Le imprese

Come il welfare aziendale cambia il lavoro e gli stili di vita

7 novembre 2017


Come il welfare aziendale cambia il lavoro e gli stili di vita

Dall’Osservatorio sul welfare di Assolombarda, un quadro d’insieme sull’applicazione nel contesto aziendale.

Le aziende che decidono di attuare misure di welfare aziendale sono in crescita: Assolombarda, che ne monitora la diffusione dal 2010, in 6 anni ha registrato un aumento della quota tra le sue associate fino al 52%. Le imprese dei territori di Milano, Monza e Brianza e Lodi investono in misura significativa nel “benessere” dei propri dipendenti: in media il 2,4% del budget dedicato al personale, molto più – ad esempio – di Brescia (1,6%) e Torino (1,7%). La verifica sul campo ha constatato che ai fini della decisione di adottare una misura piuttosto che un’altra il costo è un fattore meno rilevante per l’azienda, molto di più conta l’apprezzamento tra i lavoratori. Differenze territoriali si registrano anche nei tassi di diffusione delle varie misure: in quest’area le forme più adottate sono l’assistenza sanitaria integrativa e la somministrazione di vitto e mense aziendali.

Per monitorare in modo più sistematico il fenomeno è stato istituito l’Osservatorio Welfare, nato dalla collaborazione tra Assolombarda e i principali provider di servizi associati (sono 9 per ora: Assiteca, Easy Welfare, Edenred, Eudaimon, Double You, Health Italia, Valore Welfare, Welfare Company, Welfare4you). Due sono gli ambiti di osservazione ed analisi che si propone: l’andamento del mercato, in base ai dati messi a disposizione dai provider (in virtù del rapporto fiduciario con l’Associazione) e il monitoraggio degli accordi aziendali sottoscritti in Assolombarda. Negli ultimi mesi sono stati 63, prevalentemente concentrati nel 2017 (43 nei primi 10 mesi, contro i 17 dell’intero 2016). Le prime elaborazioni dell’Osservatorio ci dicono che quelli con contenuti di welfare sono il 53% del totale, contro il 32% rilevato nella media nazionale.

Sul tema durante l’incontro “Il welfare aziendale fra cambiamenti nel mondo del lavoro e negli stili di vita” è stata presentata anche la ricerca dell’Università Iulm “Il welfare aziendale: offerta e domanda fra cambiamenti nel mondo del lavoro e negli stili di vita”, svolta all’interno dell’attività didattica dell’insegnamento di Innovazione e Società con la collaborazione degli studenti del secondo anno del Corso di Laurea di Relazioni Pubbliche e Comunicazione d’Impresa. La ricerca ha evidenziato come ci sia un interesse intergenerazionale per i benefici portati dal welfare aziendale, che cambiano al variare dell’età degli intervistati ma che viene considerato, a prescindere, un elemento utile e positivo.

 

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Piano C: inventiamo un lavoro ...

19 maggio 2015

Piano C lo dimostra: ripensare il proprio modo di stare nel mondo del lavoro si …
Le imprese
La ‘buona’ salute sul lavoro premia ...

23 gennaio 2015

Assolombarda e le tre Asl milanesi hanno siglato un protocollo per diffondere il progetto europeo …
Le imprese
La salute dell’impresa comincia da ...

11 settembre 2014

Assolombarda offre a tutti gli associati un pacchetto completo di agevolazioni che consentono un risparmio …