Le imprese
economia

Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Marzo 2017

10 marzo 2017


Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Marzo 2017

La produzione manifatturiera lombarda segna un +1,3% nel 2016, con performance omogenee per classi dimensionali di impresa.

La produzione manifatturiera lombarda chiude il 2016 con segno positivo, in linea con le attese che provenivano dal clima di fiducia: +0,3% nel quarto trimestre rispetto al terzo, quando la variazione era risultata di poco negativa e pari al -0,1%, segnando una breve interruzione della ripresa dopo otto trimestri consecutivi in aumento.

Nel complesso del 2016 l’attività produttiva lombarda cresce quindi del +1,3% sul 2015, performance positiva ma leggermente inferiore a quella registrata lo scorso anno (+1,5%), alla media nazionale (+1,9% nel 2016, trainata da un dicembre particolarmente brillante) e, nel confronto europeo, alla Cataluña (+3,4%). Risultato 2016 meno brillante per il Baden-Württemberg (+0,6%), che si attesta però su livelli decisamente superiori alla Lombardia e agli altri benchmark.

Produzione manifatturiera

(indice trimestrale destagionalizzato, 2005=100)

1

Alla luce di ciò, la distanza dal picco pre crisi a fine 2016 scende al -8,0% in Lombardia, meno della metà della Cataluña (-19,6%) e della media nazionale (-21,3%). Il Baden-Württemberg è invece di poco sopra il livello 2008 (+1,2%).

 

 

Distanza della produzione manifatturiera dal picco precrisi (var. %)

2

A livello dimensionale, le grandi imprese accelerano a fine 2016 e chiudono l’anno segnando un +1,4% rispetto al 2015, così come le medie imprese, mentre le piccole registrano un +1,2%. Rispetto al pre crisi si è stabilizzato l’ampio gap per classi: le grandi restano sopra i livelli 2007 (+5%), mentre le medie (-6%) e le piccole (-17%) sono ancora sotto.

 

Produzione manifatturiera in Lombardia per classi dimensionali di impresa

(indice trimestrale destagionalizzato, 2005=100)

3

Sotto il profilo settoriale, sono particolarmente dinamici la siderurgia (+2,7% nel 2015) e la meccanica (+2,0%) e, a livello di province, spiccano Lodi (+3,4%), Mantova (+2,3%), Pavia (+2,2%) e Brescia (+2,1%). Il manifatturiero di Milano e di Monza chiude il 2016 appena sotto la media regionale (+1,1%).

Nel nostro territorio, i segnali più recenti dal clima di fiducia delle imprese manifatturiere e del terziario innovativo fanno ipotizzare una prosecuzione della ripresa a inizio 2017. Sul fronte consumatori, invece, la fiducia si mantiene sui minimi dell’ultimo anno.

Per quanto riguarda gli ultimi aggiornamenti sul mercato del lavoro, nel 2016 le assunzioni complessive si riducono in Lombardia del -8,9% rispetto al 2015, più che in Piemonte (-5,1%), Veneto (-2,6%) ed Emilia-Romagna (-1,4%). Sono soprattutto le assunzioni a tempo indeterminato a diminuire, ma in Lombardia (-32,7%) meno che altrove. Pur in diminuzione rispetto al 2015, sia il numero di assunzioni totale sia lo spaccato a tempo indeterminato risultano nel 2016 superiori al 2014, prima dell’introduzione degli sgravi contributivi per i nuovi contratti di lavoro.

Lombardia

(assunzioni complessive annue)

4

 

 

 

 

 

Lombardia

(assunzioni a tempo indeterminato annue)

5

Infine, sul mercato del credito lombardo si attenua la schiarita registrata nel secondo trimestre 2016. Si intensifica leggermente la flessione dei prestiti bancari alle imprese (-0,4% nel terzo trimestre 2016 rispetto al 2015, dopo il -0,1% del secondo trimestre) e torna ad aumentare la quota delle sofferenze sul totale impieghi (13,8%, percentuale comunque inferiore a tutti i benchmark). Nei primi nove mesi del 2016 le liquidazioni tornano a crescere in Lombardia (+7,6%, dopo il -5,3% del 2015), mentre prosegue il calo dei fallimenti (-5,4%).

Prestiti bancari alle imprese

(totale settori economici, var. % sullo stesso periodo dell’anno precedente)

6

 

 

 

 

 

 

 

Fallimenti

(var. % sullo stesso periodo dell’anno precedente)

7

 

 

 

 

 

Liquidazioni volontarie

(var. % sullo stesso periodo dell’anno precedente)

8

 

 

 

 

 

Leggi il Booklet economia La Lombardia nel confronto nazionale ed Europeo n. 15/marzo 2017, a cura dell’Area Centro Studi.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Giugno 2017

21 giugno 2017

Fiducia del manifatturiero elevata, fallimenti in calo, ma prestiti alle imprese ancora in diminuzione. Secondo le …
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Gennaio 2017

14 febbraio 2017

A Milano la fiducia del manifatturiero e del terziario innovativo è su livelli elevati. A dicembre …
Le imprese
Addio alla globalizzazione? Ecco come può cambiare l’economia dopo Trump e la Brexit

24 gennaio 2017

Il rapporto Deaglio indica le variabili e le direttrici di sviluppo dell'economia mondiale. Attenzione alle …