Le imprese

In città arriva il 5G

25 gennaio 2018


In città arriva il 5G

Vodafone si è aggiudicata il bando pubblico e porterà la sperimentazione nel capoluogo nel 2018. La copertura totale della città e dell’Area metropolitana è prevista per il 2019.

La sperimentazione 5G arriva a Milano. È Vodafone a essersi aggiudicata il bando pubblico indetto dal Ministero dello Sviluppo Economico. La compagnia della telefonia lavorerà insieme al Politecnico di Milano e ad altri 28 partner leader nei rispettivi settori industriali con il sostegno di Comune di Milano, Regione Lombardia e Città Metropolitana per sviluppare una tecnologia che consentirà al capoluogo lombardo di accelerare il suo percorso di trasformazione digitale. Una grande collaborazione tra attori pubblici e privati per dare il via a nuove opportunità, nuove possibilità di business per una città sempre più proiettata verso il futuro.

A che cosa darà impulso e sviluppo la rete 5G? Porterà una significativa evoluzione in ambiti come salute, ambiente e sicurezza, sarà uno strumento per abbattere il divario digitale tra il centro e le periferie, attraverso il potenziamento della banda larga che diventerà accessibile in ogni quartiere della città.

Milano sarà in questo modo la capitale europea del 5G. Entro il 2018 verrà costruita un’infrastruttura che coprirà l’80% della città e dell’Area Metropolitana mentre il completamento avverrà nel 2019. L’investimento complessivo di Vodafone è di 90 milioni di euro. Da parte sua, il Politecnico metterà a disposizione competenze e spazi, offrendo nuove opportunità alle sue startup e occasioni di crescita non solo per Milano, ma per l’intero tessuto socioeconomico.

Nel corso della sperimentazione verranno sviluppate alcune use case. In ambito salute, un’ambulanza connessa e sistemi di analisi e consulto medico da remoto: sarà possibile gestire tempestivamente, sia da remoto sia durante il trasporto in ospedale, situazioni di emergenza critiche per le quali la possibilità di condividere parametri vitali insieme a immagini ad alta risoluzione in tempo reale è fondamentale.
In ambito mobilità: Urban Cross Traffic Cooperativo, ovvero aumento della sicurezza della mobilità grazie a una “estensione” del raggio di visione di chi guida e il potenziale miglioramento delle performance dei sistemi di sicurezza anticollisione attraverso l’acquisizione, tramite sensori sui veicoli stessi e sulle infrastrutture stradali, di dati sui veicoli in avvicinamento e le condizioni stradali.

Saranno inoltre utilizzati droni per riprese aeree di sicurezza. La capacità del 5G di gestire una grande mole di dati video ad alta risoluzione e in tempo reale s’integra alla flessibilità di utilizzo dei droni al servizio della sicurezza sul territorio.
In ambito intrattenimento: Turismo 4.0, con l’estensione dell’esperienza del turista in visita o del cittadino alla scoperta della propria città attraverso l’uso della Realtà Aumentata per scoprire prospettive nuove o storiche del patrimonio artistico.
Infine in ambito manufacturing, con robot per agricoltura di precisione.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati