Le imprese
mercati

Investire negli Stati Uniti

20 giugno 2014


Investire negli Stati Uniti ...


Mercato USA più interessante per gli associati grazie a un accordo tra Assolombarda e Italy-America Chamber of Commerce Southeast di Miami.

Sud-Est degli Stati Uniti: le opportunità riservate per gli associati

Nelle scorse settimane Assolombarda e la Iacsse (Italy-America Chamber of Commerce Southeast) di Miami hanno concordato alcune azioni per accompagnare le aziende associate interessate a espandere la propria attività nel Sud-Est degli Stati Uniti.

I vantaggi per le imprese aderenti all’associazione interessate a quest’area? Incontri gratuiti di orientamento di primo livello con il rappresentante della Camera a Milano. Un listino ad hoc, a condizioni privilegiate, relativo ai servizi standard della Camera. Un canale informativo preferenziale sugli eventi commerciali progettati e organizzati dalla Iaccse.

USA, ciclo economico e ragioni strutturali per investire

Il Pil che cresce al ritmo del 3% annuo (stime per il 2014 e il 2015) e la disoccupazione tornata al 6,3%, il livello più basso dal 2008, anno in cui iniziò a manifestarsi con violenza la crisi internazionale. Si tratta di due dati congiunturali che spiegano l’attenzione crescente di tante aziende verso gli Stati Uniti.

Ma le ragioni di attrattività della Federazione a stelle e strisce non sono legate solo al ciclo economico, coinvolgendo anche motivi più strutturali. Gli Stati Uniti sono la prima economia al mondo e quella in assoluto più aperta: hanno sottoscritto accordi di libero scambio con 17 paesi. Non è un caso, allora, se lo stock di investimenti esteri nel paese supera i 2.300 miliardi di dollari e continua a crescere di circa 200 miliardi ogni anno.

Risorse qualificate, regole semplici, infrastrutture efficaci

Di sicuro il costo del lavoro (se si escludono situazioni particolari) non è tra le ragioni che spingono il mondo del business a puntare sulla Federazione, ma questo fattore viene compensato da una forza lavoro specializzata grazie agli elevati livelli educativi e ai massicci investimenti in formazione.

A questo si aggiunge un sistema regolamentare e legale che consente ampia libertà operativa agli investitori esteri. Gli investimenti stranieri godono di un approccio aperto e non discriminatorio, a differenza di quanto avviene in molti altri paesi. Il tutto condito da una rete infrastrutturale tra le più efficienti (anche se la vastità del territorio porta a situazioni fortemente differenziate tra le varie aree).

Leggi la presentazione sul mercato della Florida

Partecipa a USA Legal Day, giornata di incontri bilaterali – 9 luglio

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Fedele, concreto e attento ai prezzi: ecco il consumatore cinese del 2016

29 novembre 2016

Evolve la spesa per le famiglie cinesi, sempre più interessate ad acquistare prodotti per il …
Le imprese
Serbia: economia emergente sempre più vicina all’Europa

26 settembre 2016

Il Paese si è candidato a entrare nella UE e sta lavorando per adeguarsi agli …
Le imprese
Russia, dal “made in Italy” al “made with Italy”

4 maggio 2016

Si chiude una porta e si apre un portone: così si potrebbe descrivere quello che …