Le imprese

23 luglio 2014: apre la Brebemi

24 luglio 2014


23 luglio 2014: apre la Brebemi

Dopo 17 anni dall’avvio dei primi progetti apre la nuova autostrada tra Milano e Brescia.

Assolombarda è stata sempre al fianco della società di progetto per accompagnarne il percorso realizzativo.

Brebemi, la prima opera realizzata in Italia interamente in project financing

È stata inaugurata oggi la Brebemi, la nuova autostrada tra Milano e Brescia, alla presenza del presidente del Consiglio Matteo Renzi, del ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi e di quello alle Politiche Agricole Martina, del governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni, dell’assessore regionale alle Infrastrutture Alberto Cavalli, del presidente di Brebemi Francesco Bettoni, del presidente di ANAS Pietro Ciucci e del presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa San Paolo Giovanni Bazoli.

Tutti gli interventi hanno sottolineato come si tratti della prima opera realizzata in Italia interamente in project financing e grazie alla quale si genereranno grandi benefici per tutto il Nord Italia in termini di aumento del PIL e di riduzione dei tempi di percorrenza delle persone e delle merci.

Benefici per imprese e territorio: 20 milioni di ore annue di tempi di percorrenza in meno

Brebemi2Con i suoi 62 km di nuova autostrada e 35 km di viabilità ordinaria nuova e potenziata la Brebemi a regime consentirà un risparmio sui tempi annui di percorrenza pari a circa 20 milioni di ore, con una riduzione di circa un terzo dei tempi di percorrenza lungo i principali itinerari est-ovest sulla viabilità ordinaria, mentre tra Brescia e Milano il tempo di percorrenza si dimezzerà rispetto alla A4.

“Inoltre”, ha sottolineato Rosario Bifulco, consigliere Incaricato Assolombarda per la Competitività territoriale, Ambiente ed Energia, “grazie alla Brebemi si stima un incremento annuo del PIL pari a 382 milioni di euro, con enormi benefici per le imprese e il territorio”.

 

 

 

L’appoggio concreto di Assolombarda

Assolombarda ha creduto nel progetto Brebemi fin dalla sua ideazione. Nel 1999 le Camere di Commercio, le Province e le Associazioni Industriali di Brescia, Bergamo, Cremona e, appunto, Milano, insieme a Banca Intesa, costituirono Brebemi Spa, cui hanno poi aderito i maggiori concessionari lombardi ed enti locali interessati.

La società di progetto ha potuto contare sull’appoggio concreto di Assolombarda, che l’ha accompagnata nelle mille battaglie per superare ostacoli procedurali e autorizzatori di tutti i tipi. Uno che vale per tutti, nel 2000, l’eliminazione del divieto di costruire nuove autostrade, che risaliva addirittura al 1975.

Negli anni, inoltre, Assolombarda ha promosso la realizzazione dell’opera presso tutte le istituzioni preposte e ha svolto diverse iniziative volte a promuovere e supportare il progetto della Brebemi presso i decisori pubblici. Le due più importanti sono la Mobility Conference, che ha visto la partecipazione diretta della società in più edizioni a partire dal 2003, e l’Osservatorio Territoriale delle Infrastrutture per il Nordovest (OTI NordOvest), realizzato insieme a Confindustria Genova e Unione Industriale di Torino, che dal 2001 monitora lo stato di avanzamento dei principali progetti che interessano il Nordovest del Paese.

Il futuro prossimo della BrebemiCreated with Nokia Smart Cam

Anche adesso che l’opera è stata inaugurata Assolombarda tiene alta l’attenzione perché vengano completati gli ultimi tasselli e perché, come ha sottolineato ancora Bifulco “è fondamentale che in tempi brevi vengano superati gli ostacoli autorizzativi che frenano il potenziamento delle tratte terminali di Cassanese e Rivoltana, necessarie a collegare la nuova autostrada con Milano e l’attuale Tangenziale est e a eliminare definitivamente i gravi disagi di traffico che vivono le numerose imprese localizzate in quel territorio”.

Inoltre, rispondendo alla richiesta unanime di tutti i soggetti intervenuti all’inaugurazione, il premier Matteo Renzi si è impegnato per concedere la defiscalizzazione sia di Brebemi che di Pedemontana Lombarda, indispensabile per garantire l’equilibrio economico e finanziario delle due opere a seguito delle revisioni al ribasso delle stime di traffico e degli incrementi di costo dovuti agli indennizzi per gli espropri.

lascia un commento

One thought on “23 luglio 2014: apre la Brebemi”

  1. LUCATRAMIL scrive:

    Già l’errore nel nome di una ausostrada che avrebbe dovuto chiamarsi BREMI, dato che evita Bergamo, toccata dalla A4 (la vera BREBEMI) indicava qualcosa di sbagliato. Oggi sarebbe utile se meglio visibile e raccordata. Aspettiamo al TEM per giudicare?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati
Le imprese
Startup a raccolta per disegnare la mobilità del futuro

23 gennaio 2017

Presentare la propria idea imprenditoriale alle principali aziende del settore mobilità durante Mobility Conference Exhibition …
Le imprese
Infrastrutture più efficienti per un’Italia più competitiva

15 marzo 2016

Presentati alla Mobility Conference Exhibition, il grande evento dedicato al tema della mobilità, il Rapporto …
Le imprese
La mobilità guarda all’innovazione con le startup

10 marzo 2016

La seconda giornata della Mobility Conference Exhibition di Milano è stata dedicata a MCE 4X4, …