Le imprese
webbízzati

5 esempi di aziende che hanno usato la realtà virtuale per farsi pubblicità

26 giugno 2015


5 esempi di aziende che hanno usato ...

Vai a vedere i film in 3D e non sai che la realtà virtuale può aiutarti a vendere di più? E” ora di scoprire come.

Sogno o son desto?

La realtà virtuale un tempo era solo un effetto speciale che si vedeva nei film. Ora che al cinema siamo abituati a indossare gli speciali occhialetti per vedere le immagini in 3D e sentirci inseguiti dai dinosauri, in volo con i supereroi o in macchina alla caccia dei cattivi, non è ora di pensare a rivoluzionare anche il mondo della pubblicità?

No, non devi regalare occhiali ai tuoi clienti dandogli appuntamento al prossimo spot. Ci sono altri modi, più creativi e originali, per coinvolgere il tuo pubblico.

Dallo schermo al marciapiede

La realtà aumentata, o virtuale, funziona sovrapponendo immagini reali con altre digitali, cioè create al computer.

Non serve per catturare lo stesso pubblico che guarda già gli spot in televisione ma per creare eventi con i quali coinvolgere, tra gli altri, anche i semplici passanti.

Prova a pensare a una strada in centro a Milano, magari una di quelle pedonali che portano al Duomo: quanta gente passa di lì ogni giorno? E non sarebbe la location perfetta per creare un evento d”impatto che avesse come protagonista la tua azienda?

Basta un cellulare…

Facciamo qualche esempio concreto, anzi cinque: alcune grandi aziende hanno colto l”opportunità della realtà virtuale per farsi pubblicità in un modo decisamente originale.

La prima è stata Beck”s, che ha coinvolto alcuni creativi per realizzare delle opere d”arte. Ma anziché esporle in un online casino museo, ha inventato un”installazione itinerante che ha portato in giro in sette città in Europa e Stati Uniti. Cosa ha fatto di così rivoluzionario? Ha creato dei cubi verdi fosforescenti e li ha messi per strada: ogni passante, dopo aver scaricato sul proprio smartphone l”apposita app, poteva inquadrare i cubi e visualizzare le opere direttamente sul telefono.

Ma così Beck”s non ha pubblicizzato direttamente i suoi prodotti, potresti chiederti. Giusto, ma ha fatto parlare di sé in termini positivi e innovativi. Il che per un”azienda è fondamentale.

Camminare con gli angeli e Topolino

Quella descritta prima è solo una delle tante iniziative che le grandi aziende stanno intraprendendo usando la realtà virtuale.

I parchi Disney, per esempio, hanno invitato i passanti in Times Square, a New York, a entrare in un”area precisa della piazza: camminando in quel punto e osservando un megaschermo, potevano vedere se stessi e gli altri passanti camminare insieme ai personaggi Disney più famosi.

Un evento simile è quello organizzato da Lynx, un”azienda di profumi e deodoranti: all”interno di Victoria Station, a Londra, un adesivo sul pavimento invitava a guardare un megaschermo, dove il passante di turno poteva vedere se stesso affiancato da un angelo, il tutto perfettamente contestualizzato all”ambiente.

Hyundai ha creato il cosiddetto “effetto wow” per il lancio della nuova Accent: sulla parete di un edificio ha appeso una macchina vera, usando la realtà virtuale per creare un guidatore che, salito al posto di guida, discendeva il muro verticale.

L”occasione perfetta per il turismo

Una campagna di promozione dell”Ungheria organizzata da National Geographic e Upi ha creato, ad esempio, un”installazione che permetteva agli spettatori di entrare in uno dei mondi del National Geographic, interagendo con animali selvaggi, dinosauri, astronauti, tornadi.

La realtà virtuale è quindi uno strumento vincente anche per il turismo, perché permette allo spettatore di calarsi in un mondo completamente diverso.

È l’esperienza sensoriale che, grazie al coinvolgendo degli spettatori, veicola il messaggio pubblicitario in profondità e con una modalità innovativa.

Vuoi altre informazioni su questi temi o vuoi fissare un appuntamento gratuito con lo Sportello business di Assolombarda? Contatta Fabrizio Lain, tel. 0258370.237, e-mail fabrizio.lain@assolombarda.it.

 

In collaborazione conAISM_100

Fonte: “Nuove frontiere del Marketing” di Raffaele Crispino, Francesco Gallucci, Massimo Giordani, Aldo Viapiana di Aism

 

lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
L'associazione
Assolombarda cambia Face…book

3 febbraio 2016

Assolombarda rinnova la sua presenza sui social network per avvicinarsi ancora di più alle imprese …
L'associazione
“Navighiamo informati”: le nuove rotte web di Assolombarda.it

4 novembre 2015

Cambia la veste grafica del sito Assolombarda.it: il menu di navigazione del sito si aggiorna …
Le imprese
Come Internet può aiutare a ridurre l’inquinamento

14 settembre 2015

Si parla sempre più spesso di green economy e sostenibilità ambientale, ma sai che Internet …