Le imprese
Io Expo. E tu?

Che cosa succede se l’Expo è il tuo vicino di casa

2 marzo 2015


Che cosa succede se l’Expo ...

Assolombarda News intervista Marco Colatarci, country manager di Solvay in Italia.

A soli sei chilometri dalla manifestazione, l’azienda coglie l’opportunità di Expo per mostrare quanto la chimica aiuta a garantire una qualità della vita sempre migliore.

Solvay in Italia: 10 siti di produzione e ricerca, con l’headquarters a Bollate: che cosa vuol dire per voi avere Expo come “vicino di casa”?

COLATARCI2Il centro direzionale e di ricerca Solvay di Bollate, che occupa 420 collaboratori, è a circa sei chilometri dall’Expo. Stiamo organizzando la nostra sede come moderno punto di accoglienza per ospiti, partner, clienti e colleghi, sia italiani che stranieri. Abbiamo allestito un mega showroom per presentare le innovative tecnologie e le applicazioni dei polimeri speciali ad alte caratteristiche applicative, indispensabili nei settori hi-tech più avanzati assieme ai nostri storici prodotti chimici come soda, carbonato e bicarbonato di sodio, che sono alla base di tante filiere industriali. Vogliamo mostrare quanto la chimica attuale è moderna e necessaria per garantire una sempre miglior qualità della vita.

A livello logistico come vi state organizzando?

Saranno operativi uno spazio di accoglienza, un parcheggio e un servizio transfer, e anche una nuova area ristorazione per l’ospitalità gastronomica, gestita in partnership con la società Pellegrini, per essere in linea con le esigenze pratiche che incontreranno i nostri ospiti che visiteranno l’Expo.

Inoltre, sempre a pochi chilometri dall’esposizione è attivo lo stabilimento Solvay Solutions di Ospiate, con 140 addetti nel settore dell’agrofarma, che è indispensabile per lo sviluppo di un’agricoltura moderna. L’Expo sarà una concreta occasione di relazioni e conoscenza dei loro impianti e delle tecnologie produttive.

Solvay lavoratoriSarete presenti anche a Expo in Città con i vostri spazi?

Certo, abbiamo aderito volentieri, grazie anche alla proficua collaborazione con il Comune di Bollate che ci ha coinvolto in questo programma per avere strutture di accoglienza ben organizzate nel territorio. Abbiamo un moderno auditorium per convegni con 220 posti a sedere e con moderni servizi congressuali. Lo mettiamo a disposizione con due diverse sale riunioni, per chi fosse interessato ad organizzare sia congressi sia meeting nel raggio di pochi chilometri dall’Expo.

I temi di Expo 2015 vi riguardano da vicino. Qual è, per Solvay, il ruolo dell’innovazione e della sostenibilità?

Solvay aziendaA Bollate è attivo un centro ricerca e innovazione d’eccellenza con 250 ricercatori, impegnati a sviluppare nuovi materiali e prodotti per settori hi-tech come: aerospaziale, elettronica, automotive, telecomunicazione, energie alternative, trattamento acque… Come risultato pratico, Solvay è la realtà industriale italiana che nel 2014 ha depositato in Europa il maggior numero di nuovi brevetti: una settantina.

Il Gruppo Solvay investe concretamente da anni su obiettivi di sviluppo sostenibile con una precisa strategia che si chiama “Solva Way: doing business being responsible”. In Italia siamo presenti da 103 anni e dedichiamo il 2015 alla Sostenibilità, per valorizzare l’integrazione delle nostre attività produttive nel territorio in cui operano i 10 stabilimenti.

Dalla vita quotidiana all’aerospazio, possiamo dire che i prodotti di Solvay sono nelle nostre case, ma che stanno anche volando intorno al mondo?

Si sta concretizzando proprio in questi giorni il primo volo a tappe intorno al mondo dell’aereo spinto con la sola energia del sole, senza utilizzare alsolar impulse modificatocun tipo di carburante. “Solar Impulse”, così si chiama il velivolo, è decollato da Abu Dhabi e, facendo tappa in Oman, ha già raggiunto l’India, per poi arrivare in quelle successive in Cina, alle Hawaii, negli USA, in Europa o Marocco e ritornare ad Abu Dhabi verso metà maggio. Solvay è stato il primo main sponsor tecnico di questa grande impresa. Il Centro Ricerca Solvay di Bollate collabora attivamente allo sviluppo di soluzioni e tecnologie per la realizzazione delle celle solari, lo stoccaggio e la gestione dell’energia a bordo. Lo stabilimento di Spinetta Marengo (Al) partecipa come fornitore di alcuni componenti per il funzionamento dell’aereo solare.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
La sicurezza? FACILE, chiedete a SAET Milano

9 giugno 2016

Kim Kardashian Adidas Yeezy Boost 750 UK Restock and Adidas Yeezy Boost 350 For Sale …
Le imprese
QVC Italia lancia il progetto QVC Next

9 giugno 2016

La piattaforma multimediale di shopping, lancia il progetto QVC Next, un programma a sostegno dell’imprenditoria …
Le imprese
Adecco nel mondo del lavoro che cambia

19 maggio 2016

La multinazionale svizzera, grazie alla visione di lungo periodo e alla capacità di interpretare i …