L'associazione
Assemblea 2014

Delrio alle imprese: legalità e riforme

9 giugno 2014


Delrio alle imprese: legalità e riforme


Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ribadisce le priorità del Governo di fronte alla platea degli imprenditori milanesi.

Senato e Titolo V, riforme in pole position

È Graziano Delrio, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, a rappresentare il Governo all’Assemblea di Assolombarda di questa mattina. E lo fa con parole franche, lontanissime dal quel ‘politichese’ che gli imprenditori, a Milano come nel resto del Paese, non sopportano davvero più di ascoltare.

Due i temi forti dell’intervento di Delrio: le riforme e la legalità. Sul primo punto, il sottosegretario è esplicito rispetto alle intenzioni dell’esecutivo e a quelle che esso considera le priorità: «La riforma del Titolo V della Costituzione è più essenziale di quella del Senato» che peraltro, aggiunge, c’è la necessità di chiudere.

Da ‘autonomista non pentito’ – come si autodefinisce – Delrio ha precisato che il nuovo rapporto tra Stato e Regioni non deve dare «origine a un nuovo centralismo».

Un’alleanza per la legalità: semplificare le regole e combattere i privilegi

Quanto al tema della legalità, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio è decisamente in linea con la posizione del presidente di Assolombarda Gianfelice Rocca («è ora di lavorare insieme a una rivoluzione etica») e con le considerazioni che farò poco dopo il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi («Gli imprenditori che corrompono non possono stare tra noi »).

E propone un vero e proprio appello agli imprenditori. «C’è un problema di credibilità del Paese» per cui, secondo Delrio, in questo momento non c’è bisogno «di moltiplicare leggi e regole, ma di fare una vera alleanza per la legalità, per il rispetto di se stessi, per la vigilanza e la prevenzione».

«Abbiamo bisogno di combattere i privilegi non perché ci accaniamo contro qualcuno, ma perché vogliamo dare una possibilità a tutti». Un punto su cui il Governo, afferma Delrio, non ha nessuna intenzione di cedere a compromessi: «Ognuno faccia il suo mestiere e l’Italia sarà un Paese più grande».

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
L'associazione
Il saluto delle istituzioni agli imprenditori ...

9 giugno 2014

Sono il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni …
L'associazione
Milano, sprazzi di futuro

9 giugno 2014

È soprattutto uno stimolo al Governo e alle istituzioni l’intervento del presidente di Confindustria Giorgio …
L'associazione
Riprendiamo in mano il nostro destino

9 giugno 2014

Relazione del Presidente Gianfelice Rocca Autorità, cari Colleghi, rappresentanti del Sindacato, del mondo dell’Università, della …