Le imprese

Sei associato ad Assolombarda? Le dieci cose da NON fare – Prima parte

20 novembre 2014


Sei associato ad Assolombarda?

Cinque (s)consigli per creare valore per la tua impresa attraverso l’associazione.


Per gli altri cinque, appuntamento al prossimo numero di Assolombarda News!

Partiamo da un presupposto: qualunque sia la ragione per cui hai aderito ad Assolombarda (qui ci sono i cinque buoni motivi per cui lo fa la maggior parte degli imprenditori: se hai voglia di raccontarci il tuo, scrivilo a sonoassociatoperche@assolombarda.it), hai diritto ad avere qualcosa in cambio.

  1. NON tenere il segreto. Manda una comunicazione interna, metti i manifesti alle pareti o scegli tu il modo, ma fai sapere a tutti i tuoi dipendenti che la tua azienda è associata ad Assolombarda, di’ loro di visitare il nostro sito, di crearsi una pagina personale scegliendo le sezioni e i temi più interessanti, di iscriversi alle newsletter tematiche pensate per chi in azienda svolge la loro attività, di partecipare ai nostri incontri e seminari di aggiornamento riservati agli associati. Tutto questo non costa niente né a te né a loro, perché è già compreso nella quota associativa.
  2.  NON pensare che “non ce ne occupiamo”, qualunque cosa ti passi per la testa. Qualunque sia la tua esigenza, prima di bussare ad altre porte, chiamaci. Possiamo darti una mano in molti più ambiti di quelli che pensi. Dai un’occhiata alla gamma dei nostri servizi, contatta i nostri desk e sportelli e non tralasciare i servizi speciali.
  3.  NON perdere l’opportunità di risparmiare. Ti mettiamo a disposizione decine di convenzioni – attivate con un gruppo selezionato di società fornitrici – che ti permettono di risparmiare sull’acquisto di prodotti e servizi. E se lo sconto medio è del 10%, qualche volta gli sconti sui prezzi di listino superano anche il 35%. Un altro paio di cose che è utile sapere: a) usando le convenzioni, molte Pmi recuperano integralmente il contributo associativo; b) puoi estendere molte convenzioni anche ai tuoi dipendenti: in questo modo, i vantaggi diventano strumenti di welfare aziendale e tu non hai costi da sostenere.
  4. NON aspettare di avere un problema per chiamarci. Se solo pensi che potrai averne uno, piccolo o grande che sia, in qualunque campo (con il fisco, con il tuo Comune, con i sindacati, con la banca…), contattaci: prima lo fai, più è facile che riusciamo a darti una mano, per evitare che arrivi davvero o per ‘minimizzare’ il danno.
  5. NON pensare che siamo una compagnia di assicurazione. Certo, quando hai un problema ci siamo, ci puoi contare. Ma ci siamo anche quando sei a caccia di opportunità, quando vuoi allargare le tue relazioni, quando cerchi un partner per fare business, quando pensi di esplorare nuovi mercati, quando hai voglia di innovazione… Insomma, ogni volta che stai costruendo il futuro della tua impresa.

 

lascia un commento

6 thoughts on “Sei associato ad Assolombarda? Le dieci cose da NON fare – Prima parte”

  1. MIRELLA ARIATA scrive:

    La trovo un’iniziativa G E N I A L E !!!! Sia di contenuti sia a livello empatico, coinvolgente e che crea molta curiosità!! Complimenti a chi l’ha pensata e a chi l’ha “buttata giù”! 😉

  2. complimenti.Crea feeling.E’ un’idea molto giovane.

  3. Silvia Villa scrive:

    Concordo con Mirella, l’iniziativa è molto empatica, ma creerebbe ancora più empatia dare risposta agli associati. Scusate lo sfogo di un associato che attende risposte da un po’…

    1. assolombarda scrive:

      Cara Silvia,
      ci scusiamo se non ti abbiamo dato risposta. Domani mattina ti chiameremo per poterti aiutare a risolvere le tue necessità.
      A presto.

  4. Demis scrive:

    Io vorrei associarmi, ma ecco il mio dubbio che si verifica, un utente si lamenta per un mancato servizio che si verifica da tempo, esplicita in pubblico il disagio e magicamente interviene un operatore che dice… “Domani mattina” interverremo, come succede un po’ a striscia la notizia. Ora, io mi rendo conto che le richieste siano tantissime, ma immagino che la richiesta della sig.ra Villa non sia di oggi o di ieri, quindi mi chiedo: perché per ottenere attenzione in Italia bisogna sventolare le cose sulla pubblica piazza?? Se avete tempo domani, dove eravate ieri, l’altro ieri ed il giorno prima ancora? Vorrei tanto associarmi, ma se poi devo elemosinare attenzione allora è inutile.

    1. assolombarda scrive:

      Caro Demis,
      prima di tutto grazie per il tuo interesse nei confronti dell’associazione e per il tema che sollevi prendendo spunto dal commento di Silvia. Siamo senz’altro d’accordo che non dovrebbe mai essere necessario “sventolare le cose sulla pubblica piazza” per essere ascoltati, così come siamo consapevoli di aver fatto un errore nel non aver risposto a Silvia a tempo debito (lo stiamo facendo ora, mettendo a sua disposizione tutte le competenze necessarie a rispondere alle esigenze della sua azienda).
      Proprio per questo abbiamo scelto di creare nuovi canali e spazi di comunicazione per dialogare con le imprese associate, con quelle che potranno diventarlo e, più in generale, con chi è interessato all’associazione e alle sue attività. Questo stesso spazio, al pari dei nostri canali social, è pensato per rendere più facile la relazione con i nostri interlocutori.
      Se, come speriamo, abbiamo fugato le tue perplessità e ti è rimasta la “voglia di associarti”, ti invitiamo a scrivere a svil@assolombarda.it: i nostri colleghi ti contatteranno per aiutarti a conoscere meglio Assolombarda.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
La sicurezza? FACILE, chiedete a SAET Milano

9 giugno 2016

Kim Kardashian Adidas Yeezy Boost 750 UK Restock and Adidas Yeezy Boost 350 For Sale …
Le imprese
QVC Italia lancia il progetto QVC Next

9 giugno 2016

La piattaforma multimediale di shopping, lancia il progetto QVC Next, un programma a sostegno dell’imprenditoria …
Le imprese
Adecco nel mondo del lavoro che cambia

19 maggio 2016

La multinazionale svizzera, grazie alla visione di lungo periodo e alla capacità di interpretare i …