Le imprese
fisco

Fiscalità locale, imprese e competitività: un confronto con i Comuni dell’Adda Martesana

27 novembre 2014


Fiscalità locale, imprese e competitività ...

Assolombarda e il sindaco di Cernusco sul Naviglio incontrano gli amministratori dell’Adda Martesana.

Al centro del dibattito, fiscalità locale e politiche di sviluppo del territorio.

Fiscalità locale nell’Adda Martesana: +7% all’anno la pressione sulle imprese

Nel 2013, la pressione fiscale su uffici e capannoni industriali dell’Adda Martesana è cresciuta complessivamente del 7%. E nel 2014 – l’anno dell’introduzione della Tasi – quasi la metà dei Comuni della zona ha deliberato di applicarla anche per gli immobili delle attività produttive già gravati dall’Imu. Tra Imu e Tasi, quindi, il prelievo complessivo quest’anno vedrà le imprese pagare un altro 7% in più rispetto a quanto pagato nel 2013.

A proporre un focus sulla pressione fiscale nell’area è stato Lorenzo Vimercati, presidente della Zona Est di Assolombarda, nel convegno “Fiscalità locale e competitività del territorio: i Comuni dell’Adda Martesana a confronto”: l’evento che il 26 novembre, nell’ex setificio “La Filanda” di Cernusco sul Naviglio, ha visto l’associazione e un gruppo di sindaci e assessori dei Comuni del territorio affrontare insieme uno dei temi più delicati e impattanti per le imprese.

Il dialogo con le amministrazioni sulla fiscalità locale: i vantaggi per le imprese

Per Assolombarda, è la terza tappa di un percorso che ha già toccato Milano e Rho (dove l’associazione ha riunito i sindaci dei Comuni del Nord Ovest) e che proporrà altri incontri sul territorio per dibattere con le amministrazioni locali un tema decisamente spinoso per le imprese. E – questo è l’intento – trovare modalità di intervento che possano semplificare almeno in parte la vita delle aziende.

«Il peso della fiscalità locale e le difficoltà amministrative per adempiere ai pagamenti stanno soffocando le imprese del territorio. Per questo», ha sottolineato Vimercati, «Assolombarda sta avviando rapporti di collaborazione con le Amministrazioni locali, per trovare soluzioni condivise indirizzate, da un lato, a contenere l’aumento delle tasse locali e, dall’altro, a semplificare gli adempimenti collegati alla fiscalità locale a carico delle imprese».

«I primi frutti di questa azione volta ad alleggerire il peso del fisco sulle aziende e a semplificare la loro relazione con gli uffici comunali sono già visibili», ha commentato Carlo Bonomi, vice presidente di Assolombarda per Credito, Finanza e Fisco, ricollegandosi ai progetti dedicati al fisco dal Piano Strategico dell’associazione “Far volare Milano”.

«Da un lato, il monitoraggio della fiscalità locale è uno strumento utile tanto ai Comuni, che possono confrontarsi gli uni con gli altri su questo tema, quanto alle imprese, che possono tenere conto di questa variabile nelle loro scelte localizzative. Dall’altro lato», ha proseguito Bonomi, «L’attivazione dello Sportello Fiscalità locale da parte di Assolombarda e i protocolli d’intesa con i Comuni sono già una realtà».

Dagli incontri con le Zone sul territorio alla Città metropolitana

Eugenio Comincini, sindaco di Cernusco sul Naviglio, è anche vicesindaco del Consiglio Metropolitano, l’organo di governo della Città Metropolitana di Milano che prestissimo sostituirà l’attuale assetto amministrativo. Comincini ha sottolineato l’utilità di occasioni di confronto come quella proposta da Assolombarda il 26 novembre proprio nell’ottica della Città Metropolitana.

Il nuovo ente, infatti, dovrà valorizzare le “zone omogenee” presenti sul territorio milanese; e l’area dell’Adda Martesana, che coincide con la Zona Est dell’associazione, costituisce da tempo un esempio virtuoso di collaborazione tra Comuni nella gestione e nell’erogazione di alcuni servizi, migliorandone la qualità e l’efficienza e riducendone il costo per la collettività.

Quanto al dibattito sulla fiscalità locale, è destinato a proseguire anche nei prossimi mesi. Il prossimo appuntamento sarà in Assolombarda nella primavera 2015, con l’aggiornamento al 2014 del report sulla fiscalità locale che raccoglie e analizza i dati di 86 comuni delle province di Milano, Lodi e Monza e Brianza.

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Imposte locali, un peso per le aziende. Ma qualcosa si muove

10 aprile 2017

Imu, Tari, Tasi e oneri di urbanizzazione costano sempre di più alle casse delle imprese. …
Le imprese
Il fattore X del territorio per l’impresa

5 aprile 2017

L’economista Marco Magnani nel suo ultimo libro rilancia l’idea che il territorio abbia un valore …
Le imprese
Tasse, qualcosa è cambiato. Ma per un fisco più attrattivo la strada è ancora lunga

9 febbraio 2017

Le riforme applicate al regime fiscale fanno sentire i propri effetti ma mancano ancora alcuni …