Le imprese

Esposizioni Universali, le invenzioni fanno la storia

28 giugno 2016


Esposizioni Universali, le invenzioni fanno la storia

Le Esposizioni Universali hanno sempre rappresentato nel corso dei secoli una vetrina di innovazione e di scoperte provenienti da ogni parte del mondo. Sono state presentate invenzioni tra le più eccentriche ma anche quelle che tutti noi, ormai, usiamo quotidianamente.

1876-expo philadelphia distribuzione ketchupSi comincia dalla Great Exhibition of the Works of Industry of all Nations a Londra nel 1851, fortemente voluta dal Principe Alberto, consorte della Regina Vittoria, che grazie al successo e alla grande partecipazione dei visitatori, ha potuto far partire i lavori per il “loro” Victoria & Albert Museum. In mezzo ai quei padiglioni esotici, legati agli esploratori e alle colonie, a mondi immaginati per i visitatori europei, di cui per la prima volta potevano farsi una visione, Charles Goodyear ha presentato i primi oggetti in gomma vulcanizzata per i pneumatici, ma contemporaneamente altri prodotti innovativi per l’epoca hanno avuto il loro esordio: sono state presentate le prime dentiere.

Zip di Judson expo chicago 1893Nel più grande parco cittadino del mondo si è tenuta l’Expo di Philadelphia del 1876 dove la Heinz stupì tutti con il ketchup, destinato a diventare il simbolo planetario del fast food, e due anni dopo a Parigi, Thomas Edison ha consegnato alla storia il megafono e il fonografo, uno dei primi strumenti in grado di registrare e riprodurre suoni.

La zip, la cerniera, ha fatto invece la sua prima apparizione nell’Expo di Chicago del 1893. L’idea rivoluzionaria è venuta a Whitcomb Judson dopo aver visto l’amico imbranato che lottava per chiudersi le scarpe. Lo stesso anno fa il suo debutto l’installazione più simbolica di tutti i parchi di divertimento: la famosa ruota panoramica.

Expo Parigi 1900L’Expo di Parigi del 1900 ha fatto la storia. I fratelli Lumière presentano per la prima volta il cinematografo e in contemporanea Rudolf Diesel esibisce il primo motore ad aria compressa per bruciare combustibile e produrre energia, il famoso motore Diesel che funzionava allora con olio di arachidi.

Quando nel 1901 spararono al presidente americano William McKinley era l’anno in cui si presentò la macchina a raggi X all’Expo di Buffalo, ma non vollero usarla perché non si fidavano degli effetti collaterali. Mentre nell’Expo di St Louis del 1904 il venditore bavarese di salsicce, Anton Feuchtwanger, per permettere ai clienti di mangiare le loro salsicce senza scottarsi le mani, chiese a suo cognato panettiere di inventare un panino lungo quanto la salsiccia ed ecco che nasce l’hot dog.

Infant-Incubators seattle 1909La grande invenzione del 1909 nell’Expo di Seattle è invece l’incubatrice. Si formano code di visitatori pronti a pagare 25 cent per ammirare i piccoli bebè che quando ne escono vengono celebrati sulle prime pagine dei giornali.

Ed ecco l’Expo di New York del 1939 che presenta la televisione e il Presidente Franklin D Roosevelt indirizza agli americani un saluto direttamente dal sito espositivo. Sempre a New York, nell’Esposizione del 1964, arriva la Tv a colori.

dubai 2020Soprannominata l’Expo delle Meraviglie è quella di Osaka nel 1970, dove l’attenzione dei visitatori viene catturata dal primo schermo IMAX per vedere le immagini in 3D, e soprattutto dal primissimo prototipo di telefono cellulare. L’apparecchio, che pesava più di 2kg, verrà poi messo in commercio solamente nel 1973, grazie al lavoro svolto da Mitchell e Cooper di Motorola.

L’attesa ora è per le sorprese che ci riserva la prossima edizione, che già nel tema “creare il futuro” ci fa ben sperare. Ci vediamo a Dubai nel 2020.

Guarda la gallery – Esposizioni Universali, le invenzioni fanno la storia

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati