Le imprese
economia

Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Aprile 2016

22 aprile 2016


Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Aprile 2016

Fiducia del manifatturiero milanese ancora positiva a febbraio, consumatori del Nord-Ovest in parziale recupero a marzo.

Esportazioni lombarde e delle regioni benchmark nella crisi

Tutte le regioni benchmark, nel corso della crisi, hanno perso quote sull’export mondiale e Lombardia, Bayern e Rhône-Alpes sono quelle in più forte contrazione: in particolare, nella nostra regione l’incidenza dell’export sul mondo passa da 0,95% nel 2008 a 0,75% nel 2015.

1

 

 

 

 

 

2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nello stesso periodo la Lombardia è, dopo il Rhône-Alpes, la regione il cui export recupera meno in termini di valore: +6,9% al 2015 rispetto al 2008, (per confronto: +30,4% Baden-Württemberg e +20,7% Piemonte, i benchmark più dinamici a livello europeo e nazionale, e +35,2% il commercio mondiale in euro correnti).

Inoltre, nel 2013, nel 2014 e nel 2015 la Lombardia ha registrato le crescite annue minori di tutti i benchmark considerati e anche della media italiana.

Paesi di destinazione e settori

I contenuti risultati dell’export lombardo tra il 2015 e il 2008 trovano riscontro nella minor performance della Lombardia rispetto ai benchmark:

  • nei due mercati più dinamici (Stati Uniti e Cina, che insieme contano per un decimo dell’export lombardo)
  • come anche nei due più rilevanti (Germania e Francia, quasi un quarto dell’export lombardo).

 

A livello di settori, in Lombardia le variazioni 2015 su 2008 sono sistematicamente più basse della performance media settoriale di Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto. In particolare, emerge un andamento più debole in importanti settori di specializzazione dell’export lombardo, come metalli e apparecchi elettrici, il cui valore dell’export nel 2015 è ancora inferiore a quello del 2008, ma anche meccanica; fa eccezione la chimica che rivela una buona tenuta.

Il PIL lombardo 2015 e il gap rispetto al pre crisi

Secondo le ultime stime Prometeia, la Lombardia ha chiuso il 2015 con una crescita del PIL del +1,1% sul 2014, tornando su segno positivo al pari degli altri benchmark nazionali. Alla luce di ciò, il gap lombardo rispetto al pre crisi (-4,9%) è minore delle regioni nazionali confrontate (-5,2% Emilia-Romagna, -6,6% Veneto, -10,7% Piemonte).

3

 

 

 

 

Clima di fiducia del manifatturiero e dei consumatori

Il quadro congiunturale di inizio 2016 tracciato dalla fiducia del manifatturiero e dei consumatori è piuttosto piatto, anche se i livelli si mantengono elevati e l’intonazione è quindi positiva.

Infatti, il clima di fiducia del manifatturiero a Milano* (Milano, Lodi, Monza e Brianza) scende a febbraio 2016, ma si mantiene su valori storicamente elevati e superiori alla media del 2015. Il calo è spiegato principalmente da una consistente discesa delle attese di produzione che tornano sui livelli di un anno fa, accompagnate da un lieve accumulo di scorte (comunque sotto i livelli considerati normali).

Al contrario, gli ordini totali salgono per il quarto mese consecutivo, grazie al traino di quelli interni (sul massimo da metà 2008), mentre quelli esteri si ridimensionano (dopo il forte balzo di gennaio).

A livello di Paesi, la fiducia del manifatturiero è sostanzialmente stabile a marzo in Italia (sui minimi degli ultimi 12 mesi) e in Germania (sui minimi da metà 2013), cresce lievemente in Spagna (confermando un trend altalenante), mentre torna a flettere in Francia (dopo 4 mesi consecutivi di aumento).

4

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal lato dei consumatori, la fiducia nel Nord-Ovest risale parzialmente a marzo dopo la virata all’ingiù di febbraio, ma rimane comunque su livelli elevati e superiori alla media 2015. Tutte le componenti migliorano, sebbene marginalmente, ad eccezione delle attese sul clima futuro.

Download: “Booklet Economia n. 6 – Aprile 2016” – La Lombardia nel confronto nazionale ed europeo, a cura del Centro Studi di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – dicembre 2016

9 gennaio 2017

La ripresa lombarda frena nel 3° trimestre, segnali positivi per fine 2016. L’attività economica lombarda frena …
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – novembre 2016

2 dicembre 2016

Fatturato 2016 in crescita per il 37% delle imprese milanesi (erano il 48% nel 2015). L’attività …
Le imprese
Congiuntura Lombardia: confronto nazionale e europeo – Ottobre 2016

8 novembre 2016

Cala la fiducia. Quanto effetto Brexit e tensioni geopolitiche estive? Dopo l’accelerazione sopra le attese sperimentata …