Le imprese
Expo 2015

Assolombarda al fianco di Amsa: relazioni industriali vincenti

23 luglio 2015


Assolombarda e Amsa unite ...

La necessità di potenziare il servizio di raccolta rifiuti nei mesi di Expo è stata l’occasione per sottoscrivere un accordo sindacale che è un esempio positivo per favorire l’occupazione: da 340 a 420 persone in più.

Una collaborazione fattiva

Milano e Expo 2015: la città si trova ad affrontare una grande, bellissima sfida. Un sito espositivo di enormi dimensioni da coordinare e gestire. Pulizie comprese.

Amsa, azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti, la pulizia delle strade e il decoro della città di Milano, ha dovuto far fronte alla necessità di potenziare il servizio, non solo nello spazio espositivo dedicato alla manifestazione, ma anche nell’intero territorio milanese, per tutta la durata di Expo.

Trasformare un’esigenza in un’occasione

È nato da qui, da questa esigenza precisa, l’accordo sindacale tra l’azienda, assistita da Assolombarda, le organizzazioni sindacali e il Coordinamento Rsu.

L’intesa, oltre a prevedere il potenziamento del servizio per tutta la durata della manifestazione, ha permesso di promuovere l’occupabilità: è previsto un aumento dell’organico da 340 persone fino a un massimo di 420.

Misure speciali per un evento speciale

Considerata la straordinarietà dell’evento, è stata istituita una “Cabina di Regia Expo”, composta dal coordinamento della Rsu di Amsa, da un rappresentate di ciascuna sigla sindacale che ha sottoscritto il contratto e da una delegazione datoriale, per monitorare il servizio durante l’evento e prevenire eventuali controversie.

Oltre alla necessaria riorganizzazione dei servizi, l’accordo ha stabilito un premio di presenza per i lavoratori per incentivare l’impegno delle risorse e forme contrattuali flessibili definite a livello regionale.

Tutto questo ha permesso a questo accordo di generare soddisfazione da parte sia datoriale che sindacale, per il bene dell’immagine della città. Una soluzione win-win.

Verna: un modello che rafforza le relazioni industriali

Come ha dichiarato Michele Angelo Verna, Direttore Generale di Assolombarda «Expo rappresenta un’occasione straordinaria per promuovere l’immagine del Paese e del suo tessuto produttivo. Un evento di rilevanza internazionale che deve trovarci pronti. In quest’ottica si è convenuto sull’opportunità di sottoscrivere, anche a livello aziendale, specifici accordi», [ndr. quello di Amsa ne è un esempio], «che rafforzino il modello di relazioni industriali esistenti. In particolare con questa intesa abbiamo raggiunto un indirizzo condiviso che, da un lato favorisce l’inserimento lavorativo, attraverso strumenti come la Dote Unica Lavoro e Garanzia Giovani, e dall’altro risulta capace di offrire soluzioni concrete alle esigenze che emergeranno durante l’Expo».

La soddisfazione di Amsa

«Siamo particolarmente soddisfatti dell’intesa raggiunta con le organizzazioni sindacali aziendali per definire i vari aspetti del lavoro di Amsa, durante i sei mesi di Expo, sia presso il sito espositivo che in tutta la città, in previsione dei milioni di visitatori attesi a Milano» ha dichiarato Emilia Rio, Presidente di Amsa Gruppo A2A. «Riteniamo infatti che solo un approccio unitario e condiviso fra azienda e parti sociali consenta di affrontare al meglio un impegno così straordinario e delicato per contribuire, nel campo che ci compete della raccolta dei rifiuti e della pulizia della città, al buon esito della manifestazione. Il merito di essere stati fra i primi a chiudere l’accordo sul lavoro per Expo va senz’altro ascritto al grande senso di responsabilità del vertice Amsa e dei rappresentanti dei lavoratori».

Il mondo ci guarda e osserva

Expo 2015 è l’occasione per Milano di mettersi al centro del pianeta, una vera e propria vetrina per la città. E si sa, quando una cosa è esposta in vetrina, la si guarda. Tradotto: il mondo ci sta osservando e, anche grazie a questo accordo sindacale, l’immagine è quella di una città ordinata e pulita, capace di accogliere una manifestazione di sapore internazionale.

Non è un caso che i Governi di Dubai e dell’Oman, colpiti dall’efficienza di Amsa in Expo, abbiamo chiesto ed ottenuto un incontro con l’azienda in vista della prossima esposizione universale che potrebbero ospitare.

Il mondo ci osserva, Milano risplende.

Leggi il comunicato stampa

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Al via la prima edizione della Milano Arch Week

29 maggio 2017

Dal 12 al 18 giugno una settimana di eventi, incontri, performance, dialoghi, letture e discussioni …
Le persone
La mia città è finalmente aperta – di Gaia Manzini

14 febbraio 2017

L'articolo, a firma della scrittrice Gaia Manzini, è uscito il 6 dicembre 2016 sul Corriere …
L'associazione
Milano candidata a “Miglior destinazione turistica europea” del 2017

26 gennaio 2017

Aperto il contest per nominare la “European Best Destination” tra 20 città. È possibile votare …