L'associazione
Expo 2015

Expo la grande occasione – Che cosa abbiamo fatto

16 dicembre 2014


Expo la grande occasione – Che cosa abbiamo fatto

Aiutare le imprese a moltiplicare e cogliere le opportunità.

E progettare il futuro di Expo perché non finisca nel 2015.

Expo per le imprese, le imprese per Expo

Manca poco all’appuntamento di Milano con il mondo: il conto alla rovescia è cominciato. Noi supportiamo le aziende associate e le aiutiamo a intercettare e cogliere le opportunità che Expo offre al business. Perché riescano a rilanciarsi sul mercato e per promuovere il Made in Italy.

Il nuovo sito internet Assolombarda per Expo, creato per informare le imprese su tutte le novità di Expo, ha registrato 53mila sessioni di navigazione e 114mila visualizzazioni di pagina da parte di 43mila utenti. La nostra newsletter Expo, che ha più di 750 imprese abbonate, le aggiorna su bandi, gare e sponsorizzazioni della società Expo SpA e di Padiglione Italia, ma anche sulle opportunità legate alla realizzazione dei padiglioni dei soggetti partecipanti. E abbiamo risposto alle richieste di oltre 240 imprese con l’attività di consulenza specialistica dello sportello Help Desk per Expo.

Inoltre, abbiamo realizzato una Short List di quasi 200 imprese associate destinata ai Commissari dei paesi e degli altri soggetti partecipanti che devono, per i propri padiglioni, progettare, costruire, gestire e smantellare le strutture: aziende in grado di fornire il personale, le competenze, gli strumenti, i materiali, i prodotti e i servizi necessari a fare tutto questo. Un’attività specifica, dedicata al sistema produttivo milanese, che si affianca al Catalogo per i Partecipanti a Expo, aperto a tutte le imprese italiane, che Expo 2015 SpA ha lanciato a inizio 2014.

Risultato: oggi, circa un quarto degli aggiudicatari, affidatari, partner e sponsor di Expo 2015 SpA e di Padiglione Italia sono imprese associate ad Assolombarda.

Occupazione a misura di Expo

Per le imprese della Lombardia che puntano su Expo per crescere e svilupparsi, Assolombarda ha fortemente proposto, promosso e ottenuto la sigla di un’intesa tra Regione Lombardia, associazioni di categoria e Cgil, Cisl e Uil regionali, il “Patto per il lavoro Expo 2015”. Grazie a questa firma, sono state create tutte le condizioni per realizzare accordi rispondenti alle esigenze di occupazione e flessibilità operativa richieste da Expo: una nuova occasione per le aziende di sfruttare le opportunità di business e occupazionali generate dalla manifestazione del 2015.

Quella lombarda è in assoluto l’intesa più avanzata sottoscritta in Italia nel 2014 per occupabilità, flessibilità, turni, orari: un banco di prova da estendere a livello nazionale nell’ordinario post Expo.

Un ambiente digitale per Expo

Una grande vetrina, uno spazio digitale unico dove le imprese possano presentare e promuovere i contenuti di proprio interesse in modo da abilitare la costruzione di applicazioni sempre più integrate: E015 Digital Ecosystem è un progetto concreto a cui Assolombarda sta lavorando dal 2012, quando ha firmato, insieme a Comune di Milano, Confindustria, Camera di Commercio di Milano, Confcommercio e Unione Confcommercio Milano, una convenzione con Expo 2015 SpA per attuare il Progetto strategico ICT.

L’ambiente digitale E015 nato da questa idea permette alle aziende di entrare a far parte di uno spazio digitale per sviluppare applicazioni software innovative per visitatori e cittadini. Un modo per promuovere e rendere fruibile un insieme di servizi che vanno dalla scelta dei trasporti all’ospitalità, dall’intrattenimento alla possibilità di apprezzare le eccellenze del Made in Italy e il patrimonio artistico del Paese. Oltre 350, tra imprese ed enti, sono già in questo spazio virtuale. E il loro business è reale.

Oggi E015 è, a detta di tutti, l’ecosistema digitale più avanzato d’Italia per l’interazione in tempo reale tra soggetti pubblici e attori privati, per l’offerta di servizi integrati e l’empowerment personale dei relativi clienti. Vogliamo che sia un’eredità permanente di Expo, un modello per la Lombardia digitale del dopo evento.

L’eccellenza trova Casa

In collaborazione con uno dei padiglioni cinesi di Expo, China Corporate United Pavilion, Assolombarda ha siglato una partnership esclusiva per coinvolgere le aziende associate nella “House of excellence” che verrà realizzata in un’area centrale di Milano. Un luogo reale di confronto, una vetrina di eccellenze italiane e cinesi a disposizione dei turisti che la manifestazione del 2015 porterà a Milano.

E dopo l’Expo? Nexpo!

Expo deve vivere oltre la durata della manifestazione. Nel 2013 Assolombarda ha presentato un’idea progettuale, “Nexpo”, di destinazione permanente dell’area al termine della manifestazione. Un’ipotesi di lavoro che prevede la creazione di un nuovo polo dell’innovazione, un laboratorio di idee e tecnologie all’avanguardia, un centro di attrazione internazionale di investimenti, talenti e imprese: una vera e propria digital city, una Silicon Valley italiana che si può realizzare grazie alle condizioni infrastrutturali e ai livelli di digitalizzazione unici e irripetibili creati da Expo.

Oggi, insieme ad altri partner imprenditoriali e finanziari, stiamo lavorando per trasformare questa idea in un progetto di fattibilità, secondo la nuova strategia di sviluppo adottata dalla società Arexpo.

Leggi anche:
Rocca, fiducia nel futuro
50 progetti per cambiare Milano. Un anno dopo
Siamo pronti ad andare ovunque. Purché sia in avanti
Una piattaforma aperta di collaborazione
#FarVolareMilano compie un anno. Sei dei nostri?
Le imprese al centro – Che cosa abbiamo fatto
Milano al centro – Che cosa abbiamo fatto
Assolombarda al centro – Che cosa abbiamo fatto

Guarda le infografiche di 50 progetti per Far Volare Milano. Un anno dopo
Imprese al centro – Far volare Milano
Milano al centro – Far volare Milano
Expo la grande occasione – Far volare Milano
Assolombarda al centro – Far volare Milano

Consulta la documentazione di 50 progetti per Far Volare Milano. Un anno dopo

Guarda la gallery di 50 progetti per Far Volare Milano. Un anno dopo

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Università e impresa, dialogare per tessere il futuro

16 maggio 2016

Oltre 60mila tirocini curriculari, 271 dottorati di ricerca industriale e oltre 6mila studenti delle scuole …
L'associazione
“50 Progetti per rilanciare le imprese e il territorio” – I principali risultati raggiunti

11 febbraio 2016

A oggi sono 21 i progetti che hanno prodotto risultati concreti, alcuni dei quali si …
L'associazione
Far volare Milano: i risultati a due anni dal lancio

11 febbraio 2016

A due anni dal lancio del piano strategico “50 progetti per rilanciare le imprese e …