L'associazione
cultura d’impresa

Impresa a teatro: che spettacolo!

10 novembre 2015


Impresa a teatro: che spettacolo!

“Letteratura e industria. La fabbrica, il paesaggio, l’umanità”, lo spettacolo teatrale organizzato dall’associazione per la Settimana della Cultura d’impresa con Teatro Franco Parenti.

Radici per il futuro

Tornare alle radici per poi avanzare: questa è l’idea alla base dei dieci giorni della “Settimana della Cultura d’Impresa, manifestazione di Confindustria giunta alla sua 14esima edizione. Un ricco calendario di eventi su tutto il territorio nazionale per recuperare l’orgoglio della nostra storia industriale.

Novità di quest’anno: il teatro, come linguaggio per raccontare le imprese italiane.

Teatro e impresa uniti

Rosario Lisma“Letteratura e industria. La fabbrica, il paesaggio, l’umanità”, spettacolo organizzato da Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, rientra nel progettoL’impresa va in scena. Lunedì 16 novembre al Teatro Franco Parenti, Rosario Lisma darà voce ad alcune tra le migliori penne della narrativa del 900 italiano, con un reading di brani di letteratura di fabbrica. Il tutto condito con canzoni e accompagnamento musicale per chitarra classica di Gipo Gurrado.

Parole di Leonardo Sinisgalli, Giorgio Caproni, Vittorio Sereni, Paolo Volponi, Giovanni Comisso, Luciano Biancardi, Primo Levi ed Edoardo Nesi per recuperare la memoria e scoprire l’attualità della nostra identità industriale.

Dagli anni Trenta ai giorni nostri, pagine che raccontano il cambiamento della produzione nel secondo dopoguerra e il rapporto tra uomo e macchina: “Si parte dalla confusione e si arriva all’ordine. Si parte dal bruco e si arriva alla farfalla. Si elabora la materia, si mastica, si stira, si insaliva, si arma si conforma, si cuoce e si crea un oggetto” (Leonardo Sinisgalli – L’operaio e la macchina).

Gipo GurradoLuoghi che si trasformano con l’arrivo dell’industria. Imprese, territorio, città, periferie e persone: interazioni che evolvono e diventano ecosistema.

Figure di imprenditori che, come scrive Edoardo Nesi ne L’estate infinita “[…] neanche si curano – tantomeno si fanno merito – d’aver costruito le fondamenta di un benessere economico che in certe parti d’Italia s’è così capillarmente diffuso da poter essere chiamato democratico”.

Vita in azienda, operai, tecnici e imprenditori, rapporti umani e professionali: impresa come luogo di relazioni.

Note di Paolo Conte, Enzo Jannacci, Adriano Celentano e Luigi Tenco fanno da cornice a ritratti che lasciano trasparire, attraverso la grande capacità espressiva, l’unicità identitaria delle nostre imprese. Storie che profumano d’industria.

Vuoi saperne di più? Contatta Giulia Polizzotti, tel. 02/58370578, e-mail: giulia.polizzotti@assolombarda.it.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
L'associazione
La storia e la cultura del Made in Italy, in una Settimana

8 novembre 2016

Promuovere la politica culturale delle imprese italiane con convegni, incontri, workshop, rassegne di cinema industriale, …
Le imprese
#ioleggoperché: l’impresa e la cultura, insieme, voltano pagina

6 ottobre 2016

L'iniziativa #ioleggoperché punta alla creazione, all'interno delle imprese, di biblioteche aziendali e al rafforzamento di …
Le imprese
Il “grande spettacolo” della Settimana della Cultura d’Impresa

2 novembre 2015

Dieci giorni di spettacoli e mostre per scoprire il mondo della cultura d’impresa: gli eventi …