Le imprese
Digital Transformation

Digital Transformation: non si può più stare a guardare

24 novembre 2016


Digital Transformation: non si può più stare a guardare

Oggi le aziende si trovano di fronte alla Digital Transformation, una rivoluzione che sta portando grandi cambiamenti all’interno delle imprese e dei processi organizzativi.

Non si tratta di un trend passeggero, è una trasformazione inevitabile che riguarderà tutte le aziende che vogliono rimanere competitive.

Gli imprenditori quindi non possono stare fermi a guardare per decidere se cambiare oppure no; oggi la domanda che devono porsi è: cosa posso fare per innovare nel modo migliore e più proficuo per la mia azienda?

La Digital Transformation rappresenta un’enorme opportunità per le aziende di ogni settore e dimensione; questa trasformazione, applicata al concetto di Industria 4.0, in cui la digitalizzazione è collegata con tutte le unità produttive, apre infatti nuovi scenari per la produzione di beni e servizi innovativi per i clienti. Come avviene per l’Internet of Things, un’interconnessione tra macchine intelligenti, dispositivi, sensori e persone che porterà a migliorare produzione e processi di ogni azienda. Sono sistemi complessi che interagiscono tra loro per un controllo continuo e in tempo reale di ogni singola attività. La sensoristica già disponibile nelle macchine per la produzione, se connessa in modo intelligente al ciclo produttivo, può portare a significativa riduzione dei costi e ottimizzazione dei processi.

L’analisi predittiva della manutenzione degli impianti può permettere una migliore gestione dell’intero ciclo produttivo. Le imprese che abbracceranno il cambiamento saranno in grado di ridefinire i propri modelli di business, offrire servizi e prodotti inediti e creare esperienze sempre nuove per ogni cliente, con offerte su misura e personalizzate.

I dati come motore della competitività

Sapere e poter reagire velocemente sarà fondamentale per rimanere competitivi. L’analisi dei dati rappresenta un’importante chiave di lettura della realtà e del mercato di oggi e di domani: grazie agli advanced analytics è possibile tenere in ordine le informazioni disponibili, trovare relazioni inaspettate tra i dati, prevedere scenari di business futuri. L’imprenditore deve necessariamente promuovere la cultura dei dati per poter estrarre il massimo del valore di business grazie a un’analisi in grado di ottimizzare i processi, ridurre i costi, prevedere i cambiamenti della domanda e prendere decisioni strategiche a supporto della propria azienda, grande o piccola che sia.

SAS si pone come facilitatore per supportare le aziende nel loro processo di cambiamento con l’obiettivo di creare una cultura analitica. Ciò avviene attraverso i contenuti in ambito big data e innovazione, numerose attività di formazione come i corsi di Digital Learning e i rapporti con le università, così da essere un supporto per creare quelle competenze e quelle figure che mancano e che possono essere la chiave di volta per una strategia di trasformazione del business. I tanti incontri di formazione e aggiornamento organizzati dall’azienda, come SAS Forum o Analytics Experience, sono momenti fondamentali che rappresentano una spinta per guardare avanti, dove i business user, analyst ed esperti di settore condividono nuovi approcci alle sfide del business di oggi e di domani.

Le storie, le testimonianze e le applicazioni pratiche delle aziende che sono state accompagnate nel processo di trasformazione verso il digitale sono raccolte e raccontate in itasascom: un filo diretto con i protagonisti del business grazie al quale comprendere lo scenario della Digital Transformation, dei Big Data e degli Advanced Analytics in cui si muovono aziende e professionisti. Protagonisti delle storie trattate sono le persone che tutti i giorni con le loro idee e le loro capacità portano l’innovazione al centro delle strategie aziendali. L’obiettivo è raccontare i cambiamenti in atto contribuendo all’aggiornamento di tutti coloro che fanno dell’innovazione un elemento fondamentale del proprio percorso professionale.

Storie come quella di un’azienda del manifatturiero che, grazie all’analisi dei dati, è riuscita a prevedere e anticipare le esigenze di mercato senza doversi affidare alla fortuna, registrando un calo dell’errore previsionale di decine di punti percentuali. Un altro esempio viene da un’azienda che produce snack e sfrutta gli analytics per profilare gusti, comportamenti e stili di vita del cliente e attraverso l’analisi dei dati si assicura che ogni prodotto abbia le giuste caratteristiche di gusto, croccantezza o cremosità. Un’altra azienda ha vinto la sfida dell’online grazie all’adozione di strumenti analitici che hanno permesso di reinventare completamente il percorso di acquisto su tutti i canali e offrire un’esperienza personalizzata ai propri clienti.

Le persone al centro della strategia di cambiamento

Gli investimenti nelle 4 tecnologie SMAC (Social, Mobile, Analytics&Big Data, Cloud), grazie alle quali è possibile ridefinire l’esperienza dei clienti, gestire i dati come forti elementi di differenziazione e creare modelli di business inediti, stanno registrando anche in Italia un trend positivo e questo dimostra che le imprese non vogliono farsi cogliere impreparate e stanno già reagendo al cambiamento della rivoluzione digitale. È però importante tenere a mente che Digital Transformation non significa solamente investire in nuove tecnologie, strumenti e tecniche, ma significa principalmente innovare il modello di business dell’azienda. Questa è una sfida che riguarderà anche e soprattutto le persone.

L’Italia si caratterizza da sempre per la sua intrinseca capacità di innovare; pensiamo ai distretti industriali e alle tante eccellenze dell’imprenditoria italiana, e sono proprio competenza e conoscenza quella forte spinta a guardare avanti, elementi di valore che contribuiscono alla trasformazione delle imprese. Il processo di Digital Transformation richiede cambiamenti nell’organizzazione, nelle persone e nei modelli operativi. Sarà pertanto necessario supportare il cambiamento verso l’innovazione con la partecipazione, profonda e condivisa, di tutti i ruoli aziendali.

Leggi anche:

Tanti dati a disposizione: ma come posso sfruttarli nella mia azienda?

 

SAS è leader negli analytics. Attraverso analytics innovativi, software e servizi di business intelligence e data management, SAS, con oltre 80.000 installazioni in tutto il mondo, aiuta le aziende a prendere decisioni migliori in tempi brevi. Dal 1976 SAS fornisce ai clienti di tutto il mondo THE POWER TO KNOW®. In Italia dal 1987, ha oggi una struttura di oltre 330 persone operative nelle sedi di Milano, Roma, Venezia Mestre, Torino e Firenze.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Assolombarda e Unicredit: finanziamenti e know-how verso Industria 4.0

12 settembre 2017

Industria 4.0 rappresenta un'opportunità irripetibile per far crescere competitività e occupazione. Le aziende italiane ne …
Le imprese
Industry 4.0 a portata di mano (o a colpo d’occhio)

2 agosto 2017

Gestire la fabbrica da uno smartwatch? Si può fare anche questo, con una soluzione che …
Le imprese
“Progettare il futuro”: 10,5 miliardi per le imprese di Milano, Monza e Brianza

5 luglio 2017

Assolombarda, Confindustria Piccola Industria e Intesa Sanpaolo siglano un accordo triennale per aiutare le Pmi …