Le imprese

I lavori dell’IT più richiesti nei prossimi anni

15 marzo 2018


I lavori dell’IT più richiesti nei prossimi anni

Alcuni li conosciamo già. Altre nuove figure professionali saranno delle assolute new entry. Ecco su che cosa puntare.

La domanda che ci accompagna da qualche tempo è sempre la stessa. I robot, le varie intelligenze artificiali che trovano applicazione e posto nelle aziende, possono sottrarre posti di lavoro quando sostituiscono una persona in carne e ossa? Secondo una ricerca di Hays, “Jobs of future”, l’innovazione tecnologica creerà comunque interessanti opportunità e nuovi posti. Quali? Dove? Secondo gli intervistati, nasceranno mercati incentrati sullo sviluppo di nuove piattaforme di sharing e social network. Ma anche la domanda di consulenti IT esperti di realtà virtuale e simulata.

In accordo con i dati raccolti dall’indagine, la “top five” dei profili IT più ricercati dai recruiter entro il 2025 vedrà sul gradino più alto del podio i big data expert con il 54,62% delle preferenze, mentre al secondo posto si trovano gli IT security specialist (44,58%) e al terzo gli app developer (26,10%). Buone anche le previsioni per i multichannel architect (24,90%) e gli interactive developer (23,29%).

E le professioni cosiddette tradizionali? Per il 59,71% degli intervistati muteranno: nasceranno figure professionali “ibride” con forti competenze in ambito IT. Lavori che un tempo non avevano nulla a che vedere con la tecnologia saranno probabilmente ridisegnati dalla digitalizzazione. In questo modo, ci saranno lavori di settori molto diversi che necessiteranno di competenze informatiche per potersi mantenere competitivi e indispensabili sul mercato.

In questa situazione assume una crescente rilevanza l’aspetto retributivo: qual è il prezzo di mercato di queste competenze? Esistono – e quali sono – i differenziali retributivi tra chi ricopre ancora i ruoli (tecnico di assistenza, tecnico di manutenzione, ecc.) in modo tradizionale e chi già possiede le nuove competenze digitali richieste dalle nuove tecnologie? Assolombarda, in collaborazione con altre importanti associazioni di Confindustria, sta per avviare in questi giorni la prima indagine retributiva che cerca di dare una risposta a questi aspetti, particolarmente strategici per le imprese.

Si creeranno poi figure professionali completamente nuove. Ad esempio programmatori di intelligenze artificiali (49,25%), professionisti capaci di analizzare e gestire grandi quantità di dati. I robotic enginee (48,26%), studiosi della robotica applicata in ambito industriale, e i guardiani della privacy online (36,82%), esperti di cybersicurezza.

Un settore già in grande espansione che continuerà a svilupparsi è sicuramente quello dei big data. Serviranno infatti data scientist e data architect, big data engineer e chief data officer.

Per essere costantemente allineati con le nuove tecnologie è imprescindibile la formazione continua: il 39% dei professionisti intervistati sostiene di aggiornarsi ogni sei mesi, mentre il 39,50% addirittura ogni tre. Emerge quindi come essere totalmente allineati con le ultimissime novità sia un nodo imprescindibile per avere successo in questo settore.

Sei interessato e vuoi sapere di più sull’indagine retributiva riguardo questi temi? Contatta Andrea Fioni, Referente Mercato del lavoro Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza (andrea.fioni@assolombarda.it – 0258370307).

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Cresce il mercato dell’information security

14 marzo 2018

In Italia vale 1 miliardo di euro. Le aziende si stanno attrezzando per prevenire attacchi. Nel …
Le imprese
Di che cosa parliamo davvero quando parliamo di intelligenza artificiale?

11 marzo 2018

Nel 2018 l'intelligenza artificiale (AI) sarà al centro del dibattito mediatico-politico e, soprattutto, della vita …
Le imprese
La top ten dei trend delle tecnologie digitali

9 marzo 2018

Uno sguardo alla prossima evoluzione dei sistemi che disegneranno il futuro modello di business della …