentale utilità per le aziende, importante per lo sviluppo della propria attività. Di più: è considerato come uno dei fenomeni economici globali maggiormente rilevanti dell’ultimo decennio, in grado di radicarsi positivamente in contesti di mercato recessivi.

Basti pensare che il valore mondiale dell’e-commerce BtoC dovrebbe assestarsi nel 2016 sui 2.671 miliardi di dollari, il +17% rispetto all’anno precedente. Ad acquistare online secondo il Global B2C E-commerce report di Ecommerce Europe sono 1,4 miliardi di persone, ovvero il 26% della popolazione con età superiore ai 15 anni: uno ogni quattro.

All’interno di questo scenario mondiale, l’Italia sta assumendo un ruolo interessante perché si presenta come un Paese dinamico ed evolutivo, che ha saputo recepire bene le dinamiche dell’e-commerce. Nel 2016 il valore delle vendite online BtoC toccherà i 20 miliardi di euro, tra prodotti (9 miliardi) e servizi (10,6 miliardi), registrando una crescita del 18% sul 2015. A tirare maggiormente sono il turismo (44%), l’elettronica di consumo (15%) e l’abbigliamento (10%). Ma ci sono altre industry che finora sono state piuttosto in sordina, come il food &grocery, l’arredamento e il beauty, che stanno risalendo velocemente le classifiche.

Anche gli italiani si stanno scoprendo amanti del commercio online: sono 18,8 milioni negli ultimi 3 mesi. Si sale a 12,8 milioni se si monitorano coloro che hanno acquistato online almeno una volta al mese. Siamo un popolo multi canale: una ricerca di Human Highway per Netcomm stima che 21 acquisti online ogni 100 in Italia sono originati da un dispositivo mobile. “L’app-economy”, così viene definita, è un fenomeno che sta cambiando le modalità non solo di acquisto, ma anche di interessamento ai prodotti nei punti di vendita fisici.

A favorire questo contesto contribuisce il consorzio del commercio elettronico italiano Netcomm che lavora per stimolare lo sviluppo armonico di un settore ormai cruciale, anche attraverso una serie di appuntamenti a supporto. Proprio nell’ottica di valorizzare e incentivare l’e-commerce, si inquadra l’iniziativa “Crazy web shopping”, giunta quest’anno alla terza edizione e creata in collaborazione con Img Internet, società specializzata in comunicazione e marketing online: dalle ore 12 dell’11 novembre fino alle 18 del 12 novembre sul portale online www.crazywebshopping.it si potranno trovare centinaia di prodotti in offerta a prezzi vantaggiosi e scontati. Dall’abbigliamento all’arredamento, articoli per bambini, per animali, per il business e per tutti gli hobby e sport.

Si tratta di un progetto che è anche un esempio virtuoso di collaborazione tra aziende che si uniscono e fanno squadra per la valorizzazione di un mercato, quello appunto dell’e-commerce, in continuo sviluppo. Basti pensare che nei due precedenti appuntamenti ha avuto ottimi riscontri: ad accedere sono stati 60mila utenti in cerca di affari, e tra la prima e la seconda edizione sono cresciuti del +127%.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
E-commerce, il made in Italy corre sempre di più su Internet

4 maggio 2017

Crescono le vendite via web di prodotti italiani, moda in testa. È stata raggiunta la …
Le imprese
Come Internet può aiutare a ridurre l’inquinamento

14 settembre 2015

Si parla sempre più spesso di green economy e sostenibilità ambientale, ma sai che Internet …
Le imprese
Perchè un’impresa dovrebbe investire nelle vendite online

1 settembre 2015

L'e-commerce sta crescendo a ritmi vertiginosi in tutto il mondo: l'Italia da questo punto di …