Le imprese
Imprese nel digitale

Information security, a che punto siamo

1 marzo 2019


Information security, a che punto siamo

Il mercato segna +9% per 1,19 miliardi di euro nel 2018. Il 75% della spesa si concentra fra le grandi imprese, trainata dai progetti di adeguamento al Gdpr. Pmi ancora indietro: solo il 18% si trova a un livello maturo.

Cresce il numero dei cyber attacchi. Le imprese italiane si stanno attrezzando per prevenirli, ma le minacce sono sempre nuove e nonostante aumentino gli investimenti sulla prevenzione dei rischi, le aziende faticano ad adattarsi alla rapida evoluzione delle modalità di aggressione.

In questo contesto, il mercato italiano delle soluzioni di information security&privacy nel 2018 ha raggiunto il valore di 1,19 miliardi di euro, in crescita del 9%. Una performance inferiore a quella del 2017, quando l’incremento era stato del +12%.

A trainare il mercato sono soprattutto le grandi imprese, con il 75% della spesa complessiva concentrata su adeguamento al Gdpr e componenti di sicurezza più tradizionali (come Endpoint Security, Business Continuity & Disaster Recovery).

Il 63% delle grandi imprese ha aumentato il budget dedicato alla sicurezza informatica e nel 52% è presente un piano di investimenti pluriennale. Ma è bene sapere che tuttora un’impresa su cinque non prevede ancora investimenti dedicati o stanzia risorse solo in caso di necessità. È lo scenario tracciato della ricerca dell’Osservatorio Information Security & Privacy della School of Management del Politecnico di Milano. Rileva che per l’adeguamento alla normativa europea sulla protezione dei dati, l’88% delle imprese ha dedicato uno specifico budget nel 2018 (era il 58% un anno fa). Quasi un’impresa su quattro ha già completato il processo di adeguamento, mentre il 59% ha progetti strutturati ancora in corso.

Con gli investimenti aumentano le figure professionali dedicate: il Data Protection Officer oggi è presente nel 71% delle imprese (+46%), il Chief Information Security Officer nel 59%, mentre sono sempre di più i profili emergenti che il mercato richiede come il Cyber Risk Manager, l’Ethical Hacker e il Machine Learning Specialist.

L’innovazione è chiaramente la chiave di successo di questo settore. In tutto il mondo stanno nascendo attori che propongono soluzioni di information security & privacy: sono 417 le startup a livello internazionale, per un totale di 4,75 miliardi di dollari di investimenti raccolti.

I principali obiettivi degli attacchi sono oggi account e-mail (91%) e social (68%), seguiti dai portali eCommerce (57%) e dai siti web (52%).

Nel prossimo triennio, le imprese prevedono che gli hacker si concentreranno su device mobili (57%), infrastrutture critiche come reti elettriche, idriche e di telecomunicazioni (49%), smart home & building (49%) e veicoli connessi (48%).

La principale vulnerabilità è costituita dal comportamento umano: per l’82% delle imprese la prima criticità è la distrazione e scarsa consapevolezza dei dipendenti. Per minimizzare il rischio, l’80% delle imprese ha quindi avviato piani di formazione del personale.

Nei casi in cui il piano di formazione non viene avviato, le cause principali sono da ricercare nella scarsa sponsorizzazione da parte del Top Management (il 52% dei casi) e un ridotto budget dedicato a queste iniziative (il 24% dei casi). Per permettere all’ecosistema delle imprese di diventare maggiormente sicuro è necessario quindi che i top manager siano ingaggiati e comprendano il fenomeno al meglio.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Un ‘salto’ nel mondo del digitale

18 marzo 2019

La trasformazione digitale è una sfida che consiste nel saper cogliere la leva dell'innovazione e …
Le imprese
Rold, l’innovazione 4.0 è premiante

1 febbraio 2019

L'azienda è appena stata inserita dal World Economic Forum tra le “Manufacturing Lighthouses", realtà all'avanguardia …
Le imprese
Digitalizzazione, a che punto siamo?

25 gennaio 2019

L’Osservatorio Digitalizzazione, costituito nel 2018 da Assolombarda e PwC, nasce con lo scopo di misurare …