Le imprese
energia

In cerca di efficienza …energetica nel settore industriale

21 maggio 2015


In cerca di efficienza …energetica

Un Decreto (102/2014) ha recepito la Direttiva europea sull’efficienza energetica che obbliga le grandi imprese e quelle energivore a un audit entro dicembre.

Sembra proprio che adesso siamo pronti a partire!

Direttiva, Decreto, audit/ISO 50001: siamo pronti a partire?

L’efficienza energetica nel settore industriale è un argomento caldo e di grande interesse, specialmente in questo momento.
Poco meno di un anno fa è stato pubblicato il Decreto Legislativo 102/2014 che recepiva la Direttiva europea sull’efficienza energetica. Il Decreto ha introdotto un obbligo per le grandi imprese e per quelle a forte consumo di energia: un audit energetico entro il 5 dicembre 2015 da ripetersi ogni 4 anni in alternativa al quale l’azienda può implementare un sistema di gestione dell’energia ai sensi della norma ISO 50001.

Tutto questo ha generato grande interesse da parte delle aziende obbligate, ma anche da parte di tutti i professionisti che l’audit energetico lo sanno fare, Energy Manager, Auditor Energetici, Energy Service Company (ESCO) che sono coinvolti e interessati a questo mercato.

I dubbi emersi

Il Decreto 102 tanto atteso avrebbe dovuto essere un acceleratore per questo settore, qualcosa di pronto a partire, invece ha creato qualche problemino a tutti i soggetti interessati. Restavano da chiarire alcuni aspetti su come bisogna adempiere a quest’obbligo per non incorrere in sanzioni.

Da mesi il Ministero dello Sviluppo Economico ci stava lavorando, l’attesa è stata davvero lunga.

Assolombarda ha affrontato la questione a fine aprile, in un incontro, dedicato appunto all’efficienza energetica nel settore industriale e organizzato in collaborazione con Fondazione Megalia durante il quale, con l’intervento dell’ENEA (l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) è stato possibile capire quali erano gli orientamenti che il Ministero dello Sviluppo economico e lo stesso ENEA stavano seguendo per redigere il tanto atteso documento di chiarimenti.

Una precisazione da notare

Il Consigliere incaricato per la Competitività territoriale, Ambiente, Energia, Rosario Bifulco, aveva enfatizzato questi aspetti e la necessità di rendere chiaro e applicabile il Decreto102, e aveva richiamato anche la notizia del 26 febbraio, quando la Commissione Europea ha avviato due procedure di infrazione contro l’Italia per il mancato recepimento di alcune norme contenute nelle direttive legate al Terzo Pacchetto Energia e alla direttiva 27/2012 sull’efficienza energetica.

Pubblicato il documento di chiarimenti: ci siamo!

Finalmente ieri, 20 maggio, è stato pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) il documento “Chiarimenti in materia di diagnosi energetica nelle imprese. Ai sensi dell’articolo 8 del Decreto Legislativo 10272014.

Il documento precisa che ai fini dell’adempimento al Decreto 102 i termini diagnosi e audit devono intendersi sinonimi. Individua il soggetto obbligato (le grandi imprese e quelle a forte consumo di energia), l’oggetto dell’obbligo (il sito produttivo), i soggetti che eseguono la diagnosi e le modalità tecniche per eseguirle. Propone un metodo per la clusterizzazione delle aziende multisito.

Il documento dovrebbe, quindi, aver chiarito tutti quegli aspetti che fin dall’inizio hanno creato dubbi, incertezze su tutti gli operatori del mercato.

E le PMI?

Rosario Bifulco aveva richiamato l’attenzione anche sul coinvolgimento delle PMI a fare efficienza energetica, con riferimento ai finanziamenti, citati nel Decreto 102, per gli audit energetici destinati a questa tipologia di imprese.

Anche qui tanta attesa, perché il potenziale delle PMI in questo settore è davvero interessante e di queste misure non si aveva ancora alcuna notizia.
Ecco che poco più tardi, il 12 maggio, arriva il Decreto Interministeriale, con un programma destinato a stimolare le PMI a rendere più efficiente il proprio consumo di energia.

I fondi messi a disposizione dal MiSE ammontano a 15 milioni di euro all’anno fino al 2020: le Regioni ora dovranno presentare i propri programmi di sostegno. Per le PMI sarà disponibile un totale di 30 milioni di euro, a copertura del 50% dei costi che sosterranno per la realizzazione delle diagnosi energetiche o l’implementazione di sistemi di gestione dell’energia ai sensi della norma ISO 50001.

L’impegno verso le nostre imprese

Assolombarda sta presidiando l’applicazione del Decreto 102/2014 per dare supporto alle proprie imprese che devono adempiere all’obbligo.
A tal proposito, l’associazione segue con interesse il tema dell’efficienza energetica e a questo ha dedicato un sito web: da qualche mese è online il nuovo sito di Assolombarda sul tema dell’efficienza energetica. Accedendo al portale le imprese potranno effettuare un audit online e mettersi alla prova per capire quanto sono attente ai propri consumi energetici, dove si concentrano le criticità e dove, quindi, sarebbe opportuno intervenire.

Sempre sullo stesso portale sarà possibile consultare la vetrina dei fornitori di prodotti e servizi dell’efficienza energetica; in questo modo chi ha effettuato l’audit online può cercare nella vetrina di Assolombarda il fornitore che meglio potrà supportarlo nelle fasi successive che intende intraprendere.

Lo Sportello Energia, inoltre, assiste e supporta le imprese a individuare e cogliere tutte le opportunità che questo settore offre.

Contattaci: scrivi allo Sportello Energia, e-mail sportello.energia@assolombarda.it oppure direttamente gli esperti dell’Unità Energia di Assolombarda:

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Agevolazioni per gli energivori: le imprese attendono una risposta

19 aprile 2016

L’agevolazione per le imprese energivore, che prevede uno sconto sul pagamento degli oneri generali di …
Le imprese
Energia a basso costo? Insieme si può!

20 gennaio 2016

Risparmiare sul costo delle forniture è possibile grazie al Gruppo d’Acquisto Assolombarda per l’energia elettrica: …
Le imprese
Storie di ordinaria burocrazia 4: il girone dell’energia

30 novembre 2015

Segui le avventure a fumetti dell’intraprendente aspirante imprenditore Dante tra i burodiavoli del buroinferno energetico. Leggi …