Le imprese

A Dubai con le imprese in previsione di Expo 2020

11 dicembre 2017


A Dubai con le imprese in previsione di Expo 2020

Missione nel golfo per prendere le misure con gli appalti del grande evento e conoscere da vicino i programmi con cui gli organizzatori ingaggiano i fornitori. 

Incontri con le imprese anche ad Abu Dhabi e nell’emergente emirato di Sharjah.

Negli Emirati Arabi Uniti cresce il fermento immobiliare. L’approssimarsi dell’Esposizione universale del 2020 di Dubai, abbinata a programmi strategici pluriennali nelle costruzioni e nel turismo, stanno spingendo il business delle nuove residenze di lusso, alberghi, uffici e spazi pubblici. Progetti che necessitano di arredamento e illuminazione sia indoor che outdoor.

Per questo motivo Assolombarda ha accompagnato una delegazione di undici aziende del settore del mobile e dell’illuminazione per mostrare loro le opportunità di investimento negli Emirati Arabi.

Le aziende hanno visitato tre emirati: Dubai, dove fervono i preparativi dell’Expo successivo all’edizione di Milano 2015, Abu Dhabi e l’emergente Sharjah.

Missione EAULa prima tappa è stata Abu Dhabi, dove le aziende hanno incontrato i rappresentati della Camera di commercio locale, che associa 120mila imprese. L’emirato sta vivendo una stagione di vivacità turistica, anche per effetto dell’inaugurazione della prima sede distaccata del Louvre, un museo dal design contemporaneo che ospiterà mostre e collezioni della più celebre istituzione parigina. A Dubai le aziende hanno potuto visionare i lavori in corso del sito espositivo. Il tema dell’evento, che aprirà il 20 ottobre 2021 e si concluderà il 10 aprile 2021, è “Unire le menti, creare il futuro” e avrà come sottotemi la sostenibilità, la mobilità del futuro e le opportunità di comunicazioni e collegamenti più intelligenti. Il governo conta di attrarre 25 milioni di persone, di cui il 70% stranieri. Il parco espositivo si estenderà per 438 ettari, nell’area sud di Dubai, e sarà servito da tre aeroporti internazionali, ferrovie e nuove strade.

Realizzazione Expo 2020La realizzazione del parco che nel 2020 prevede di accogliere 200 Paesi, a tre anni dall’apertura sono già 150, è entrata nel vivo e le autorità emiratine hanno messo a punto una serie di programmi per agevolare gli scambi commerciali. Meet di Buyer è un sistema per allargare il raggio delle grandi commesse dell’Expo alle piccole e medie imprese, visto che l’assegnazione di un appalto è condizionata all’affidamento del 20% del valore dei lavori alle pmi. Con Online Marketplace le aziende che hanno vinto un bando ottengono una vetrina online per sponsorizzare le proprie attività. Business Concierge è un servizio dedicato ai Paesi che partecipano all’Expo. Il commissario del padiglione e il responsabile del Paese ricevono richieste di incontri con le aziende e l’Expo si occupa di organizzare gli appuntamenti. Opportunities, il sito di procurement, permette di monitorare i bandi.

Nel complesso l’Italia è in ritardo con la scelta della location dove sorgerà il Padiglione Italia.

Missione Emirati Arabi nov 2017Nel frattempo Assolombarda conta di organizzare una nuova missione a Dubai nella prossima primavera, rivolta ai settori dell’arredo e luci da interno ed esterno, materiali da costruzione sostenibili e ICT. Gli emiri hanno già deciso che il dopo Expo sarà un centro fieristico con alberghi e centri commerciali, con nuove opportunità di affari per le aziende italiane.

Cresce l’immobiliare anche a Sharjah, altra tappa della missione dell’Associazione. Questo emirato è rimasto finora fuori dai riflettori, ma ora sta emergendo come una potenziale piattaforma di attrazione delle risorse degli investitori stranieri. L’Autorità governativa degli investimenti locale ha pianificato un programma di sviluppo residenziale e turistico per i prossimi vent’anni.

Nel complesso la gestione dei rapporti commerciali con il mondo arabo richiede una cura costante e precisa dei rapporti interpersonali. Gli imprenditori degli emirati, infatti, tendono a fare business solo con coloro che conoscono bene e verso i quali provano stima e fiducia. Occorre quindi frequentare regolarmente il Paese per coltivare le relazioni, perché la costanza è un elemento strategico dei rapporti tra le persone. Assolombarda punta a replicare a Dubai l’attività d’affari di Expo 2015. Le aziende selezionate saranno iscritte a un elenco che proporrà ad Expo 2020 attraverso missioni in loco per l’organizzazione stessa o per i Paesi ospiti. In quest’ottica si moltiplicheranno le missioni e le attività d’affari per spingere Dubai a scegliere le aziende italiane. È stato creato anche un punto informativo, Desk Expo Dubai, che pubblica aggiornamenti in tempo reale sulla fase preparatoria, la partecipazione di paesi stranieri e gli appalti.

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Expo 2020 Dubai, l’occasione da non perdere

22 maggio 2018

Assolombarda ha ospitato i rappresentanti del procurement di Expo 2020, Ice Agenzia e Padiglione Italia …
Le imprese
Expo 2020 Dubai, un incontro unico per una grande opportunità di business

11 maggio 2018

Il 21 maggio in Assolombarda si tiene il primo convegno interamente dedicato a Expo 2020 …