Le imprese
economia

Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Febbraio 2016

3 marzo 2016


Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Febbraio 2016

La produzione manifatturiera lombarda chiude il 2015 accelerando più delle attese (+0,5% nel quarto trimestre rispetto al terzo).

Ma nel complesso d’anno, la performance della Lombardia (+1,5% sul 2014) è inferiore ai benchmark europei: (+3,6% per Baden-Württemberg e +2,8% per la Cataluña).

1

In Lombardia, i settori manifatturieri più brillanti sono gomma-plastica (+4,6%), mezzi di trasporto (+3,0%) e meccanica (+2,5%) e, a livello di province, spiccano sopra la media regionale Lecco (+4,0%), Lodi (+2,5%) e Monza Brianza (+2,5%).

In Lombardia è opportuno segnalare le performance differenziate per classi dimensionali d’impresa, con le grandi già sopra i livelli 2007 da fine 2011 (+3%), mentre le medie (-7%) e le piccole (-17%) non hanno ancora recuperato i livelli pre crisi.

Fiducia imprese e consumatori

A Milano il 2016 si apre con un balzo all’insù della fiducia del manifatturiero che ritorna sui livelli elevati della primavera 2015, grazie al miglioramento di tutte le componenti:

  • gli ordini esteri salgono considerevolmente raggiungendo i massimi da metà 2010
  • gli ordini interni crescono ulteriormente toccando il picco di maggio 2011
  • le scorte di prodotti finiti tornano su livelli considerati normali, dopo quattro mesi di significativo accumulo
  • le previsioni di produzione a breve termine migliorano.

 

A livello di Paesi, a gennaio la fiducia scende in Italia, Germania e soprattutto Spagna dove l’indice vira sotto lo zero dopo aver chiuso il 2015 su saldo positivo e aver toccato i massimi dal pre crisi. In controtendenza, la Francia registra una crescita.

2

Il terziario avanzato milanese accelera notevolmente in chiusura 2015, raggiungendo nel quarto trimestre livelli storicamente elevati.

Dal lato consumatori, il clima di fiducia torna a crescere a gennaio 2016 sia nel Nord-Ovest sia in Italia dopo la battuta di arresto di dicembre e permane sui massimi storici. Nel Nord-Ovest migliorano tutte le componenti, in particolare il quadro corrente.

Mercato del lavoro

Nel corso degli ultimi mesi, il rafforzamento della congiuntura economica lombarda si è riflesso in un miglioramento del mercato del lavoro, la cui svolta risale al quarto trimestre 2014, quando il numero di disoccupati ha cominciato a scendere (per la prima volta dal quarto trimestre 2011) e in contemporanea il numero di occupati ha ripreso a salire.

Questo trend positivo è proseguito nel corso del 2015, trainato dall’industria (senza costruzioni): al terzo trimestre 2015 (ultimo dato disponibile), gli occupati in Lombardia risultano 4 milioni e 261mila (24mila in più rispetto al 2014) e i disoccupati 307mila (38mila in meno che un anno prima).

I lavoratori equivalenti in CIG (che rientrano tra gli occupati, ma sono concettualmente più assimilabili ai disoccupati) sono 54mila. Scorporando tale componente, il totale occupati al netto CIG scende a 4 milioni 206mila (43mila in più che un anno fa), mentre i disoccupati al lordo CIG salgono a 361mila (57mila in meno che un anno fa).

In Lombardia i 24mila nuovi occupati rilevati nel terzo trimestre 2015 rispetto a un anno prima sono il risultato di un aumento di 33mila lavoratori dipendenti e di una diminuzione di 9mila lavoratori autonomi. L’aumento del lavoro dipendente trova un riscontro, con ordini di grandezza ovviamente molto maggiori, anche nelle assunzioni registrate dall’Inps: complessivamente +15% nel 2015 rispetto al 2014, di cui +52% per il tempo indeterminato.

Infine, segnali del cambio di passo del mercato del lavoro vengono dal sensibile aumento (+32% nel quarto trimestre 2015 rispetto a un anno prima a Milano) delle richieste di lavoratori in somministrazione e in particolare di professionalità tecniche (+101% nello stesso arco di tempo).

Download: “Booklet Economia n. 4 – Febbraio 2016” – La Lombardia nel confronto nazionale ed europeo, a cura del Centro Studi di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza.

Contatti
Centro Studi di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza
Stefania Saini, tel. 02 58370700, stud@assolombarda.it

 

lascia un commento
Articoli correlati
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Luglio 2017

28 luglio 2017

I° trimestre 2017 molto positivo per la Lombardia grazie a export e occupazione. I dati di …
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Giugno 2017

21 giugno 2017

Fiducia del manifatturiero elevata, fallimenti in calo, ma prestiti alle imprese ancora in diminuzione. Secondo le …
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Marzo 2017

10 marzo 2017

La produzione manifatturiera lombarda segna un +1,3% nel 2016, con performance omogenee per classi dimensionali …