Le imprese

Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Novembre 2017

22 novembre 2017


Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Novembre 2017

Il 53% delle imprese di Milano, Lodi, Monza e Brianza chiude il 2017 con fatturato in crescita, miglior risultato dal 2008.

Il sentiero di crescita dell’economia lombarda è stabile e si rafforza. La produzione manifatturiera infatti torna a crescere nel terzo trimestre 2017 (+0,4% rispetto ai tre mesi prima), dopo il rimbalzo all’ingiù del trimestre precedente (-0,3%) seguito all’exploit del primo trimestre (+2,2%). Questi risultati portano ad una performance complessiva dei primi tre trimestri del 2017 pari al +3,2%, due volte e mezza il ritmo di un anno fa (+1,3%). Alla luce di ciò, la crescita acquisita per il 2017 è del +2,9%, ben superiore al +1,3% registrato nel 2016, e la distanza dal pre crisi si riduce al -5,3%.

A trainare l’attività lombarda sono tutte le classi dimensionali di impresa, con le piccole imprese che sperimentano nell’ultimo trimestre l’accelerazione maggiore. Tuttavia, è ancora ampia la forbice di performance rispetto al pre crisi: le grandi imprese sono già ampiamente sopra i livelli 2008 (+6,7%), le medie sostanzialmente a ridosso, mentre le piccole soffrono ancora un forte ritardo (-14,3%).

Produzione manifatturiera in Lombardia per classi dimensionali di impresa

(indice trimestrale destagionalizzato, 2010=100)

1

Le ultime indicazioni provenienti dal clima di fiducia del manifatturiero, del terziario innovativo e dei consumatori segnalano una prosecuzione di questa fase espansiva anche negli ultimi mesi del 2017.

Infatti, a Milano, Lodi, Monza e Brianza il clima di fiducia del manifatturiero sale a settembre per il secondo mese consecutivo, grazie al netto miglioramento degli ordinativi trainati dalla domanda interna.

Clima di fiducia del manifatturiero

(indice mensile destagionalizzato, ultimo dato settembre per Milano, Lodi, Monza e Brianza, ottobre per i Paesi)

2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il clima di fiducia del terziario innovativo di Milano, Lodi, Monza e Brianza cala leggermente nel terzo trimestre 2017 ma si conferma sui livelli record di fine 2015.

Clima di fiducia del terziario innovativo a Milano, Lodi,  Monza e Brianza

(indice trimestrale destagionalizzato)

3

Dalla nostra consueta indagine semestrale su circa 300 imprese, nel complesso del 2017 il 53% delle aziende di Milano, Lodi, Monza e Brianza del manifatturiero e del terziario innovativo si attende di chiudere l’anno con un fatturato in crescita rispetto al 2016, la quota più elevata dal 2008; in parallelo, è del 18% la percentuale di imprese che prevede una riduzione, la quota più ridotta dal 2008. In particolare, emergono per performance positiva nel 2017 le imprese del terziario innovativo (55% con fatturato in aumento).

Per quanto riguarda le previsioni per il 2018, il 37% delle imprese intervistate si attende un fatturato in crescita rispetto al 2017, mentre il 34% segnala stabilità e il 5% una diminuzione. Questi risultati possono apparire di ripiegamento, ma in realtà sono sostanzialmente in linea con le previsioni formulate un anno fa sul 2017 (che nei preconsuntivi, come commentato sopra, si sta rivelando un anno estremamente positivo). Tuttavia, in quest’ultima rilevazione ben il 25% delle imprese intervistate “non risponde”, percentuale elevata e sorprendente che sottolinea il permanere di una forte incertezza delle aziende sulle performance future anche di breve termine.

4

 

 

 

 

 

 

 

Sul fronte consumatori, il clima di fiducia è stabile a ottobre su massimi storici, grazie in particolare alle componenti relative al clima economico e al clima futuro.

Infine, prosegue il rafforzamento del mercato del lavoro.

La cassa integrazione guadagni continua infatti a contrarsi: -54% in Lombardia tra gennaio e settembre 2017 rispetto a un anno prima. Se guardiamo il confronto con il pre crisi, nei primi nove mesi di quest’anno il monte ore autorizzato rimane superiore di un terzo, ma le ore effettivamente utilizzate sono meno della metà (anche questo fenomeno sembra confermare gli elementi di incertezza sul quadro futuro delle imprese). La domanda di lavoro in somministrazione a Milano, Lodi, Monza e Brianza accelera del +21% nel terzo trimestre 2017, dopo il già sostenuto +10% nel secondo trimestre. Le assunzioni complessive in Lombardia aumentano del +13,0% tra gennaio e agosto 2017, ma diminuiscono quelle a tempo determinato del -5,1%.

Richieste raccolte dalle APL a Milano, Lodi, Monza e Brianza

5
(variazione % sullo stesso trimestre dell’anno precedente)

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Ottobre 2017

17 ottobre 2017

Ripartono i prestiti all'industria, prosegue il calo dei fallimenti ma aumentano ancora le liquidazioni volontarie. Sul …
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Settembre 2017

26 settembre 2017

Produzione manifatturiera e export accelerano in Lombardia nel primo semestre, più dei benchmark. Da fine 2016 …
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Luglio 2017

28 luglio 2017

I° trimestre 2017 molto positivo per la Lombardia grazie a export e occupazione. I dati di …