Le persone

Gli ITS, una valida risposta alla sfida dell’Industry 4.0

20 novembre 2015


Gli ITS, una valida risposta alla sfida dell’Industry 4.0

Gianfelice Rocca a margine di Orientagiovani, la giornata di Confindustria e Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza dedicata quest”anno all’Istruzione Tecnica Superiore.

“Le imprese necessitano oggi di tecnici intermedi cioè di profili professionali specialistici, capaci di seguire attività e processi lavorativi ad alto contenuto tecnologico – afferma Gianfelice Rocca Presidente di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza – “Sono figure preziose, queste, ma molto difficili da reperire nel mercato del lavoro. In Italia si stima che manchino all’appello ogni anno circa 100.000 tecnici intermedi”.

“Ecco perché nascono gli ITS, per creare dei super tecnici di grande interesse tanto per il manifatturiero quanto per i servizi. Si tratta di scuole dai contenuti innovativi impostate sul fare e che permettono di entrare nel mondo del lavoro a 21 anni rispetto ai 27 di media di un laureato magistrale”.

“Il modo di fare impresa, di produrre, sta infatti cambiando. Nei prossimi anni il nostro sistema manifatturiero dovrà, infatti, affrontare la sfida della quarta rivoluzione industriale, la cosiddetta ‘Industry 4.0’, ossia la totale automazione e interconnessione delle produzioni. È la ‘smart factory’, cioè la fabbrica intelligente caratterizzata da digitale e grande autonomia delle persone che vi lavorano”.

“Le figure professionali più rilevanti per l’Industry 4.0 saranno riconducibili a tre filoni: il trattamento e l’analisi delle informazioni (big casino online data, business intelligence); la progettazione di applicazioni associate ai nuovi media e ai social network; l’automazione dei processi produttivi e logistici (es. il controllo della produzione si farà con l’iPad)”.

“E gli ITS offrono percorsi di formazione che preparano anche a questi nuovi lavori. Per quanto riguarda l’Industry 4.0 ne è un esempio il corso ITS realizzato da una Fondazione, di cui Assolombarda è partner, per tecnici superiori per l’automazione ed i sistemi meccatronici. In questo percorso si studiano sia materie afferenti l’ambito della meccanica, sia materie connesse con l’elettronica e l’informatica”.

“E’ una rivoluzione quella in atto. E i giovani, con la naturale propensione alla tecnologia e alla comunicazione digitale, che sono loro proprie, diventeranno indispensabili per le imprese”.

Relazioni con i Media, tel. 0258370.264/296, e-mail: stampa@assolombarda.it.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le persone
“Rocca: ora serve discontinuità con uno choc per la crescita”

13 aprile 2017

Intervista a Gianfelice Rocca a firma di Giangiacomo Schiavi - Il Corriere della Sera, 6 …
Le persone
‘Alle imprese serve più agilità: il Sì sarà solo il primo passo’

1 dicembre 2016

Intervista a Gianfelice Rocca, Presidente di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza - La Repubblica.  
L'associazione
La Grande Milano e l’innovazione che serve

2 agosto 2016

Articolo di Gianfelice Rocca, Presidente Assolombarda e di Giovanni Azzone, Rettore Politecnico di Milano – …