Le imprese

Ingenico, il pagamento elettronico non è mai stato così facile

14 ottobre 2014


Ingenico, il pagamento elettronico ...

Il pagamento elettronico è sempre più diffuso negli acquisti degli italiani, anche se permangono dubbi e diffidenza.

Ingenico Italia garantisce transazioni sicure e si conferma un”azienda innovatrice.

Posso pagare con la carta? Quante volte lo abbiamo chiesto al momento di saldare un acquisito, con il portafoglio pieno di sole monetine. A questa semplice domanda risponde sempre “sì” Ingenico Italia, consociata italiana di Ingenico Group. Questa è una storia di successo, di una azienda nata 14 anni fa e oggi presente in tutto il Paese con i suoi sistemi di pagamento elettronico nel settore bancario, nel retail, nel petrol, nei trasporti, nella pubblica amministrazione e nelle società di servizi. Assolombarda News intervista Luciano Cavazzana, presidente e amministratore delegato di Ingenico Italia, oltre che managing director di Italia ed Est Europa.

D. “Global leader in seamless payment” è il nuovo motto che campeggia in testa al vostro company profile. Che cosa significa?

Il concetto di seamless payment indica la consapevolezza di essere presenti in ogni pagamento: siamo sicuri che tutte le volte che qualcuno effettua un pagamento elettronico ci siamo noi dietro, che si tratti di carte di credito o di PagoBancomat, di loyalty, di contactless o di telefoni NFC. Ingenico offre soluzioni complete a 360 gradi. Basta fare attenzione quando si entra in un negozio: oggi siamo presenti nel 90% dei casi con terminali fissi, mobili e self service. Nonostante il momento difficile per tutti gli esercenti, i nostri numeri sono in crescita perché i sistemi di pagamento con carta stanno vivendo una fase di sviluppo.

D. Ancora adesso, però, molti italiani continuano a essere diffidenti nei confronti dei sistemi di pagamento elettronico. È solo questione di cultura?

È un problema di cultura, ma non solo. Oltre al fatto che il compratore spesso ha paura di subire frodi perché non si fida ancora di questo metodo, è anche vero che non ci sono agevolazioni nell”utilizzo del Pos e che sia lui che l”esercente devono affrontare dei costi di utilizzo. Per queste ragioni, il ministero dello Sviluppo economico sta lavorando per abbassare le spese, anche nell”ottica di ridurre il “nero”.

Così, se fino a un anno fa in Italia il 90% dei cittadini pagava in contanti (contro il 60% in Europa), il dato è sceso all”87%, segno che c”è in atto un miglioramento, seppur di pochi punti percentuali. I pagamenti, dunque, best online casino si stanno spostando dal contante ai metodi alternativi, perché si sta muovendo in questa direzione l”apparato  legislativo, oltre che la stessa Banca Centrale.

D. Che cosa fa Ingenico per garantire agli italiani che le loro transazioni saranno sicure?

Ci uniformiamo a tutti gli standard di sicurezza del settore. Per esempio, se fino al 2006/2007 venivano utilizzate le carte con banda magnetica, che erano facilmente clonabili, ora si è passati al chip, secondo lo standard globalmente riconosciuto EMV. Così, abbiamo adattato tutti i terminali a queste norme molto efficaci per garantire transazioni sicure. Allo stesso modo, ci uniformiamo alle indicazioni di Cogeban e del PCI, l”ente responsabile delle norme di protezione dei dati degli account. Fino a dieci anni fa, tutto questo non c”era, poi si è fatto un grande lavoro e, nel nostro caso, ogni prodotto è certificato rispetto a questi tre standard.

D. Poco tempo fa avete ricevuto dal ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini, il Premio nazionale per l’innovazione nei servizi 2014. Di che cosa si tratta?

Si tratta del più importante riconoscimento dedicato all’innovazione made in Italy, istituito presso la Fondazione per l’Innovazione Tecnologica COTEC per concessione del presidente della Repubblica italiana. Il nostro progetto premiato si chiama “mPOS: pagamenti sicuri in mobilità” e si tratta di una soluzione completa per i pagamenti in mobilità, che permette di trasformare il Pos in un dispositivo mobile, collegandolo allo smartphone tramite bluetooth. Lo possono usare, per esempio, gli elettricisti e gli idraulici che fanno riparazioni a domicilio, i medici che visitano a casa, gli agenti assicuratori che lavorano door to door e tante altre categorie, come le grandi griffe di moda o gli agenti di vendita. Dal lancio di “mPOS”, lo scorso gennaio, abbiamo venduto 50mila dispositivi a tanti operatori diversi, tra cui 30 banche e tre operatori telefonici.

D. Che ruolo ha Ingenico Italia rispetto al gruppo cui fa capo?

Dalla nostra capogruppo Ingenico Group, leader nel mondo per la progettazione e lo sviluppo di terminali e soluzioni di pagamento elettronico, siamo visti come gli innovatori, specializzati nel continuo rinnovamento dei sistemi di pagamento elettronico e tecnologia al servizio delle persone, con la garanzia della massima sicurezza di transazione. Inoltre, accanto al business italiano, gestiamo anche quello dell”est Europa, per un totale di 24 Paesi. Come consociata rappresentiamo il 10% del fatturato di Ingenico Group, che nel 2013 ha registrato un risultato di oltre 1 miliardo e 360 milioni di euro, confermando una crescita media annuale intorno al 10-15%. Il gruppo quotato alla borsa di Parigi, che conta più di 40 consociate, 4.500 dipendenti e oltre 20 milioni di terminali in 125 Paesi nel mondo, ha da poco acquisto per oltre 800 milioni di euro GlobalCollect, l”online payment-service di Amsterdam che opera in Europa ma ha affari in tutto il mondo e per il 25% negli Usa, uno dei Paesi in cui l”e-commerce ha preso più piede.

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
La sicurezza? FACILE, chiedete a SAET Milano

9 giugno 2016

Kim Kardashian Adidas Yeezy Boost 750 UK Restock and Adidas Yeezy Boost 350 For Sale …
Le imprese
QVC Italia lancia il progetto QVC Next

9 giugno 2016

La piattaforma multimediale di shopping, lancia il progetto QVC Next, un programma a sostegno dell’imprenditoria …
Le imprese
Adecco nel mondo del lavoro che cambia

19 maggio 2016

La multinazionale svizzera, grazie alla visione di lungo periodo e alla capacità di interpretare i …