L'associazione

Città metropolitana al via: cosa si aspettano le imprese

9 ottobre 2014


Città metropolitana al via...

Si è riunito oggi per la prima volta il Consiglio Metropolitano di Milano: come valorizzare le eccellenze delle imprese attraverso la competitività e l’attrattività del territorio?

Un ecosistema territoriale favorevole al fare impresa

Eletto il 28 settembre dagli oltre 2000 consiglieri e sindaci dei 134 Comuni del milanese, mercoledì 8 ottobre il Consiglio Metropolitano si è insediato e ha cominciato il suo lavoro. Cosa si aspetta il sistema produttivo dalla Città Metropolitana? Quali saranno i vantaggi concreti per le sue attività?

L’auspicio delle imprese è che il nuovo ente punti a qualificare e rendere più efficiente il contesto in cui esse vivono e operano tutti i giorni. Il cambiamento che cercano si riassume in una parola: semplificazione. Della burocrazia, delle decisioni politiche, della pianificazione e gestione delle varie iniziative. Tutto questo è possibile solo se si parte da un miglioramento nell’organizzazione dei servizi pubblici di rilevanza metropolitana, a cominciare dalla mobilità e dai trasporti.

Creare un Advisory Board per la competitività metropolitana

Assolombarda, da sempre favorevole alla nascita della Città Metropolitana, tanto da essere tra i promotori e aderenti del Manifesto delle Città Metropolitane di Confindustria, è in prima linea nel sostenere le aspettative delle imprese in questo importante e delicato passaggio istituzionale.

Già durante l’Assemblea Generale del 9 giugno, infatti, il presidente Gianfelice Rocca aveva proposto di affiancare al Consiglio Metropolitano un Advisory Board con il compito di collaborare ai progetti e alle attività della nuova città metropolitana con idee e proposte che migliorino la competitività delle imprese sul territorio. Una proposta che è stata ribadita in diverse sedi e ha già raccolto il consenso di molti interlocutori istituzionali.

Pisapia, «serviranno azioni concrete, utili ai cittadini e alle imprese»

È un momento importante per il territorio milanese e le imprese che qui operano. Come ha sostenuto ieri anche il sindaco Giuliano Pisapia durante il discorso di insediamento, il lavoro sarà lungo e faticoso e dovrà svolgersi con uno spirito libero e collaborativo; soprattutto, serviranno azioni concrete, utili ai cittadini e alle imprese.

Le aspettative da parte delle aziende sono alte: la speranza, come sempre, è che alle dichiarazioni seguano fatti concreti in tempi brevi.

 


Il Consiglio Metropolitano della Città Metropolitana di Milano è stato eletto lo scorso 28 settembre dagli oltre 2000 consiglieri e sindaci dei 134 Comuni del milanese.

Il Consiglio, composto da 24 consiglieri, vede 9 membri di rappresentanza della città di Milano, mentre i restanti 15 esprimono in modo abbastanza equilibrato le altre “zone omogenee” del territorio metropolitano.

La prima riunione, dell’8 ottobre 2014, ha visto all’ordine del giorno la convalida degli eletti e l’intervento di insediamento del Sindaco Pisapia che, in quanto primo cittadino del Capoluogo, è anche di diritto il Sindaco Metropolitano.

Uno dei primi compiti del neo eletto Consiglio sarà quello di redigere lo Statuto della Città Metropolitana di Milano. La legge prevede, infatti, che sia lo Statuto a decidere su alcune questioni fondamentali come la suddivisione delle competenze tra città metropolitana e i comuni e l’articolazione del territorio in zone omogenee.


 

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
In equilibrio tra tradizione e innovazione. La storia della Botta Packaging

19 gennaio 2017

Da tre generazioni produce imballaggi in cartone ondulato ed oggi ha a disposizione 10 linee …
Le imprese
Università e impresa, dialogare per tessere il futuro

16 maggio 2016

Oltre 60mila tirocini curriculari, 271 dottorati di ricerca industriale e oltre 6mila studenti delle scuole …
Le imprese
La nuova geografia di Assolombarda

9 marzo 2016

Procede la Riforma dell’Organizzazione Zonale di Assolombarda: definita una nuova geografia per presidiare al meglio …