L'associazione
Expo 2015

Confindustria porta a Expo ‘Fab Food’

22 aprile 2015


Confindustria porta a Expo ‘Fab Food’

Confindustria porta in scena ‘Fab Food. La fabbrica del gusto italiano’, una mostra all’interno del Padiglione Italia che prende spunto dal motto dell’Esposizione universale “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

Un viaggio attraverso la storia industriale e la vita quotidiana delle imprese del settore.  

Fab come favoloso

Che il cibo italiano sia ‘favoloso’, davvero in pochi lo metterebbero in dubbio. Anche per questo Confindustria ha chiamato ‘Fab Food. La fabbrica del gusto italiano’ la mostra sull’alimentazione industriale che ha organizzato all’interno di Expo Milano 2015. Infatti, ‘Fab’ non richiama solo il termine inglese ‘fabulous’ (favoloso) e la mitica band di Paul McCartney e compagni, ma anche il concetto di ‘fabbrica’ del cibo, nel senso di un’alimentazione industriale buona, sicura e sostenibile per tutti. Proprio quello in cui sono specializzate tante imprese che fanno parte dell’associazione degli industriali.

FabFood_Logo-300

L’organizzazione ha scelto dunque di essere accanto ai Paesi e alle organizzazioni internazionali che parteciperanno all’Esposizione universale per presentare le proprie idee e soluzioni sul tema dell’alimentazione, partendo dalla necessità di riuscire a garantire con i propri strumenti cibo sano, controllato e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri.

Confindustria presenterà infatti all’interno del Padiglione Italia di Expo la rassegna ‘Fab Food’ con l’obiettivo di mostrare ai visitatori come sia possibile ottenere, rispettando l’ambiente e le risorse del mondo, prodotti alimentari sicuri, di qualità, a prezzi accessibili e in quantità sufficiente per tutti grazie all’industria e alle sue tecnologie. La sfida condivisa con Expo? Sfamare nove miliardi di persone al 2050. Il motto che vale per tutti? “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

L’acquolina in bocca…

Il viaggio dei sensi, dalla vista, al gusto passando per l’olfatto, procede attraverso 10 tappe disposte su due livelli, su una superficie di 900 metri quadri, dove i visitatori saranno invitati a partecipare, a scoprire e a imparare tutti i temi legati alla cultura alimentare italiana. Si parte con un’esperienza che fa venire l’acquolina in bocca, tra piatti animati caratteristici del nostro Paese e suoni della convivialità tipicamente italiana. Si passa poi al “Juke-box dei desideri”, dove si potrà ‘prenotare’ il proprio piatto preferito. Il viaggio continua al secondo piano dove, da semplici spettatori, ci si sentirà sempre più protagonisti, giocando con il tema della sostenibilità.

Quando lo stomaco comincerà a brontolare, sarà la volta di salire sulla giostra “Nutrire il pianeta”, per rimettere le cose a posto sulla Terra in disequilibrio. Infine, il visitatore potrà vestire i panni dell’agricoltore, scoprendo che nei fatti la produzione di cibo non è semplice come appare, oppure dell’allevatore o dell’industriale, per capire come sia possibile produrre di più, utilizzando le giuste risorse, con meno sprechi, garantendo sicurezza e prezzi accessibili.

Merito anche della tecnologia…

Insomma, questa esperienza sarà una vera e propria immersione nelle sfide globali della food safety e della food security, con la possibilità di provare in prima persona cosa significa lavorare quotidianamente al miglioramento condizioni alimentari del pianeta.

L’allestimento, infine, dimostra come per vincere questa sfida sia molto importante anche il ruolo della ricerca e dell’innovazione. Grazie alla tecnologia alimentare, infatti, è nato cibo più buono e più sano, mentre aumentavano gusto e salute per tutti. Merito anche dell’industria, capace di rendere accessibili a tutti i progressi generati dal mondo scientifico.

I protagonisti

In questo percorso, sarà fondamentale coinvolgere l’intera filiera dell’agroalimentare, dal coltivatore all’industria, dalla tecnologia fino al packaging e la distribuzione. Per questo, insieme con Confindustria, il progetto vede il coinvolgimento di 10 associazioni di sistema: Federchimica, Federalimentare, Anima, Assolombarda, Acimit, Anie, Assica, Assocomaplast, Federunacoma e Ucimu-Sistemi per produrre.

Infine, ci sarà spazio anche per i più giovani. Attraverso il progetto “Confindustria per i Giovani”, infatti, sono stati scelti 50 neolaureati per animare la mostra. Stage semestrali daranno ai ragazzi selezionati la possibilità di vivere un’esperienza sul campo e di avvicinarsi alle imprese e al mondo del lavoro, entrando nel vivo dell’Esposizione e dei progetti che vedono impegnate Confindustria e importanti realtà del sistema associativo.

Dove e quando

Il progetto, curato dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, sarà visibile per tutta la durata di Expo 2015, dal primo maggio al 31 ottobre 2015, da lunedì a domenica dalle ore 10.00 alle 23.00. Basteranno circa 20 minuti per fare un tuffo nella fabbrica del gusto italiano, lì dove nascono i favolosi sapori che il mondo ci invidia.

Vuoi saperne di più? Contatta Alessandra Salina, tel. 0258370.293, e-mail alessandra.salina@assolombarda.it.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Industria alimentare: nel 2015 l’export vola

9 marzo 2016

Secondo l’analisi Coldiretti sui dati Istat relativi al commercio estero 2015, le esportazioni alimentari Made …
L'associazione
La tecnologia E015, il primo lascito di Expo 2015

28 ottobre 2015

Informazioni e servizi digitali in rete. Regione Lombardia, insieme al sistema delle imprese, coglie il …
Le imprese
Le sfide della Politica Economica - Scenari Economici settembre 2015

21 settembre 2015

Sintesi dei principali punti di attenzione del rapporto del Centro Studi Confindustria “Scenari Economici settembre 2015 …